Sanremo è Sanremo #1 – L’ordine dei 10 Big e la scaletta di questa sera; il ritorno del “DopoFestival” in tv; Twitter emoji per Sanremo; omaggio a Bowie.

sanremo

Perché Sanremo è Sanremo’, recitava il brano interpretato da Maurizio Lauzi, figlio di Bruno, al Festival di Sanremo 1995 targato Pippo Baudo. Da allora molte cose sono cambiate, ma la kermesse canora, giunta alla 66° edizione, rimane ancora l’evento più atteso. Sulle pagine di UnDueTre.com vi riportiamo i rumors che trapelano dalla cittadina ligure, giorno per giorno, ora per ora, minuto per minuto. Ecco il nostro primo appuntamento con Sanremo è Sanremo.

♫ #Dietrolequintemaledette del Festival di Sanremo 2016

♫ L’ordine dei cantanti e gli ospiti della prima serata

Questo l’ordine di esibizione: Lorenzo Fragola, Noemi, Dear Jack, Giovanni Caccamo e Deborah Iurato, Stadio, Arisa, Enrico Ruggeri, Bluvertigo, Rocco Hunt, Irene Fornaciari. Tra i superospiti Laura Pausini uscirà attorno alle 22.00, mentre Elton John alle 23.00: il cantautore inglese arriverà pochi minuti prima della sua esibizione e se ne andrà subito dopo. Le prove tecniche del suo set saranno effettuate nel pomeriggio.

♫ Giancarlo Leone, direttore di Rai1: “Quattro ore di diretta, su Twitter emoji per Sanremo”

“Stasera parte il Festival, saranno 4 ore di diretta, dalle 20.34 a mezzanotte e mezza, ritardi permettendo. Poi comincerà il dopofestival, siamo tutti pronti, gasati. Twitter ha introdotto in occasione del Festival un twitter emoji: a ogni commento si troverà automaticamente la ‘S’ di Sanremo”. Lo ha dichiarato Giancarlo Leone, direttore di Rai1, alla conferenza stampa di presentazione della prima serata del Festival di Sanremo, che comincerà stasera.

♫ Sanremo 2016 sarà anche DopoFestival che ritorna in tv dopo 8 anni

Carlo Conti annuncia il ritorno del DopoFestival: “Da Villa Ormon ci sarà il DopoFestival. Non glielo hanno detto ma dovrà durare fino a Unomattina”. Nicola Savino rivela: “Per il momento il copione del Dopofestival è ancora un foglio bianco. Sappiamo come fare, ma non che fare. Sarà un confronto tra giornalisti e cantanti. Come esistono le interviste del dopo partita ci sono le interviste del dopo festival. Bisogna solo capire – hanno scherzato sul palco – chi dei cantanti farà Roberto Mancini che si incazza ogni volta. Il direttore ci ricorda che siamo su Raiuno, noi rispondiamo che è pur sempre l’una e mezza di notte”. Il dopofestival torna perché “abbiamo trovato le risorse” aggiunge Carlo Conti. “L’idea c’era già lo scorso anno e devo dire che la location di villa Ormond ci ha invogliato”. Un dopofestival con i toni di Quelli che? “Mi auguro che un po’ di sfumatura ci sia. Sarebbe un meraviglioso gioco di reti” aggiunge Conti. A Max Giusti il compito di portare in scena le sue imitazioni. “Vi posso dire chi non farò – attacca – Ligabue, Malgioglio, Vasco Rossi, Al Bano, tutti quelli che mi hanno attribuito come anticipazione. Ci sarà un personaggio ogni sera a meno che qualcuno non ci rapisca. Andremo a graffiare, a gamba tesa sul Festival. L’importante è far ridere, altrimenti non ha motivo”. E dalla Gialappa’s band presa di mira la scala del palco: “Ci siamo raccomandati di insaponarla. Lo scenografo dice che è a norma ma se arriva l’Unione Europea lo arrestano”.

♫ La scaletta della prima serata

Conti: “Stasera inizia il Festival. Quest’anno ci siamo resi conto che non è mai stato fatto: inizieremo il Festival e in 10 minuti vedremo tutti i vincitori del Festival, dal ’51. Sarà un tuffo in parte nel passato in parte nei giorni nostri. Ciascuno di noi si aggancerà a questo filmato secondo la propria memoria. Poi ci sarà il red carpet per far arrivare in teatro i 20 protagonisti, poi inizierà ufficialmente: l’Ariston si accenderà piano piano e scopriremo la scenografia con una musica particolare, lo scorso anno Emerson Lake & Palmer quest’anno ci sembrava doveroso omaggiare Bowie”.

 

♫ Questa sera un omaggio a David Bowie

Conti svela qualche dettaglio sull’omaggio a Bowie: “Lo scorso anno abbiamo trasformato la nostra Orchestra, ogni maestro è stupito dalla professionalità dei nostri musicisti: c’è una versione sinfonica che ci permetterà di accendere tutto lo studio. Sarà Starman”.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter