La prova del cuoco – Puntata del 11 febbraio 2016 – Tagliolini con sugo di triglie alla livornese, strudel di carne, penne alla napoletana, tortino al cioccolato dal cuore morbido.

c10

Giovedì 11 febbraio 2016, come ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

image

Breve anteprima con l’almanacco di Antonella, la mini rubrica in cui la nostra conduttrice, autrice dell’omonimo ricettario/agenda, elenca il santo del giorno, il detto e le curiosità legate alla data, la pubblicità, la sigla e l’inizio della puntata.

image

Dopo i saluti iniziali, andiamo al mercato in compagnia di Carlo Cambi, che oggi ci fa immergere nello storico mercato del Louvre di Livorno, ad esaminare i vari prodotti, tra cui il pesce. Utilizzando le triglie fresche, Renatone Salvatori prepara un primo piatto genuino, i tagliolini con sugo di triglie alla livornese.

Prepariamo la pasta all’uovo, con farina di semola e 00, uova ed un pizzico di sale (200 g di farina e 2 uova; se serve, dell’acqua). Lasciamo riposare il panetto, quindi ricaviamo i tagliolini. In padella, scaldiamo l’olio con un po’ di scalogno tritato. Uniamo i pomodorini tagliati in 4 parti. Sfilettiamo le triglie (ne bastano 2), privandole anche della pelle; uniamo in padella, tagliandole a listarelle.

image

Porfumiamo con del timo limonato o del finocchietto; se vogliamo, uniamo del peperoncino e del prezzemolo fresco tritato. Lessiamo la pasta, per 2 minuti, in acqua salata. Scoliamo e saltiamo in padella, con le triglie ormai cotte (basteranno pochissimi minuti, circa 2-3). Lasciamo insaporire qualche istante sul fuoco, quindi serviamo.

c11

E’ il turno di Marco Bianchi, che prepara la ricetta del giorno, nonchè della salute. Il giovane ricercatore, nonchè abile cuoco, prepara uno dei suoi piatti salutari e golosi; prima, però, conosce un amico di Antonella, un ricercatore, che ha dedicato la sua vita allo studio della correlazione tra alimentazione e problemi psicofisici nei bambini. Ma veniamo alla ricetta, quella delle penne alla napoletana.

image

Ingredienti

  • 1 cipolla, 1 Kg pomodori, 4 cucchiai di olio evo, basilico, 320 g penne integrali, 200 g feta, sale e pepe q.b.

c12

Lessiamo la pasta integrale in acqua bollente e leggermente salata. Tagliamo i pomodori a cubettoni e li mettiamo in padella, con la cipolla affettata finemente, con pochissima acqua (se necessaria); lasciamo stufare fino ad ottenere il sugo (circa 1 ora). A fuoco spento, irroriamo il sugo con dell’olio evo.

image

Scoliamo la pasta e la passiamo sotto l’acqua fredda, in modo da contenere il picco glicemico. Saltiamo la pasta in padella, con il sugo, in modo da scaldarla un po’. Serviamo con basilico fresco e feta sbriciolata.

image

Dopo Marco Bianchi, ormai, sembra essere diventato d’obbligo cucinare la carne… dunque, ecco arrivare il macellaio de La prova del cuoco, Fabrizio Nonis, che oggi cucina la pancia della bestia (!!!), preparandoci lo strudel di carne. Praticamente un polpettone.

Ingredienti

  •  600 g di carne mista macinata (vitello e manzo), 100 g di formaggio, grana grattugiato, 50 g di fiocchi di patate, 1 uovo, 1 porro, 100 g di pane grattugiato, 6 fettine di formaggio, 150 g di ricotta, 250 g di spinaci prelessati, 100 g di pancetta affumicata, 150 g di farina gialla per polenta, 250 g di rucola, 250 g di pomodorini ciliegino, 100 g di pancetta affumicata, sale e pepe qb, olio evo qb

c8

Lavoriamo il macinato di carne con formaggio grattugiato, pangrattato, pepe in polvere, fiocchi di patate (il preparato per purè) e l’uovo. Per la farcitura, intanto, saltiamo in padella la pancetta, il porro tritato finemente e gli spinaci già lessati con un filo d’olio. Possiamo scegliere di profumare con una stecca di cannella. Dopo qualche minuto, togliamo la cannella ed amalgamiamo il resto alla ricotta. Lasciamo raffreddare.

image

Stendiamo il macinato, sottile, su un foglio di carta forno (lo mettiamo tra due fogli di carta forno e lo stendiamo col mattarello). Disponiamo al centro le fette di formaggio, sopra il ripieno ed arrotoliamo, dando la classica forma dello strudel. Spolveriamo lo strudel con la farina di polenta gialla; trasferiamo in un tegame foderato di carta forno inforniamo a 160° per 40 minuti. Tagliamo a fette e serviamo con dell’insalata.

image

Il momento più atteso, ecco Anna Moroni con uno dei suoi imperdibili dolci. Ad introdurla, Tu sei romantica, anche se Annina si dice “realistica” e ben poco romantica; poi, dalla regia arriva una foto di Anna con un signor “stacco di coscia“. Ma torniamo alla ricetta. Prepariamo un dolce di San Valentino: il tortino al cioccolato dal cuore morbido.

Ingredienti

  • 220 g cioccolato fondente, 150 g zucchero, 60 g farina, 7 uova, 50 g burro, 70 g amarene sciroppate, panna

c5

Le dosi indicate sono per circa 8 tortini. Possiamo anche prepararli in anticipo e tenerli in freezer. Sciogliamo, a bagnomaria, il cioccolato tritato grossolanamente con il burro. Separiamo gli albumi dai tuorli. Uniamo metà dello zucchero agli albumi e l’altra metà ai tuorli. Montiamo a neve gli albumi con le fruste elettrice; successivamente, montiamo anche i tuorli con lo zucchero, quindi uniamo la farina e mescoliamo per bene.

c4

Aggiungiamo anche il cioccolato fuso insieme al burro (non dev’essere caldo, ma tiepido). Mescoliamo bene, quindi incorporiamo gli albumi montati a neve. Imburriamo gli stampini e li riempiamo quasi per intero, lasciando solo 1 cm dal bordo.

image

Se congelati, inforniamo a 180° per 8-9 minuti. Se non congelati, basteranno anche solo 7 minuti. Ma, come dice Anna, dipende dal forno. Serviamo con amarene e panna montata o semplicemente con zucchero a velo.

c3

Infine la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Mauro Improta con Mariella Meschi e nel peperone Marco Bottega con Pasquale Di Giorgio. Per estrazione si decide chi sceglie tra i due panieri di ingredienti segreti quello che preferisce per la sua squadra, quindi si scoprono gli ingredienti e il via alla gara.

image

I  concorrenti restano in gara una settimana intera, con la possibilità di vincere i 500 euro in palio ad ogni vittoria giornaliera. La giuria composta da Fede, Tinto e Tiziana Stefanelli, osservato e assaggiato tutto, assegna la vittoria al peperone. Il quarto punto va quindi a Pasquale, che però non vince i soldi in palio.

image

Ed ora tutti a tavola, e a domani.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter