La prova del cuoco – Puntata del 12 febbraio 2016 – Diretta e ricette.

c8

Venerdì 12 febbraio 2016, come ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. Breve anteprima con l’almanacco di Antonella, la mini rubrica in cui la nostra conduttrice, autrice dell’omonimo ricettario/agenda, elenca il santo del giorno, il detto e le curiosità legate alla data, la pubblicità, la sigla e l’inizio della puntata.

La ricetta del giorno è di Anna Moroni, che apre la puntata con uno dei suoi irrinunciabili piatti. Dopo l’immancabile commento sulla terza serata del Festival di Sanremo, Anna prepara nientepopodimenoche le crepes. Ecco la ricetta degli involtini di crepes ai funghi.

c4

Ingredienti
  • Per le crespelle: 2 uova, 250 ml latte, 125 g farina, 40 g burro, sale
  • Per il ripieno: 500 g champignon, 50 g burro, 1 cucchiaio raso di farina, 100 g groviera
  • Per il condimento: 250 ml besciamella, 250 ml passata di pomodoro, prezzemolo, 1 spicchio d’aglio, olio evo, sale e pepe
Procedimento

Per il ripieno, scaldiamo un filo d’olio in padella, quindi mettiamo i funghi e facciamo cuocere a fuoco alto; saliamo e pepiamo a fine cottura. In un’altra padella, prepariamo un classico sugo di pomodoro, con un filo d’olio ed uno spicchio d’aglio. Bastano pochissimi minuti. Per le crepes, in una ciotola sbattiamo le uova; uniamo la farina e mescoliamo bene; aggiungiamo, man mano, il latte, ed impastiamo per bene. Infine, uniamo il burro fuso ed un pizzico di sale. Lasciamo riposare in frigorifero per almeno mezz’ora. Versiamo il composto, con un mestolo, in un padellino per crepes già caldo e leggermente unto d’olio (o burro). Cuociamo ciascuna crepe su entrambi i lati: dev’essere leggermente dorata. Intanto, cotti i funghi, li mettiamo in una ciotola e li spolveriamo di farina, unendo il formaggio grattugiato. Mescoliamo bene. Prepariamo la besciamella nel modo classico: sciogliamo il burro, mettiamo la farina e lasciamo rosolare per qualche istante; uniamo il latte freddo e mescoliamo fino a fare addensare. Profumiamo con noce moscata e completiamo con un pizzico di sale. Mettiamo un po’ di salsa di pomodoro nella besciamella, in modo da farla diventare rosa. Componiamo il piatto: imburriamo una pirofila; mettiamo una generosa cucchiaiata di funghi al margine di una crepe ed arrotoliamo come fosse un cannellone; disponiamo, in fila, nella teglia imburrata: ne verranno circa 6, grandi; copriamo con tutta la besciamella, il formaggio grattugiato e del prezzemolo tritato. Inforniamo a 180° per 30 minuti.c3

Corriamo da Gianfranco Pascucci, poichè “venerdì pesce“. Lo chef stellato ci dà un suggerimento per San Valentino, un modo raffinato di cucinare la sogliola. Ecco la ricetta della sogliola al burro di alghe spinaci e profumo di limoni.

c5

Ingredienti
  • 1 sogliola privata di testa coda e pinne, 50 g burro, 2 fogli di alga Nori, spinaci, patate, succo di mezzo limone, 2 mestoli di acqua, sale
Procedimento

Pascucci consiglia di comprare una sogliola già pulita; la adagiamo su una teglia unta d’olio evo. Prepariamo il burro aromatico: sciogliamo il burro in un pentolino; in una pentola calda, tostiamo leggermente l’alga, che divenuta croccante, sbricioliamo nel burro fuso. Se vogliamo, frulliamo il tutto con un mixer ad immersione; se vogliamo, versiamo la miscela ottenuta in uno stampo da ghiaccio ed otterremo dei cubetti di burro aromatico. Mettiamo dei pezzetti di burro aromatico sulla sogliola, insieme alla granella di pistacchi ed un paio di nocciole sbriciolate. Sulla teglia, mettiamo del pane raffermo tritato con del prezzemolo. Inforniamo a 180° per 10 minuti. In padella, sciogliamo un cubetti di burro aromatico con un filo d’olio ed un po’ d’acqua e del succo di limone; portiamo a bollore, quindi saltiamo delle foglie di spinaci freschi e delle fette di patate lesse; saltiamo appena, pochi secondi, quindi mettiamo di lato. Serviamo i filetti di sogliola, privandoli delle lische, con il pane croccante, gli spinaci e le patate.c7

Dopo le lezioni di bon ton, Antonella si rilassa con l’amica Ambra Romani, l’allegra pasticcera de La prova del cuoco. Oggi, un fantastico “dolce prima del tiggì“, perfetto per San Valentino. Ecco la ricetta della crostata alla panna cotta.

c9

Ingredienti
  • Per la base: 300 g farina, 60 g zucchero semolato, 225 g burro freddo, 3 tuorli medi, 170 ml acqua ghiacciata, sale
  • Per la panna cotta: 250 ml panna, 75 ml latte, 77 g zucchero semolato, 6 g colla di pesce, 1/2 baccello di vaniglia
  • Per decorare: confettura di more senza zucchero, 1 vaschetta di more, 1 rametto di menta fresca
Procedimento

Partiamo dalla farcitura: in un pentolino, mettiamo la panna con il latte; aggiungiamo lo zucchero semolato ed i semi di una bacca di vaniglia. Portiamo a bollore e lasciamo bollire per almeno 1 minuto. Quindi spegniamo il fuoco ed uniamo la gelatina rivenuta in acqua e ben strizzata. Lasciamo raffreddare e mettiamo per 15 minuti in frigorifero.

c10

Per la base di frolla, misceliamo la farina con lo zucchero ed un pizzico di sale; uniamo i tuorli e, infine, il burro freddo. Impastiamo (a mano o con la planetaria). Ottenuto un composto sbriciolato, uniamo l’acqua ed impastiamo fino ad ottenere un panetto compatto, ma morbido. Lasciamo riposare in frigorifero, avvolta nella pellicola. Stendiamo la frolla tra due fogli di carta forno; foderiamo con la stessa una tortiera a cerniera imburrata. Mettiamo a riposare in frigorifero 10 minuti la tortiera; copriamo con carta forno e fagioli secchi; inforniamo 35 minuti a 170°. Facciamo raffreddare, quindi copriamo il fondo con un leggero strato di confettura (usate quella che più vi piace: dev’essere un po’ aspra). Versiamo sopra la panna cotta ancora morbida, ma ormai fredda (non troppo, o si rapprende; a temperatura ambiente). Mettiamo in frigorifero ancora 20 minuti.c11

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter