La prova del cuoco – Puntata del 19 febbraio 2016 – Diretta e ricette.

c7

Venerdì 19 febbraio 2016, come ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. Breve anteprima con l’almanacco di Antonella, la mini rubrica in cui la nostra conduttrice, autrice dell’omonimo ricettario/agenda, elenca il santo del giorno, il detto e le curiosità legate alla data, la pubblicità, la sigla e l’inizio della puntata.

Chi è la persona più “sprintosa, nonostante la sua veneranda età“? E’ lei, l’infaticabile Anna Moroni, che prepara la ricetta del giorno, ovvero i conchiglioni con ricotta e besciamella al radicchio.

c3

Ingredienti
  • 350 g conchiglioni, 200 g radicchio, 1 bicchiere di vino bianco, 500 ml latte, 50 g farina, 50 g burro, 300 g ricotta, 1 uovo, maggiorana fresca, 100 g grana grattugiato, noce moscata, 80 g burro, sale e pepe
Procedimento

Lessiamo i conchiglioni; li scoliamo al dente e li raffreddiamo per bene in acqua fredda; li disponiamo su un foglio di carta forno e condiamo con un filo d’olio. Sfogliamo il radicchio e laviamo bene le foglie; le tagliamo a listarelle e mettiamo ad appassire in padella con un filo d’olio, una noce di burro e sfumiamo con il vino. Prepariamo la besciamella: sciogliamo il burro ed uniamo la farina; facciamo tostare qualche istante, quindi aggiungiamo il latte e, continuando a mescolare, lasciamo cuocere fino a farla addensare; profumiamo con la noce moscata e completiamo con un pizzico di sale. Uniamo il radicchio cotto e leggermente raffreddato alla besciamella. Per il ripieno dei conchiglioni, lavoriamo la ricotta con un uovo, il formaggio grattugiato e la maggiorana tritata. Saliamo. Componiamo il piatto: mettiamo alla base di una pirofila un po’ di besciamella. Riempiamo i conchiglioni con la farcia di ricotta e li adagiamo man mano sul fondo della pirofila con la besciamella. Spolveriamo con formaggio grattugiato e copriamo con la besciamella rimasta. Inforniamo 20 minuti a 180°.c4

Venerdì pesce, con Gianfranco Pascucci, che dopo aver assistito alla strampalata preparazione dei conchiglioni di Anna Moroni, prepara uno dei suoi piatti di pesce gourmet. Ecco la ricetta del battuto di gamberi viola.

c5

Ingredienti
  • 4 gamberi viola, 1 lime, 2 rametti di timo, 6 nocciole tostate, 1 costa di sedano, olio, sale
Procedimento

Priviamo i gamberi della testa (che potremmo usare per fare degli spaghetti; possiamo anche decidere di congelarle ed usarle in un secondo momento) e del carapace; eliminiamo anche il filettino interno. Quindi, tagliamo a metà, per il lungo, la polpa di gamberi; disponiamo gli stessi su un foglio di pellicola per alimenti; copriamo con dell’altra pellicola, facendo uscire l’aria, quindi battiamo delicatamente con il batticarne, fino ad ottenere un foglio sottile e senza spazi vuoti; mettiamo in freezer per almeno 24 ore. Tiriamo fuori e, ancora congelato, lo priviamo della pellicola. Pascucci consiglia di servirlo con lamelle di nocciole, olio e limone, erbe aromatiche; mangiare una volta scongelato.c8

Dopo il pesce, la carne. Antonella raggiunge il macellaio di fiducia de La prova del cuoco, Fabrizio Nonis. Oggi, à la volta del cappello del prete o paletta, ovvero la spalla dell’animale. Con questo taglio, piuttosto economico, prepariamo un brasato. Ecco la ricetta del capel del prete brasato al ginepro.

c9

Ingredienti
  • 1,5 Kg di cappello del prete, 2 gambi di sedano, 2 carote, 1 cipolla bianca, olio evo, sale e pepe, foglie di alloro, bacche di ginepro, 2 bicchieri di vino rosso, brodo vegetale, 350 g piselli gelo, 350 g carote baby, 150 g pancetta
Procedimento

Partiamo dal fondo: tagliamo grossolanamente sedano, carota e cipolla; mettiamo in un tegame con un filo d’olio. Leghiamo il cappello del prete con lo spago, in modo che in cottura mantenga la forma e non si “lasci andare“. Mettiamo la carne nel tegame e la facciamo rosolare su tutti i lati; bagniamo con il brodo vegetale ed il vino. Profumiamo con delle foglie di alloro e delle bacche di ginepro. Copriamo e lasciamo cuocere a fuoco basso per 2 ore, 2 ore e mezza. Per il contorno, facciamo rosolare la pancetta in una padella antiaderente, quindi uniamo i piselli e le carote baby tagliate a rondelle; lasciamo cuocere il necessario. Cotto il brasato, lo priviamo dello spago; frulliamo con un mixer ad immersione metà del fondo di cottura. Serviamo il brasato a fette con il fondo di cottura (frullato e non) ed il contorno di piselli e carote.c10

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter