La prova del cuoco – Puntata del 22 febbraio 2016 – Tataki di tonno, polpettine alla cacciatora, torta arrotolata di crepes salate, il benessere con Evelina Flachi.

c11

Lunedì 22 febbraio 2016, come ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. Breve anteprima con l’almanacco di Antonella, la mini rubrica in cui la nostra conduttrice, autrice dell’omonimo ricettario/agenda, elenca il santo del giorno, il detto e le curiosità legate alla data, la pubblicità, la sigla e l’inizio della puntata.

anto1

I saluti iniziali e al via con la ricetta del giorno che stavolta la prepara  Hiro Shoda, che piomba in studio direttamente dal Giappone, con uno dei suoi piatti inediti e sorprendenti per noi occidentali. Prepara il tataki di tonno affumicato con uovo e bottarga.

Ingredienti

  • Per il tonno: 100 g di trancio di tonno fresco abbattuto a -20 per 24 ore, sale affumicato qb, timo fresco qb, prezzemolo qb, olio evo
  • E inoltre: 1 uovo, fiocchi di sale qb
  • Per insalata croccante: 1/2 avocato, 1/2 avocado, 1/2 zucchina, 1/2 cipolla di Tropea, 1 ravanello, 10 g di capperi sotto sale, 2 filetti di acciuga sott’olio, basilico qb, sale qb, succo di limone qb, olio evo
  • Per la finitura: 30 g di bottarga di muggine, peperoncino in polvere qb

c13

Saliamo, in una ciotola, l’acqua. Passiamo il trancio di tonno nell’acqua salata, lo immergiamo, quindi lo estraiamo e lo asciughiamo con della carta assorbente; lo mettiamo in una ciotola, che sigilliamo con della pellicola; affumichiamo con l’apposito aggeggio (affumicatore); altrimenti, usiamo semplicemente del sale affumicato. Quindi, prendiamo il tonno e lo mariniamo, con olio, prezzemolo tritato grossolanamente ed erbe aromatiche a piacere.

anto2

Scaldiamo dell’acqua a 65°; immergiamo le uova e lasciamo cuocere per 30 minuti. Peliamo il cetriolo, lo priviamo della parte centrale con i semi e lo tagliamo a listarelle sottili; facciamo lo stesso con le zucchine, la cipolla rossa (pochi fili), l’avocado (a spicchi, senza buccia) ed i ravanelli tagliati in quarti.

c14

Uniamo alle verdure anche i capperi e le acciughe tritate grossolanamente; condiamo con un filo d’olio, succo di limone e sale. Togliamo il trancio di tonno dalla marinata e lo scottiamo su una piastra già rovente, per 1-2 minuti, su un solo lato. Togliamo dalla piastra e poniamo sul piatto da portata; sgusciamo le uova e le accompagniamo al tonno, insieme all’insalatina di verdure; completiamo con polvere di peperoncino e bottarga a scaglie.

c12

Cliente successivo: Anna Moroni. Uno dei classici della cucina nostrana, nonchè un cavallo di battaglia della nostra cuoca. Ecco la ricetta delle polpettine alla cacciatora.

Ingredienti

  • 400 g di carne mista macinata, 1 uovo e 1 tuorlo, 50 g di grana, 100 g di pane, latte qb, scorza di 1 limone grattugiato, 1 spicchio d’aglio, prezzemolo tritato, pane grattugiato, olio evo
  • Per la salsa alla cacciatora: 2 spicchi di aglio, 2 rametti di rosmarino, 1/2 bicchiere di aceto bianco, 1 bicchiere di vino bianco, peperoncino, sale e pepe

c8

Lavoriamo il macinato con il pane ammollato nel latte e ben strizzato; uniamo le uova (intero e tuorlo), il formaggio grattugiato (grana o pecorino), il prezzemolo tritato, la buccia grattugiata del limone (o la noce moscata in polvere) e, se volete, dell’aglio tritato. Impastiamo per bene, quindi ricaviamo delle polpettine, che passiamo nel pangrattato.

anto3

Le friggiamo nell’olio extravergine di oliva. Quando sono dorate, le facciamo sgocciolare su carta assorbente. Prepariamo la salsa: per quella alla cacciatora, mettiamo in una padella aceto, vino, aglio e rosmarino. Portiamo a bollore.

c9

Tuffiamo all’interno le polpettine e lasciamo insaporire qualche minuto, aggiungendo peperoncino e sale. La variante pensata da Anna: facciamo stringere l’aceto in padella; uniamo lo zucchero e i sottoaceti tagliati a cubetti piccolissimi, quindi, dopo 5 minuti, aggiungiamo la passata ed il concentrato. Lasciamo cuocere 10 minuti ed uniamo le polpettine, in modo da fare insaporire qualche minuto ancora.

c10

E’ il turno di Natalia Cattelani, la cuoca-mamma che, come sempre, propone una delle sue ricette golose, estremamente invitanti per i grandi e, ancor di più, per i più piccoli. Dunque, prepariamo la torta arrotolata di crepes salate.

Ingredienti

  • Per le crepes: 3 uova, 250 g yogurt bianco al naturale, 250 g farina, 300 g latte, 50 g olio evo delicato, sale e pepe, 1 noce di burro
  • Per il ripieno: 500 g ricotta di pecora, 500 g erbette di campo fresche, 1 cipollina fresca, 50 g formaggio grana
  • Per la crema: 2 uova, 150 g panna, 20 g grana, 2/3 cucchiai di mandorle in scaglie

c3

Per le crepes, in un mixer, mettiamo le uova, lo yogurt, la farina, l’olio, il latte, sale e pepe; frulliamo, fino ad ottenere una miscela omogenea. Lasciamo riposare, ma possiamo usarlo anche subito. Mettiamo una placca da forno a scaldare in forno, alla massima temperatura. Imburriamo la stessa aiutandoci con un foglio di carta assorbente.

c4

Versiamo all’interno un po’ di impasto, facendolo scivolare su tutti gli angoli. Inforniamo per 1 minuti e mezzo a 200° nella parte bassa del forno; dopo questo minuto, spostiamo nella parte alta per un altro minuto. Per il ripieno, mescoliamo la ricotta con le erbette lesse con la cipollina e tritate ed il formaggio grattugiato. Sforniamo la crepe.

anto4

Se abbiamo dei bordi croccanti, li rifiliamo; mettiamo su un lato il ripieno; arrotoliamo, come a formare un cannellone; tagliamo l’eccesso di crepe. Continuiamo così fino ad esaurire gli ingredienti.

c5

Ottenuti tutti i rotolini, li disponiamo, partendo dai bordi, in una tortiera imburrata, in modo da formare una spirale. A parte, mescoliamo insieme le uova con la panna; versiamo la miscela ottenuta sui rotolini; spolveriamo con formaggio grattugiato e scaglie di mandorle. Inforniamo 20 minuti a 180°.

c7

E’ il momento adesso di pensare al benessere e alla salute, ovviamente con la nutrizionista, la Dottoressa Evelina Flachi che questa volta ci aiuta con qualche consiglio in cucina per aiutare il benessere contro l’intestino pigro.

  • Semaforo rosso, quindi evitare: eccesso di cibi raffinati, diete monotone e squilibrate
  • Semaforo giallo, quindi moderazione, a patate, carote, limoni, banane, riso
  • Semaforo verde, quindi via libera, a acqua, infusi, yogurt, semi di lino, kiwi, mele, pere, prugne secche, carciofi, spinaci, legumi, cereali integrali

anto5

Un centrifugato ideale, ad esempio, può essere fatto con pere, kiwi, prugne, spinaci e semi di lino. Antonella lo deve bere, e stavolta lo apprezza.

anto6

Infine la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Cristian Bertol con Graziella Bassan e nel peperone Renato Salvatori con Roberta Belfortini. Per estrazione si decide chi sceglie tra i due panieri di ingredienti segreti quello che preferisce per la sua squadra, quindi si scoprono gli ingredienti e il via alla gara.

anto7

I  concorrenti restano in gara una settimana intera, con la possibilità di vincere i 500 euro in palio ad ogni vittoria giornaliera. La giuria composta da Fede, Tinto e Tiziana Stefanelli, osservato e assaggiato tutto, assegna la vittoria al pomodoro. Il primo punto va quindi a Graziella, che  vince i soldi in palio.

anto8

Ed ora tutti a tavola, e a domani.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter