La prova del cuoco – Puntata del 11 marzo 2016 – Polpettine di pollo con ricotta e prosciutto, tataki di capesante, panini di Reponi, mona de Pascua.

Pdc

Venerdì 11 marzo 2016, come ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. Breve anteprima con l’almanacco di Antonella, la mini rubrica in cui la nostra conduttrice, autrice dell’omonimo ricettario/agenda, elenca il santo del giorno, il detto e le curiosità legate alla data, la pubblicità, la sigla e l’inizio della puntata.

Pdc

La ricetta del giorno è di Anna Moroni, che prepara un secondo piatto leggero, ma golosissimo. Un piatto che Anna preparava per i suoi ragazzi, quando erano piccoli. Prepariamo le polpettine di pollo con ricotta e prosciutto. Nel mentre Anna racconta che la sera prima di andare a dormire si increma tutta per mantenere giovane la pelle e va a dormire con dei guantini nere e una vestaglia lunga. Si inizia così a ridere, e Antonella ride talmente tanto da piangere. Insomma momenti divertentissimi.

Ingredienti

  • 300 g di petto di pollo macinato, 200 g di ricotta, 1 uovo, 40 g di grana grattugiato, 30 g di pangrattato, noce moscata, 150 g di prosciutto crudo, vino bianco qb, 2 foglie di salvia, olio extravergine di oliva, sale

polpettine

Lavoriamo il macinato di pollo con la ricotta mista; aggiungiamo le uova ed il formaggio grattugiato ed impastiamo. Profumiamo con la noce moscata. Aggiustiamo di sale e pepiamo. Ottenuto un impasto omogeneo, uniamo il pangrattato, in modo da ottenere la consistenza necessaria a formare le nostre polpettine.

Pdc

Quindi ricaviamo le polpettine, le avvolgiamo nel prosciutto crudo affettato (o lo speck) e le cuociamo in padella, con un generoso filo d’olio. Dopo averle ben rosolate, sfumiamo col vino e completiamo la cottura. Accompagniamo a dei piselli saltati con olio, spicchio d’aglio, sale e pepe.

polpettine1

Venerdì pesce, con Gianfranco Pascucci, che dopo aver commentato le abitudini notturne di Gianfranco Pascucci, prepara uno dei suoi raffinatissimi piatti. Prepariamo il tataki di capesante con patate e mele lardo e paprika.

Ingredienti

  •  4 capesante fresche, 1 cucchiaio di puré di patate, 1 mela verde, 4 fettine sottili di lardo, 1 cucchiaio di paprika dolce

capesante1

Dapprima, la raccomandazione di tenere almeno 48 ore il pesce in freezer. Iniziamo pulendo le capesante dalle impurità. Le lasciamo marinare per pochi minuti in una salsa ottenuta miscelando dell’olio al rosmarino (lo scaldiamo leggermente con degli aghi di rosmarino) con l’aceto balsamico.

image

Scaldiamo la padella leggermente unta; disponiamo sopra , a fiamma alta, le capesante e le scottiamo per pochi istanti su entrambi i lati. Una volta dorate, spegniamo il fuoco e mettiamo sopra un ricciolo di lardo; le impiattiamo con una composta di mele (1 mela verde ed una gialla cotte al microonde, frullate e fatte riposare in frigorifero ad asciugare), qualche goccia di fondo di cottura, puntarelle condite con della colatura di alici ed una spolverata di paprika dolce (ed il purè? Andrà nella composta di mele?! Non ci è dato saperlo).

capesante

Daniele Reponi ci porta davvero L’Italia in un panino, preparandoci questa volta due panini con ingrediente principe la Nocellara di Belice, un’ottima oliva.

Pdc

Per il primo panino, usiamo del pane da hot dog, che tagliamo a metà e scaldiamo leggermente, quindi farciamo con fette di pomodoro, un bagnetto fatto mettendo in una padella antiaderente un trito di olive, un cappero tritato e un’acciuga che facciamo sciogliere con un goccio di olio, dei pezzettini di salsiccia di Bra cotta alla griglia e riscaldata poi in padella.

pcuoco1

Per il secondo panino, invece, farciamo del pane comune con fettine di caciocavallo del Gargano, scaldiamo appena, mettiamo delle fettine di pomodoro giallo, dei pezzetti di olive e delle mandorle in scaglie.

pcuoco2

Un ospite inatteso, all’interno della rubrica Indovina chi viene a pranzo?. Oggi, torna un cuoco spagnolo, David Povedilla, che prepara un dolce di Pasqua, una “storia d’amore“. Facciamo il dolce la mona de Pascua.

Ingredienti

 

  • 600 g di farina, 150 g di olio evo, 3 uova medie, 4 uova sode, 50 g di panna fresca, 200 g di zucchero semolato, 45 g di lievito di birra, 200 g di latte, la scorza di un’arancia non trattata, la scorza di un limone non trattato, 1 stecca di cannella, sambuca qb

mona1

  • per lo sciroppo: 250 g di zucchero semolato, 120 g di acqua
  • per guanrire: granella di zucchero qb, confetti colorati al cioccolato

mona

Scaldiamo leggermente l’olio con la scorsa degli agrumi e la cannella. A parte, scaldiamo il latte con la sambuca; uniamo il lievito di birra e mescoliamo fino a scioglierlo completamente. Togliamo dal fuoco (dev’essere tiepido, non caldo); a parte, mescoliamo con una frusta manuale 2 uova con lo zucchero. Uniamo l’olio aromatizzato e filtrato ed il latte; mescoliamo, quindi uniamo anche la farina ed impastiamo per bene, fino ad ottenere un composto morbido ed omogeneo.

pcuoco3

Lasciamo lievitare, coperto, fino al raddoppio del volume (anche una notte intera); formiamo 2 palline di 200 g circa; disponiamo su una placca coperta di carta forno e spennelliamo con una miscela di uovo e panna (o latte). Mettiamo al centro di ciascuna pallina di impasto un uovo sodo, lasciamo lievitare nuovamente fino al raddoppio e cuociamo 170° per 25 minuti circa. Fuori dal forno, spennelliamo con lo sciroppo di acqua e zucchero e spolveriamo con granella di zucchero e confettini di cioccolato.

mona2

Infine la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Riccardo Facchini con Lucia Paci e nel peperone Marco Parizzi con Silvana Di Giorgio. Per estrazione si decide chi sceglie tra i due panieri di ingredienti segreti quello che preferisce per la sua squadra, quindi si scoprono gli ingredienti e il via alla gara.

pcuoco4

I  concorrenti restano in gara una settimana intera, con la possibilità di vincere i 500 euro in palio ad ogni vittoria giornaliera. La giuria composta da Anna Moroni, Fede e Tinto, osservato e assaggiato tutto, assegna la vittoria al pomodoro. Il quinto e ultimo punto va quindi ancora a Lucia, che  però anche oggi non vince i soldi in palio.

pcuoco5

Ed ora tutti a tavola, e a domani.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter