La prova del cuoco – Puntata del 18 marzo 2016 – Arrosto di tacchino alle nocciole ed erbette, rigatoni al sugo di paranza, torta di carote, pizza della costiera.

Pdc
Venerdì 18 marzo 2016, come ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. Breve anteprima con l’almanacco di Antonella, la mini rubrica in cui la nostra conduttrice, autrice dell’omonimo ricettario/agenda, elenca il santo del giorno, il detto e le curiosità legate alla data, la pubblicità, la sigla e l’inizio della puntata.

cuoco

La brociona del cast, la rossa Luisanna Messeri, oggi apre la puntata essendo la protagonista de la ricetta del giorno, al posto di Anna che oggi si è presa un giorno di vacanza. Prepariamo stavolta un secondo piatto, l’arrosto di tacchino alle nocciole ed erbette.

Ingredienti

  • 1 kg di fesa di tacchino in un solo pezzo aperto a libro, 1 litro di latte intero fresco, 100 g di nocciole pelate e tostate, 1 mazzetto di erbe odorose, 4 bacche di ginepro, 1 bicchiere di vino bianco, amido di mais qb, olio evo, sale e pepe qb
  • per accompagnare: 500 g di patatine novelle

Apriamo a libro la fesa di tacchino e la battiamo bene. Facciamo bollire il latte con due fglie di alloro. Tritiamo rosmarino, salvia, maggiorana, prezzemolo, ossia tutte le erbe odorose che preferiamo e le condiamo con un pizzico di sale e pepe.

cc3

Mettiamo il trito sulla fesa di vitello, distribuendolo bene, quindi arrotoliamo la carne e chiudiamo legandola bene e formando l’arrosto. In una casseruola alta e capiente scaldiamo un goccio di olio, aggiungiamo qualche bacca di ginepro, aggiungiamo l’arrosto e lo facciamo ben rosolare, uniamo le nocciole tritate grosslanamente con la mezzaluna.

cc2

Sfumiamo con il vino bianco, lasciamo evaporare, quindi aggiungiamo tutto il latte caldo, copriamo e facciamo cuocere a fiamma medio/bassa per circa un’ora e 20 minuti. Quindi tagliamo l’arrosto a fettine, versiamo sopra il fondo di cottura che prima addensiamo con un pochino di amido di mais. Accompagnamo con delle patate novelle cotte al vapore e ripassate in padella con un goccio di latte e un po’ di trito di erbette aromatiche. Buon appetito.

Arrosto

Venerdì pesce, con Gianfranco Pascucci, lo chef stellato che, oggi, ci prepara un primo piatto di pesce che tutti amano ma che in pochi sanno cucinare. Facciamo i rigatoni al sugo di paranza.

Ingredienti

  • 400 g di pesce di paranza, 280 g di rigatoni,  1 spicchio di aglio, prezzemolo, vino bianco, olio, pomodori infornati, brodo vegetale, 1 cucchiaio di passata di pomodoro

image

Lessiamo i rigatoni, ideali quelli semi integrali, in acqua bollente e salata, poi li scoliamo al dente. Facciamo il sugo, tagliando a pezzettini del pescato molle da paranza, tenendo tentacoli e corpo centrale ad esempio dei totanelli e della pannocchia, scaldiamo in una pentola un goccio di olio, uniamo un trito di sedano, carota e cipollotto, facciamo rosolare, sfumiamo con il vino, lasciamo evaporare, quindi uniamo gli scarti dei vari pesci e li lasciamo stufare.

image

Togliamo dalla fiamma, aggiungiamo i pomodori tagliati a pezzetti, aggiungiamo un pochino di brodo vegetale, lasciamo cuocere bene, frulliamo leggermente, quindi filtriamo ottenendo un sugo di pomodoro al pesce. In una padella antiaderente scaldiamo un goccio di olio e lo insaporiamo con del peperoncino e uno spicchio di aglio, poi togliamo e mettiamo i vari pezzi di pesce puliti prima a rosolare velocemente, fino a quando cambiano colore e si arricciano, quindi li saliamo leggermente.

Pdc

Condiamo i rigatoni con i vari pesci e il sugo di pomodoro fatto. Ultimiamo con qualche foglia di basilico fresco. Buon appetito.

cuoco

Dolci prima del tiggì, la rubrica dedicata appunto aila golosità dei dolci, oggi vede protagonista Ambra Romani, che propone una torta di carote, ma non classica, ma in versione americana. Facciamo quindi la carrot cake.

Ingredienti

  • 500 g di carote pelate e tritate finemente, 4 fette di ananas fresca tagliate a dadini, 200 ml di succo di ananas, 560 ml di olio di semi di girasole, 6 uova intere, 500 g di zucchero semolato, 1 bacello di vaniglia, 750 g di farina, 100 g di farina di cocco, 15 g di bicarbonato di sodio, 15 g di cannella in polvere, 2 g di sale fino, 250 g di noci tritate grossolanamente
  • per la farcia cremosa: 200 g di robiola, 300 g di mascarpone, 40 g di zucchero a velo
  • per il ripieno: 100 g di pasta di zucchero arancione, 50 g di pasta di zucchero verde

image

Nella planetaria, oppure usando le fruste elettriche, amalgamiamo 6 uova intere, 500 g di zucchero, montiamo bene, uniamo due bacche di vaniglia, 15 g di cannella, 100 g di farina di cocco, montiamo bene, aggiungiamo anche a filo 560 ml di olio di semi, continuiamo ad azionare la planetaria o le fruste elettriche.

image

Aggiungiamo le carote che prima tritiamo finemente, amalgamiamo, mettiamo le fette di ananas tagliate a dadini, mezzo bicchiere di zucco di ananas, amalgamiamo bene ancora. Per ultimo, a planetaria o a fruste spente, aggiungiamo la farina, il lievito e un pizzico di sale, quindi mescoliamo ancora bene il tutto.

image

Per ultimo mettiamo le noci tritate e mescoliamo a mano con una spatola. Versiamo il composto in 2 o 3 tortiere e inforniamo per un’ora, un’ora e un quarto a 180°, poi le mettiamo in frigorifero a raffreddare. Facciamo la farcia cremosa e in una ciotola mescoliamo la robiola con lo zucchero a velo, poi aggiungiamo il mascarpone.

image

Tagliamo le torte a metà in orizzontale, mettiamo una base alla metà, farciamo mettendo sopra un po’ di farcia cremosa fatta, mettiamo sopra l’altra metà, ancora crema e così via per diversi strati. Decoriamo con la pasta da zucchero che modelliamo per ottenere delle carotine. Buon appetito.

image

La rubrica Indovina chi viene a pranzo, ospita oggi Antonio Esposito, cuoco di Sorrento, che altro non può che proporre una ricetta della sua terra, quindi una squisita pizza della costiera.

image

Ingredienti

  • 500 cl di acqua, 700 g di farina, 20 g di sale, 2 g di lievito di birra o 40 g di lievito naturale 
  • per la farcitura: 1 treccia di Sorrento oppure una mozzarella fiordilatte, scaglie di limone igp, scaglie di provolone del Monaco igp, noci di Sorrento qb

image

Per l’impasto amalgamiamo la farina con l’acqua e il lievito, quindi la lasciamo lievitare per 24 ore, poi la stendiamo, foderiamo una teglia da pizza con il composto, mettiamo sopra a fettine la treccia oppure la mozzarella fiordilatte e cuociamo in forno alla massima temperatura per 10 minuti. Poi ultimiamo con scaglie di scorza di limone, delle noci sminuzzate e scaglie di provolone. Buon appetito.

pizzaInfine la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Luigi Gandola con Enrico Nigilia e nel peperone GianPiero Fava con Dina Buccino. Per estrazione si decide chi sceglie tra i due panieri di ingredienti segreti quello che preferisce per la sua squadra, quindi si scoprono gli ingredienti e il via alla gara.

cuoco1

I  concorrenti restano in gara una settimana intera, con la possibilità di vincere i 500 euro in palio ad ogni vittoria giornaliera. La giuria composta da Tiziana Stefanelli, Fede e Tinto, osservato e assaggiato tutto, assegna la vittoria al peperone. Il quinto e ultimo punto va quindi a Dina, che  vince i soldi in palio.

cuoco2

Ed ora tutti a tavola, e a domani.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter