La prova del cuoco – Puntata del 25 marzo 2016 – Torta pasqualina tradizionale, muggine alla cacciatora, decorazioni pasquali, panini di Reponi.

cc3Venerdì 25 marzo 2016, come ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. Breve anteprima con l’almanacco di Antonella, la mini rubrica in cui la nostra conduttrice, autrice dell’omonimo ricettario/agenda, elenca il santo del giorno, il detto e le curiosità legate alla data, la pubblicità, la sigla e l’inizio della puntata.

ccLa puntata odierna si apre con la tradizionale ricetta del giorno che, come consuetudine al venerdì, la prepara Anna Moroni. Essendo imminente la Pasqua, Anna non può che proporre un piatto appunto dedicato a questa festa. Facciamo quindi oggi la torta pasqualina, tradizione ligure, che la nostra cuoca ci prepara nella sua versione, tradizionale, ma con qualche variante per renderla più semplice da realizzare.

Ingredienti:

  • 250 g di farina, 2 cucchiai di olio, mezzo bicchiere di acqua fredda
  • per il ripieno: 6 uova, 400 g di erbette, 400 g di spinaci, 2 grossi mazzi di rucola, 1 cipolla, 2 chiodi di garofano, 300 g di formaggio caprino fresco, 50 g di grana, 1 manciata di mollica di pane bagnata nel latte e strizzata, 1 cucchiaio di maggiorana fresca tritata, sale e pepe

ccIniziamo a preparare una pasta matta impastando la farina con due cucchiai di olio e mezzo bicchiere di acqua. Lasciamo quindi riposare il panetto ottenuto, poi lo dividiamo in tre parti di cui una più piccola e due uguali e stendiamo col mattarello. In alternativa, se non vogliamo preparare questa pasta comunque semplice, si può utilizzare della classica pasta sfoglia.

cc1Prendiamo tutte le erbette verdi di cui disponiamo, come rucola, erbette, spinaci, le tagliamo a pezzettini e le facciamo stufare tutte insieme in una padella con un goccio di olio e una cipolla tritata, poi le lasciamo raffreddare. In una ciotola capiente mettiamo quattro formaggi caprino, il formaggio grana, il pane ammollato nel latte e strizzato, un pizzico di sale e di pepe, la maggiorana tritata, due uova intere, quindi amalgamiamo tutto.

cc3Aggiungiamo tutte le verdure che abbiamo stufato, amalgamiamo bene. Foderiamo una tortiera a cerniera con la carta forno bagnata, quindi alla fase foderiamo la tortiera con ben due rotoli di pasta fatta, per rendere la base più consistente, distribuiamo sopra metà impasto fatto, facciamo quattro fossette e in ognuna di queste rompiamo un uovo intero, quindi completiamo distribuendo sopra l’altra metà del composto.

cc4Con l’ultima parte di composto di pasta fatto facciamo delle listarelle che mettiamo sopra, proprio come fosse una crostata. Spennelliamo con l’olio e inforniamo a forno statico a 180° per un’ora e 15 minuti, anche un’ora e mezza a seconda del forno. E buona Pasqua.

cc5Venerdì pesce, con Gianfranco Pascucci, lo chef stellato che, oggi, ci prepara un secondo piatto di pesce di facile realizzazione ma dall’ottimo risulato. Facciamo il muggine alla cacciatora.

Ingredienti:

  • 800 g di muggine, rosmarino, aglio, cipolla infornata, brodo vegetale, vino bianco, 1 patata lessa, 1 pezzetto di alga, 1 foglia di alloro, 1 mazzetto di mirto, 1 goccio di aceto

cc2In un pentolino facciamo bollire dell’acqua con delle alghe, una volta che bolle la versiamo sul pesce dalla parte della pelle, in modo che la pelle diventi bella lucida. Poi prendiamo il pesce e o lo grigliamo dalla parte della pelle, oppure bruciamo la pelle con l’apposito strumento, quindi togliamo la pelle. Facciamo un sughetto mettendo in un pentolino un goccio di olio, uno spicchio di aglio, della cipolla infornata tagliata finemente, un po’ di rosmarino, un goccio di vino bianco e di brodo vegetale, una punta di aceto, qualche oliva e capperi, un pochino di colatura di alici e lo facciamo cuocere qualche minuto.

ccIn un altro pentolino mettiamo a scaldare dell’olio fino a 140°, mettiamo dentro in infusione dell’aglio e del rosmarino, poi li togliamo e versiamo un pochino di olio su delle patate lessate e schiacciate, questo le insaporirà e le farà diventare morbide e gonfie, poi saliamo e pepiamo. Impiattiamo mettendo alla base il composto di patate, sopra il pesce che tagliamo a filetti e serviamo crudo, o in alternativa cuociamo qualche minuto nel sugo alla cacciatora fatto, mettiamo sopra il sugo fatto e ultiamo con dei fiori di carciofi fritti. Buon appetito.

cc3La rubrica Indovina chi viene a pranzo?, oggi vede ospite Claudo Menconi, che mostra le sue decorazioni di Pasqua, quindi non una ricetta. Usa del melone giallo, quello invernale, che decora appunto come fosse un uovo di Pasqua.

ccToglie la buccia, tranne una piccola fessura che resta per rappresentare un nastro che lo avvolge, con della buccia fa il fiocco sopra. E altre decorazioni come fiori e campane fatte usando delle pere che intaglia e a cui poi fissa dei chicchi di uva con uno stuzzicadente.

cc3Daniele Reponi ci porta davvero L’Italia in un panino, preparandoci questa volta due panini con ingrediente principe due formaggi: il bitto e il caseraPer il primo panino, usiamo del pane al latte, che prima scaldiamo leggermente, quindi farciamo con fettine di uovo sodo, una maionese  fatta con maionese classica, un cucchiaio di yogurt e un filo di olio e una grattata di noce moscata.

ccInfine mettiamo delle cime di asparagi scottate al avapore e condite con un pochino di olio, fettine di formaggio bitto. Per il secondo panino, invece, farciamo del pane all’olio extravergine con delle fettine di formaggio di alpeggio, delle cime di rapa o dei broccoletti ripassati in padella e fettine di formaggio casera.

cc3Infine la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Mauro Improta con Cristina Piollo e nel peperone Francesca Marsetti con Giuseppe Mattocci. Per estrazione si decide chi sceglie tra i due panieri di ingredienti segreti quello che preferisce per la sua squadra, quindi si scoprono gli ingredienti e il via alla gara. I  concorrenti restano in gara una settimana intera, con la possibilità di vincere i 500 euro in palio ad ogni vittoria giornaliera. La giuria composta da Fede, Tinto e Tiziana Stefanelli, osservato e assaggiato tutto, assegna la vittoria al peperone. Il quarto punto va quindi a Giuseppe, che vince i soldi in palio.

ccEd ora tutti a tavola, e a domani.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter