La prova del cuoco – Puntata del 3 maggio 2016 – Diretta e ricette.

AntonellaMartedì 3 maggio 2016, come ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. Breve anteprima con l’almanacco di Antonella, la mini rubrica in cui la nostra conduttrice, autrice dell’omonimo ricettario/agenda, elenca il santo del giorno, il detto e le curiosità legate alla data, la pubblicità, la sigla e l’inizio della puntata.

Pdc Ad aprire la puntata odierna è la giunonica Alessandra Spisni. La cuoca bolognese, dopo l’abbuffata di bomboloni di venerdì, torna ai primi piatti, proponendo le pappardelle variegate con le zucchine.

Ingredienti

pappardelle2

  • 150 g sfoglia verde, 150 g sfoglia rossa, 150 g sfoglia gialla, 600 g zucchine scure, 1 scalogno tritato, 1 cucchiaio di strutto, 100 g grasso di prosciutto o lardo tritato, 100 g burro, 300 g cubetti di pomodoro, sale e pepe
Procedimento

Prendiamo gli impasti preparati (Alessandra ne usa una con gli spinaci, una col doppio concentrato di pomodoro ed una classica), li sovrapponiamo, senza infarinare la parte sovrapposta. Stendiamo col mattarello, in modo che si formino tre strati. Ottenuta una sfoglia sottile, ricaviamo le pappardelle. Le lessiamo in acqua bollente e salata.

Pdc In padella, sciogliamo il burro; aggiungiamo le zucchine a rondelle; saliamo e facciamo cuocere coperta. In un’altra padella, mettiamo una noce di strutto e facciamo appassire lo scalogno tritato; uniamo il grasso di prosciutto ed il lardo; quando questo si è sciolto, uniamo il pomodoro. Scoliamo le pappardelle e le condiamo col sugo al pomodoro e le zucchine appassite.pappardelle

Dalla pianura padana alle montagne, con Marcus Holzer, che direttamente da San Candido arriva a La prova del cuoco per preparare il caprino grigliato con insalatina di tarassaco e sciroppo d’abete.

Ingredienti

caprino

  • 300 g caprino fresco, farina, 20 ml sciroppo di punte d’abete, 100 g baguette, 3 rametti di timo, 150 g tarassaco, 1 cucchiaino di senape, 30 ml aceto balsamico, 70 ml olio evo, 30 ml olio di noci, sale 
Procedimento

Prepariamo i crostini, affettando la baguette e mettendola a tostare in padella, con un filo d’olio ed erbe aromatiche. In una ciotola, mettiamo la senape, l’aceto balsamico, un pizzico di sale e gli olii, d’oliva e di noci; misceliamo per bene. Con la salsina ottenuta, condiamo il tarassaco.

Pdc Tagliamo il caprino a fette spesse; le infariniamo leggermente e lo grigliamo su una padella antiaderente. Serviamo il caprino sull’insalata di tarassaco e con i crostini, irrorandolo con lo sciroppo o spolverando i caprini con lo zucchero che facciamo caramellare con il cannello.caprino2

Dal nord al sud, con il re della pizza Gino Sorbillo, che propone una delle sue colorate e profumatissime creazioni, una pizza squisitamente estiva. Ecco la pizza col pesto fresco fior di latte e basilico.

Ingredienti
  • 180 g acqua, 1 g di lievito di birra fresco, 9 g di sale, 250 g di farina setacciata; pesto fresco, provola e fior di latte, foglie di basilico, olio evo, cacioricotta
Procedimento

Sciogliamo in 180 g acqua, 1 g di lievito di birra fresco; mettiamo 9 g di sale e, pian piano, 250 g di farina setacciata. Impastiamo per bene, per circa 10-15 minuti; ottenuto un composto compatto ed elastico, lasciamo lievitare, coperto, per 8 ore circa.

Pdc Aiutandoci con la farina, stendiamo il panetto lievitato. Mettiamo su una teglia foderata di carta; disponiamo sopra le foglie di basilico, la provola mista a fior di latte tagliati a cubetti ed abbondante pesto genovese. Inforniamo a 250° per 17 minuti circa. Prima di servire, spolveriamo con cacioricotta grattugiato.

pizzaEd ora il tanto atteso dolce di Anna Moroni, il momento più dolce della settimana. Oggi, un classico della pasticceria romana: la crostata di visciole romana.

Ingredienti

crostata

  • Per la frolla: 400 g farina 00, 200 g zucchero a velo, 200 g burro, 4 tuorli, scorza di limone, sale
  • Per il ripieno: 500 g ricotta di pecora, 140 g zucchero semolato, 2 uova, 2 cucchiai di sambuca, 1 barattolo di confettura di visciole da 350 g o 150 g di visciole.
Procedimento

Lavoriamo il burro morbido con lo zucchero a velo, i rossi d’uovo, un pizzico di sale e la scorza grattugiata del limone; ottenuta una crema, uniamo la farina e lavoriamo, fino ad ottenere delle briciole; le accorpiamo e lasciamo riposare in frigorifero.

Pdc Per il ripieno, lavoriamo la ricotta con lo zucchero, 2 rossi d’uovo e la sambuca. Stendiamo la frolla, lasciandola abbastanza spessa; foderiamo una tortiera per crostate con la frolla; ritagliamo i bordi e farciamo con il ripieno di ricotta. Con gli scarti della frolla, realizziamo le strisce.

Pdc

Disponiamo sopra la ricotta le visciole sciroppate e copriamo con le strisce di frolla. Inforniamo a 160° per 1 ora e 10 minuti o 20 minuti.crostata2Antonella si riposa, perchè si siede al tavolo e ascolta una soporiferia lezione di bonton di Alessandro Scorsone che, da maestro cerimoniere racconta come si usano correttamente le posate messe in una tavola aparecchiata.

imageInfine la gara dei cuochi che vede  in gara i sei concorrenti migliori di questa edizione, per poi eleggere a fine mese il campionissimo di questa annata di programma. Per tre settimane abbiamo ogni settimana due concorrenti in gara, l’ultima settimana di programamazione torneranno i due con i due punteggi più alti. Ogni giorno, infatti, in palio non soldi ma un punto.

La prova del cuocoAbbiamo nel pomodoro Marco Bottega con Agata Liotta e nel peperone Francesca Marsetti con Giuseppe Privitera. Per estrazione si decide chi sceglie tra i due panieri di ingredienti segreti quello che preferisce per la sua squadra, quindi si scoprono gli ingredienti e il via alla gara.  La giuria composta da Fede, Tinto e oggi Anna Moroni, osservato e assaggiato tutto, assegna la vittoria al pomodoro. Agata  risponde correttamente alla domanda culinaria e conquista il punto in palio.

image

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter