La prova del cuoco – Puntata del 17 maggio 2016 – Garganelli, club pizza, bignè per celiaci…

AntonellaMartedì 17 maggio 2016, come ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. Breve anteprima con l’almanacco di Antonella, la mini rubrica in cui la nostra conduttrice, autrice dell’omonimo ricettario/agenda, elenca il santo del giorno, il detto e le curiosità legate alla data, la pubblicità, la sigla e l’inizio della puntata. 

imageAlessandra Spisni prepara uno dei suoi primi piatti ‘leggeri’, dice lei… Prima, però, Antonella si collega con Fabrizio Nonis, il quale, in esterna, si prepara ad una super grigliata. Intanto, ecco la ricetta dei garganelli vegetariani.

Ingredienti

garganelli

  • 4 uova, 400 g farina, 1 porro, 150 g asparagi sottili, 1 zucchina chiara, trito di erbe aromatiche, 1 carota, 1 costa di sedano bianca, 100 g burro, olio evo, sale e pepe, grana grattugiato 
Procedimento

Impastiamo la farina con le uova; lasciamo riposare l’impasto coperto, quindi tiriamo la sfoglia sottile. In una padella, intanto, sciogliamo il burro con l’olio; mettiamo il cipollotto affettato sottile; a parte, sbollentiamo gli asparagi già puliti. In padella, uniamo le carote a cubetti, il sedano e le zucchine tagliate a rondelle. Profumiamo il tutto con un trito di erba aromatiche.

imageScoliamo gli asparagi e li uniamo alle verdure in padella. Saliamo e pepiamo. Tagliamo la sfoglia a rettangolini, quindi li arrotoliamo su uno stecco, rigandoli con l’apposito attrezzo. Li lessiamo in acqua salata per pochi istanti; li scoliamo e li condiamo con le verdure saltate. Completiamo con una generosa spolverata di formaggio grattugiato.garganelli2

Torna il colossale panettiere Gabriele Bonci, che celebra la primavera con una pizza a strati, una club pizza. Ad accompagnarlo, oggi, il fido Fulvio Marino, esperto e produttore di farine.

Ingredienti
  • 1 Kg farina tipo 2 (poco raffinata), 700 g acqua, 3 g lievito di birra secco, 20 g olio evo, 15 g sale.
Procedimento

Iniziamo dall’impasto: idratiamo la farina tipo 2, a cui abbiamo unito il lievito secco, con l’acqua; mescoliamo, quindi uniamo il sale e mescoliamo ancora; uniamo infine l’olio ed impastiamo per 10 minuti circa. Dividiamo in 3 panetti e lasciamo lievitare, coperti, per 24 ore in frigorifero. Stendiamo i tre panetti delicatamente. Su una teglia rettangolare, stendiamo il primo strato; quindi sovrapponiamo il secondo ed il terzo, cercando di fare combaciare i bordi, senza schiacciare troppo. Completiamo con un filo d’olio ed inforniamo per 15 minuti a 220°.

imageOtterremo tre strati separati. Farciamo il primo strato con poca maionese, frittata di zucchine a fette, acciughine sott’olio e fette di pomodoro; copriamo con un altro strato di focaccia e spalmiamo ancora con maionese, disponiamo sopra il prosciutto cotto affettato e le foglie di lattuga, olio, sale e pepe; copriamo con l’ultimo strato di focaccia. Tagliamo a triangoli.

pizzaAntonella si reca all’esterno, e in un bel prato con baldacchino allestito, Fabrizio Nonis propone la grigliata di carne, ma non solo. Oltre ai classici pezzi di carne, salsiccia, ecc vengono grigliate anche melanzane, peperone e anche le fette di ananas. Una salsina, tra le tante, a base di basilico e olio può essere ideale per accompagnarle.

la prova del cuocoInfine, il dolce di Anna Moroni, che chiude un menu memorabile e particolarmente grasso con un dolce dedicato agli intolleranti al glutine. Dunque, ecco la ricetta dei bignè alla crema per celiaci. Insieme a lei Evelina Flachi che spiega la celiachia, da come riconoscerla ai consigli sugli esami di accertamento da fare.

Ingredienti

bignè

  • Per i bignè: 150 g acqua, 75 g burro freddo a pezzetti, 60 g farina di riso, 30 g amido di mais, 3-4 uova, un pizzico di sale
  • Per la crema: 500 g latte intero, 150 g zucchero, 35 g amido di mais, 4 tuorli d’uovo, 1/2 bacca di vaniglia

bignè3

Procedimento

In un pentolino, scaldiamo a fuoco dolce l’acqua con il burro; quando quest’ultimo è completamente sciolto, uniamo la farina di riso e l’amido di mais, mescolando energicamente. Lasciamo sul fuoco finchè il composto non si stacca dalle pareti. Togliamo dal fuoco, la mettiamo in una ciotola e la facciamo raffreddare leggermente; quindi uniamo, una ad una, le uova (175 g in totale).

la prova del cuocoOtterremo la consistenza di una crema pasticcera. Trasferiamo in una sacca da pasticcere e formiamo dei ciuffetti di impasto su una placca da forno foderata di carta. Inforniamo a 200° per 15 minuti, poi 180° per altri 40-45 minuti. Si conservano, senza farcitura, in una scatola di latta per 10 giorni al max; in alternativa potete congelarli.

imagePer la crema, scaldiamo il latte con la vaniglia; a parte lavoriamo i tuorli con l’amido e lo zucchero; stemperiamo con il latte caldo e mescoliamo energicamente; mettiamo sul fuoco fino a farla addensare, continuando a mescolare. Facciamo raffreddare in frigorifero, coperta da pellicola. Farciamo i bignè freddi con la crema e li glassiamo con del 7cioccolato fondente sciolto a bagnomaria.

bignè2Infine la gara dei cuochi che vede  in gara i sei concorrenti migliori di questa edizione, per poi eleggere a fine mese il campionissimo di questa annata di programma. Per tre settimane abbiamo ogni settimana due concorrenti in gara, l’ultima settimana di programamazione torneranno i due con i due punteggi più alti. Ogni giorno, infatti, in palio non soldi ma un punto. Abbiamo nel pomodoro Francesco Piparo con Stella Rea e nel peperone Luigi Gandola con Graziella Fassinetti.

imagePer estrazione si decide chi sceglie tra i due panieri di ingredienti segreti quello che preferisce per la sua squadra, quindi si scoprono gli ingredienti e il via alla gara.  La giuria composta da Tiziana Stefanelli, Fede e Tintos, osservato e assaggiato tutto, assegna la vittoria al peperone. Graziella risponde correttamente alla domanda culinaria (all’inizio la risposta è errata, ma purchè la domanda considerata di duplice interpretazione il giorno dopo ne viene fatta un’altra), quindi  conquista il punto in palio.

image

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter