La prova del cuoco – Puntata del 3 ottobre 2016 – Il menu di oggi.

img_2644Lunedì 3 ottobre 2016, come ogni giorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da sedici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

img_2642 Chitarrina romantica | Cesare Merretti

Cesare Marretti, in apertura di settimana, torna a fare il piacione… D’altronde, la sua rubrica si chiama ‘il cuoco ci prova’. Dunque, tra un doppio senso ed un consiglio, Cesare prepara un primo piatto: la chitarrina romantica.

img_2662

  • Per la pasta: 5 uova, 500 g farina integrale
  • Per il condimento: 300 g zucca, 1 tartufo nero, 200 g pecorino romano grattugiato, 100 g guanciale, 100 g maggiorana, 250 g panna, 1/2 bicchiere di Marsala, 2 peperoncini freschi, sale grosso, sale fino, pepe, olio evo

img_2665Per la pasta, impastiamo, per ogni porzione, 4 cucchiai di farina bianca con un cucchiaio di farina integrale e un uovo.

img_2664 Lasciamo riposare il panetto, lo stendiamo col matterello. Ne ricaviamo gli spaghetti alla chitarra, utilizzando l’apposito strumento. Tagliamo la zucca a cubetti, lessiamo 10 minuti in acqua bollente e salata, poi uniamo, a cuocere, gli spaghetti alla chitarra. Tostiamo il guanciale, tagliato a fettine, in una padella antiaderente.

img_2669Scoliamo la pasta e i cubetti di zucca, frulliamo quasi tutti i cubetti di zucca con la panna, pecorino e un goccio di acqua di cottura. Condiamo gli spaghetti con il sugo fatto.

img_2668

Uniamo del tartufo nero e ultimiamo con dei cubetti di zucca e pecorino grattugiato. Buon appetito.

Pizzicotti con sugo di porcini all’arrabbiata

Anna Moroni inizia la sua settimana ai fornelli preparando il primo piatto del menù odierno. Stavolta una pasta particolare, con funghi e peperoncino. Facciamo i pizzicotti con sugo di porcini all’arrabbiata.

img_2683

  • 500 g di pasta lievita, 2 porcini grandi, 2 spicchi di aglio, 1 peperoncino fresco, 1 kg di pomodori San Marzano rossi, timo fresco, scaglie di pecorino, olio evo, sale e pepe

img_2678

Tagliamo a pezzettini, pizzicandola, della pasta lievitata da pizza e la infariniamo leggermente. Lessiamo i pizzicotti ottenuti in acqua bollente e salata e con un goccio di olio. Saranno pronti quando vengono a galla.

In una padella, scaldiamo un goccio di olio con uno spicchio di aglio. Uniamo i funghi porcini puliti e tagliati a fettine e li facciamo trifolare. Mettiamo anche un po’ di timo sminuzzato. Uniamo anche della polpa di pomodoro o dei pomodorini freschi. Facciamo cuocere il tutto per 10 minuti, mettendo del peperoncino fresco a piacere.

img_2687Scoliamo i pizzicotti, li mantechiamo con il sugo e mettiamo un goccio di olio a crudo. Spolveriamo di pecorino. Buon appetito.

Big potato | Hiro Shoda

img_2690Il cuoco giapponese Hiro Shoda ci insegna a realizzare un secondo a base di patate. In particolare, prepariamo delle patate ripiene di verdure con pancetta e formaggio: una vera delizia. Prepariamo quindi le big potato.

img_2693

  • per le patate: 2 patate, 4 fette di pancetta, 4 fette di pomodoro ramato, 4 fette di zucchine, 4 fette di melanzana lunga, 2 fette di provolone, olio evo, sale e pepe qb, semi di finocchio qb

img_2699

  • Inoltre: 4 fette di pancetta
  • per la salsa: 100 g di yogurt bianco greco, erba cipollina,sale, olio evo

Laviamo le patate, lasciandole intere. Infilziamo le patate in orizzontale con uno stecchino, che le attraversi ed esca all’altra estremità. Tagliamo le patate a fettine sottili, arrivando col coltello fino allo stecchino. In questo modo le patate risulteranno aperte a fisarmonica. Togliamo gli stecchini.

img_2701Farciamo le patate mettendo tra ogni fettina, alternandole, una fettina molto sottile di melanzana, di zucchina, di pomodoro e di pancetta. Le trasferiamo su una placca foderata con carta da forno.

Saliamo, pepiamo, mettiamo i semi di finocchio, abbondante olio extravergine di oliva. Inforniamo a 200º per 1 ora. Mettiamo sopra ogni fetta una fetta di provola e inforniamo ancora un minuto.img_2704Serviamo con una salsa ottenuta mescolando yogurt greco, sale, olio evo, erba cipollina tritata. Decoriamo con fettine di pancetta abbrustolite in padella. Buon appetito.

Torta di amaretto con pere e panna | Tiziana Stefanelli

Infine, dopo il rinnovato gioco della Lotteria, la dolce conclusione del menu odierno: il dessert. A prepararlo quest’oggi è Tiziana Stefanelli. Un dessert semplice… assicura Antonella. Ecco la ricetta della torta di amaretto morbido con pere e panna.

torta

  • Per l’impasto dell’amaretto: 200 g zucchero, 200 g albumi, 200 g farina di mandorle, 2 cucchiai di zucchero a velo, mezzo bacca di vaniglia
  • Per le pere sciroppate: 5 pere abate grandi, 200 g zucchero, 400 g acqua, 1 limone, 1 anice stellato, 1 stecca di cannella, 2 chiodi di garofano, mezza bacca di vaniglia
  • Per la crema: 250 g panna da montare, 250 g mascarpone, 60 g zucchero a velo, 1 bacca di vaniglia
  • Per decorare: 1 raso verde alto 2-3 dita, polvere di cannella, 250 g bucce intere di arancia candita.

torta3Per le pere. In un pentolino, mettiamo l’acqua e lo zucchero, la scorza di limone ed il succo di mezzo limone. Profumiamo con la bacca di vaniglia, l’anice stellato, e qualche chiodo di garofano. Portiamo ad ebollizione e, dopo un paio di minuti, spegniamo e facciamo raffreddare. Lo filtriamo. La sera prima, ricaviamo delle sfere di pere, con lo scavino. Le immergiamo nello sciroppo e le lasciamo insaporire per una notte.

img_3115Per l’amaretto. In planetaria, mettiamo albumi e zucchero. Profumiamo con i semi di una bacca di vaniglia. Montiamo. Ottenuta una meringa ferma, uniamo la farina di mandorle (potete anche frullare finemente le mandorle pelate). Amalgamiamo per bene. Trasferiamo in una sacca da pasticciere. Formiamo uno strato, alto circa 1 cm, sul fondo di una tortiera foderata di carta e sui bordi. I lati, non devono essere nè unti, nè coperti di carta: l’impasto deve aggrapparsi. Inforniamo a 170° per 25 minuti. A metà cottura, apriamo appena il forno, mettendo una pallina di carta alluminio tra lo sportello ed il forno. In questo modo uscirà l’umidità. Prima di sformarlo, facciamo raffreddare e stacchiamo i bordi dalla teglia con un coltello.

torta2Per la farcitura, mescoliamo alla panna montata il mascarpone e lo zucchero a velo. Farciamo la base di amaretto fredda con la crema e le pere sciroppate ma ben asciugate. Decoriamo a piacere.

torta4Gara dei cuochi

Pomodoro: Cristian Bertol con Salvatore Urso

Peperone: Ivano Ricchebono con Giusy Sauro

Giuria: Federico Quaranta, Gianfranco Vissani, Andrea Mainardi. Vince il pomodoro, 300€ a Salvatore.

img_3116