La prova del cuoco – Puntata del 17 novembre 2016 – Il menu di oggi.

antonellaGiovedì 17 novembre 2016, come ogni giorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da sedici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. In anteprima il consueto almanacco di Antonella.

cuoco1Rotolini con pere, noci e gorgonzola | Anna Moroni

Il menu di oggi si apre nel migliore dei modi, con uno degli imperdibili sfizi di Anna Moroni. Oggi, un lievitato golosissimo, da proporre per antipasto o nei nostri aperitivi più curati. Prepariamo i rotolini con pere noci e gorgonzola.

rotolini

  • Per l’impasto: 500 g farina, 10 g sale, 10 g lievito di birra secco, 20 g burro, 3 dl acqua
  • Per farcire: 230 g gorgonzola, 100 g gherigli di noce, 2 pere

Partiamo dall’impasto lievitato. Misceliamo la farina con il lievito. Uniamo il burro morbido, il sale (lontano dal lievito) e, poca per volta, l’acqua. Impastiamo per 10 minuti circa, fino ad ottenere un composto elastico e liscio. Copriamo con un canovaccio e lasciamo lievitare, al caldo, fino al raddoppio del volume.

cuoco2Diamo le pieghe all’impasto (lo ripieghiamo su se stesso per 3 volte). Dividiamo il composto in due, quindi stendiamo ciascun panetto con il mattarello, in modo da ottenere una sfoglia spessa circa 2 cm.

rotolini2Disponiamo sopra il disco di pasta dei ciuffi di gorgonzola. Mettiamo sopra le noci sbriciolate e le pere tagliate a fettine sottilissime (e bagniate con poco succo di limone, in modo che non si anneriscano). Arrotoliamo su se stesso il disco di pasta, in modo da ottenere, appunto, un rotolo. Tagliamo quest’ultimo a fette spesse circa 2-3 cm. Disponiamo sulla teglia e lasciamo lievitare, al caldo, ancora per 20-30 minuti. Devono raddoppiare il volume. Inforniamo a 200° per 20 minuti. Devono essere ben dorati.

rotolini3Disastri in cucina | Riccardo Facchini

Prosegue la rubrica sui disastri in cucina, quella in cui lo chef Riccardo Facchini insegna i fondamentali a chi proprio non sa destreggiarsi ai fornelli. Altra prova d’appello per Gabriele Lombardo, avvocato della provincia di Treviso Oggi deve preparare i cappellacci alle 3 p. L’impasto è già fatto, deve solo confezionarlo e dedicarsi al sugo. Dimostra di aver imparato molto, solo alcune imperfezioni. Ma visto che funziona televisivamente, Facchini guarda ai dettagli e lo rimanda ancora. Giusto per averlo ancora nel cast…

cuoco1Rigatoni al cavolo cappuccio e toma | Sergio Barzetti

Mr Alloro, alias, Sergio Barzetti, prepara oggi il primo piatto. Antonella però è arrabbiata, perchè stavolta Sergio non fa uno dei suoi imperdibili risotti, ma una pasta. Non una qualunque, ma una molto particolare. Facciamo i rigatoni al cavolo cappuccio e toma.

  • 500 g di rigatoni, mezzo cavolo cappuccio, mezzo finocchio, mezzo sedano rapa, 350 g di toma piemontese, 150 g di formaggio grattugiato, 100 g di pane grattugiato, burro, alloro, sale

cuoco2Puliamo e tagliamo a cubotti il sedano rapa, o in alternativa, delle patate. Tagliamo a pezzetti i cavolo cappuccio e i finocchi.

Cuociamo il tutto in una padella piena di acqua e con due foglie di alloro. Dopo 10 minuti scoliamo la metà delle verdure. Alle altre uniamo la pasta, i rigatoni, a cuocere, salando.

cuoco1La metà dell everdure tolte la frulliamo aggiungendo anche un po’ di toma tagliata a cubetti.

Scoliamo la pasta con le restanti verdure e la condiamo con la salsa frullata e mantechiamo con del formaggio grattugiato.

cuoco3Imburriamo e spolveriamo di pangrattato una pirofila, versiamo metà composto di pasta, mettiamo sopra dei cubetti di toma, spolveriamo di grana. Ultimiamo con la restante pasta, altri cubetti di toma.

Inforniamo per 20/25 minuti a 180°. Buon appetito.

cuoco4Carrè di maiale alle prugne | Luisanna Messeri

Andiamo indietro nel tempo… Torniamo al 30 aprile 1986, con Lorenzo Branchetti. Quel giorno, ci fu la prima connessione internet in Italia. Dopo aver rievocato quell’anno, ricco di tanti avvenimenti anche brutti come il disastro di Cernobyl tornando all’ambito culinario, Luisanna Messeri ci ripropone un classico, il carrè di maiale alle prugne.

  • 1,7 kg di carrè di maiale, 180 g di prugne secche denocciolate, 35 g di burro, 30 g di cognac, alloro, scalogno 
  • per le patate duchesse: 50 g di burro, 500 g di patate, 3 tuorli d’uovo, 70 g di formaggio grattugiato, noce moscata, olio evo, sale e pepe

cuoco6Apriamo a libro, stendendo bene, la carne di maiale. La saliamo, pepiamo, mettiamo delle file di prugne secche denocciolate distanzate. Quindi arrotoliamo, chiudendo a libro. Leghiamo bene con lo spago.

Mettiamo in una pirofila, oleamo, qualche foglia di alloro e inforniamo per un’ora e mezza a 180/200°.

cuoco5In una padela antiaderente sciogliamo una noce di burro, uniamo lo scalogno tagliato finemente e lo facciamo rosolare. Poi uniamo delle prugne secche denocciolate. Cuociamo qualche minuto, poi sfumiamo con il cognac e ultimiamo la cottura. Frulliamo quindi il tutto ad immersione unendo anche la salsa di cottura del carrè.

cuoco7In una ciotola mettiamo le patate lessate e schiacciate, i tuorli, un po’ di burro, parmigiano, noce moscata, sale e pepe. Amalgamiamo bene, mettiamo in un sacco a poche. In una placca foderata con carta a forno facciamo delle patate duchesse col coposto. Spemnnelliamo con olio, le inforniamo a 200° per 10 minuti.

Serviamo il carrè con le patate. A parte la salsa fatta. Buon appetito.

cuoco8Gara dei cuochi

Pomodoro: Cristian Bertol con Daniela Bucalo

Peperone: Diego Bongiovanni con Giulia Rotondo

cuoco1Giuria: Sergio Barzetti, Anna Dente, Andrea Mainardi. Vince il pomodoro, 600€ a Daniela

cuoco2