La prova del cuoco – Puntata del 27 gennaio 2017 – Il menu di oggi.

CuocoVenerdì 27 gennaio 2017, come ogni giorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da sedici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. In anteprima il consueto almanacco di Antonella e la ricetta sprint.

IMG_9744Polpette e lenticchie | Luisanna Messeri

Alle 12:15, Antonella riceve la linea dal Tg1, che ha celebrato il Giorno della Memoria. La conduttrice ricorda la tragedia della shoah, quindi introduce una ricetta che riprende i principi di base della cucina ebraica, preparata da Luisanna Messeri. Una ricetta romana, oltre che ebraica, quella delle polpette e lenticchie.

  • 500 g macinato magro di vitellone, 4 cucchiai di olio evo, 2 carote, 1 gambo di sedano, 1 cipolla, 1 barattolo di pomodori pelati, 300 g lenticchie rosse decorticate, 1 spicchio d’aglio, rosmarino, 1/2 cucchiaio di cumino, 1 limone, 1 foglia di alloro, prezzemolo e timo, pepe o peperoncino, brodo vegetale, pane azzimo, olio e sale

IMG_9707Condiamo il macinato di carne con sale e pepe. Formiamo delle polpettine. In padella, facciamo un soffritto di sedano, carota e cipolla, tagliati grossolanamente, con un generoso filo d’olio. Quando le verdure sono leggermente appassite, mettiamo a rosolare le polpettine.

IMG_9705Intanto, a parte, cuociamo le lenticchie. Oppure, usiamo quelle precotte, che sgoccioliamo per bene. Quando le polpettine sono ben rosolate, uniamo il pomodoro e le lenticchie cotte e ben sgocciolate. Allunghiamo con del brodo vegetale e lasciamo cuocere almeno 20 minuti, coperte.

IMG_9709Prima di servire, profumiamo con scorza di limone grattugiata e del cumino. Inoltre, possiamo arricchire con altri odori, come alloro, rosmarino e salvia. Buon appetito.

IMG_9717Pizza imbottita | Gino Sorbillo

Il re della pizza, il partenopeo Gino Sorbillo, ci propone una coccola. Un piatto della tradizione napoletana, abilmente riprodotto dal talentuoso Gino. Prepariamo la pizza imbottita.

  • Per l’impasto, per una pagnotta da 400 g circa: 160 g di acqua, 1 g lievito fresco, 7 g di sale marino, 240 g di farina 0 o 00
  • Per il condimento: ricotta, provola a dadini, carne macinata, pomodoro fresco, passata rustica di pomodoro, pepe macinato, formaggio grattugiato

IMG_9720Partiamo dall’impasto: per una pagnotta da 400 g circa, in 160 g di acqua sciogliamo 1 g lievito fresco. Inseriamo 7 g di sale marino, quindi aggiungiamo 240 g di farina 0 o 00. Impastiamo per 10-12 minuti, fino ad ottenere un composto omogeneo e liscio. Lasciamo lievitare, coperto, per 8 ore circa.

IMG_9722Spianiamo la pagnotta lievitata. Otteniamo un disco. Su metà pizza, spalmiamo la ricotta. Disponiamo sopra la ricotta la provola a dadini, la carne macinata rosolata in padella con un filo d’olio, sale e pepe (dev’essere ben cotta). Continuiamo con delle gocce di pomodoro fresco (lo schiacciamo tra le mani). Richiudiamo il disco di pizza a mezzaluna e sigilliamo i bordi dando dei pugni che schiaccino gli stessi.

IMG_9726Diamo dei pizzicotti e spalmiamo sopra con della passata rustica di pomodoro. Spolveriamo con pepe macinato ed inforniamo al massimo della potenza per 14 minuti circa. Quando esce dal forno, spolveriamo con formaggio grattugiato. Serviamo, se per un aperitivo, tagliandola a spicchi triangolari. Buon appetito.

IMG_9728Ciambelle dolci di patate | Sal De Riso

Dal re della pizza, al re della pasticceria made in Napoli. Dalla costiera, arriva Sal De Riso, che in vista del Carnevale prepara le ciambelle dolci di patate.

  • Polish (lievito): 250 g farina, 30 g lievito di birra, 5 uova
  • Per l’impasto: 500 g farina 00, 250 g purea di patate, 4 uova, 200 g zucchero, 200 g burro, 10 g sale, 1 bacca di vaniglia, 1/2 arancia di Sorrento, 1/2 limone, olio di semi di mais per friggere

IMG_9759Iniziamo con il fare il lievito. Con una frusta manuale, sbattiamo velocemente le 5 uova. Sciogliamo il lievito in poca acqua. Uniamo la miscela alle uova, quindi aggiungiamo 250 g di farina. Lavoriamo fino ad ottenere una miscela omogenea. Copriamo con la pellicola e lasciamo lievitare fino al raddoppio.

IMG_9738Trasferiamo in planetaria o in una ciotola capiente il lievitino o polish ed uniamo la purea di patata bollita ed ormai fredda e la farina. Lavoriamo ancora, con il gancio o a mano. Uniamo le uova, lo zucchero, il sale ed il burro morbido a tocchetti. Lavoriamo. Profumiamo con la scorza grattugiata del limone e dell’arancia. Quando l’impasto è liscio e setoso, lo copriamo con la pellicola da alimenti e lo lasciamo riposare in frigorifero. Quando ha la consistenza di una frolla, lo stendiamo con un mattarello allo spessore di 1 cm circa.

IMG_9756Ricaviamo delle ciambelle o dei tondi, li disponiamo su una teglia coperta di carta e lasciamo raddoppiare di volume in forno spento, a 30° circa, per circa 90 minuti. Una volta lievitate, le tuffiamo in olio caldo (80% olio di girasole, 20% olio di oliva), a 170-180°.

IMG_9760Una volta dorate, le facciamo sgocciolare su carta assorbente. Le passiamo, ancora calde, nello zucchero semolato profumato con della cannella in polvere. Le possiamo anche aprire a metà e farcire con le crema che preferiamo.

IMG_9740Le possiamo congelare

Possiamo congelarle da fritte. Quando le vogliamo utilizzare, possiamo infornarle per circa 3-5 minuti a 160°. Quando le sforniamo, le passiamo nello zucchero.

IMG_9743Gara dei cuochi

Pomodoro: Mauro Improta  con Maria Talitro

Peperone: Marco Bottega con Lorenzo Leonardi

IMG_9765Giuria: Tinto, Anna Dente, Sal De Riso. Vince il peperone, 700€ a Lorenzo.

IMG_9733