Sanremo è Sanremo #1 – Gli ospiti di quest’edizione; i programmi che ne parlano; la Finale del 1967 su Rai Premium.

Sanremo 2017

sanremo1

Perché Sanremo è Sanremo, recitava il brano interpretato da Maurizio Lauzi, figlio di Bruno, al Festival di Sanremo 1995 targato Pippo Baudo. Da allora molte cose sono cambiate, ma il Festival della Canzone Italiana, giunto alla 67° edizione, rimane ancora l’evento più atteso. Sulle pagine di UnDueTre.com vi riportiamo i rumors che trapelano dalla cittadina ligure, giorno per giorno, ora per ora, minuto per minuto. Ecco il nostro primo appuntamento con Sanremo è Sanremo.

UN SANREMO DA FYVRY

Nelle passate edizioni il nostro commento al Festival era solo radiofonico con Dietro le quinte maledette (per citare una vecchia rubrica di Striscia la notizia). Da quest’anno, ci mettiamo la faccia per commentare, ogni mattina, ciò che accadrà sul palco del Teatro Ariston. A voi la prima puntata dell’editoriale Un Sanremo da Fyvry.

SANREMO 2017 – GLI OSPITI

Come ormai tradizione di questi ultimi anni, il Festival di Sanremo non sarà soltanto una vetrina per le canzoni in gara ma vedrà un susseguirsi di tanti (troppi?) ospiti, alcuni dei quali devono essere smistati nelle varie serate. Di sicuro, ogni appuntamento sarà aperto dalla copertina di Maurizio Crozza (di cui ogni sera vi forniremo il video, ove disponibile).

Confermate le presenze di Tiziano Ferro Carmen ConsoliGiorgiaMikaRobbie WilliamsZuccheroRicky MartinClean BanditBiffy ClyroLPRag’n’Bone ManAlvaro SolerAntonio Albanese Paola CortellesiRaoul Bova Rocio Muñoz MoralesFrancesco TottiSveva Alviti, il Piccolo Coro Mariele Ventre dell’AntonianoBeppe VessicchioGeppi CucciariDiletta LeottaLuca Bizzarri Paolo KessisogluVirginia RaffaeleKeanu ReevesMarco Giallini Alessandro GassmanAlessandra Mastronardi, Diana del Bufalo Giusy BuscemiFlavio Insinna, Gabriele Cirilli ed Enrico Brignano.

Nel corso di questi appuntamenti con Sanremo è Sanremo vi daremo conto, poi, dell’effettiva presenza di questi ospiti nelle varie serate.

SANREMO 2017 – I PROGRAMMI SUL FESTIVAL

Sanremo è l’evento di tutti e, a parte qualche rara eccezione, tutti ne parleranno nel corso di questa che è la Settimana Santa della televisione italiana. Questi sono i programmi che ce lo racconteranno, insieme al ritrovato DopoFestival che andrà in onda al termine di ogni serata con la conduzione di Nicola Savino e della Gialappa’s Band.

  • PrimaFestival (Rai 1 – ore 20:35), con Federico RussoTess Masazza ed Herbert Ballerina. Una breve anteprima di cinque minuti che racconterà, con tono ironico, tutto il dietro le quinte del Festival.
  • SanremoPoli (Rai 3 – ore 20:10), con Pino Strabioli. Si rivedranno le reinterpretazioni dei brani sanremesi da parte di Paolo Poli, attore fiorentino scomparso nel marzo del 2016, con aneddoti e curiosità.
  • Sanremo FronteRetro (Rai Storia – ore 12:00), a cura di Enrico Salvatori. Ogni puntata, realizzata con le Teche Rai e arricchita da dati statistici e notizie sul Festival, fa rivivere le diverse edizioni attraverso estratti di performances canore, servizi dei TG e inchieste Rai che mostrano i dietro le quinte, e molti materiali inediti delle edizioni degli anni della crisi, gli anni ’70.
  • Real Time a Sanremo (Real Time – ore 13:20), con Enzo Miccio. L’esperto di moda Enzo Miccio girerà in lungo e in largo Sanremo per intervistare i cantanti in gara e giudicarne gli outfit.

Saranno, poi, dedicati ampi spazi alla manifestazione all’interno de La vita in direttaI Fatti VostriUnomattina in FamigliaMezzogiorno in Famiglia Detto Fatto (quest’ultimo con la prima mezz’ora eccezionalmente in diretta).

SU RAI PREMIUM LA DRAMMATICA FINALE DI SANREMO 1967

Questa sera, ore 21:10Rai Premium (canale 25 DTT) trasmetterà eccezionalmente la finale del Festival della Canzone Italiana 1967. La diciassettesima edizione, condotta da Mike Bongiorno, è ricordata per la morte di Luigi Tenco. Il cantante, all’epoca 29enne, venne trovato morto nella sua camera dell’Hotel Savoy poche ore dopo la sua eliminazione dalla kermesse con il brano Ciao amore ciao, interpretato in abbinamento con la cantante francese Dalida. Un caso archiviato come suicidio dettato dall’amarezza per un’esclusione dalla finale ritenuta ingiusta dal cantante ma che, nel corso del tempo, ha alimentato diversi dubbi.

Il nastro di quella finale, come quello delle altre tre serate, era andato perduto in un incendio negli anni 80. Nei giorni scorsi, però, ne è stata trovata, fortuitamente, una registrazione in un archivio estero. Si noterà come quell’ultimo atto, datato 28 gennaio 1967, sia stato un mero esempio di The show must go on. Lo spettacolo è andato avanti al di là della tragedia, che aveva colpito fin da subito l’opinione pubblica. Per la cronaca, quell’edizione fu vinta da Iva Zanicchi Claudio Villa con Non pensare a me.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter