Sanremo è Sanremo #2 – De Filippi: “Mai presi soldi dalla Rai”; Ferrari contro Leotta; Fiorella Mannoia favorita della vigilia.

Sanremo 2017sanremo1

Per rileggere le altre puntate: 1

Perché Sanremo è Sanremo, recitava il brano interpretato da Maurizio Lauzi, figlio di Bruno, al Festival di Sanremo 1995 targato Pippo Baudo. Da allora molte cose sono cambiate, ma il Festival della Canzone Italiana, giunto alla 67° edizione, rimane ancora l’evento più atteso. Sulle pagine di UnDueTre.com vi riportiamo i rumors che trapelano dalla cittadina ligure, giorno per giorno, ora per ora, minuto per minuto. Ecco il nostro secondo appuntamento con Sanremo è Sanremo.

UN SANREMO DA FYVRY – #2

Nelle passate edizioni il nostro commento al Festival era solo radiofonico con Dietro le quinte maledette (per citare una vecchia rubrica di Striscia la notizia). Da quest’anno, ci mettiamo la faccia per commentare, ogni mattina, ciò che accadrà sul palco del Teatro Ariston. A voi la seconda puntata dell’editoriale Un Sanremo da Fyvry.

LE DICHIARAZIONI DELLA CONFERENZA ODIERNA

Andrea Fabiano, direttore di Rai 1, ha dichiarato nella conferenza stampa di questa tarda mattinata:

In merito all’assenza di Beppe VessicchioNon riguarda Sanremo, spero si possa trovare una soluzione. Lui è sempre il benvenuto nei programmi Rai.

Sugli ascolti: Il Festival andrà oltre il 50% come ha detto Piscopo di Rai Pubblicità? Noi ci siamo dati come livello di attesa, che ci farebbe brindare, il 45%. Quest’anno, oltre lo scenario dello spostamento di ascolti sui canali tematici, abbiamo anche il calcio.

Su PrimaFestivalÈ una novità assoluta, è partita domenica 29 gennaio. L’idea è di raccontare in modo ironico, leggero e divertente il mondo del Festival anche con il coinvolgimento divertito dei protagonisti del Festival.

Sulla querelle Soundreef-SIAELa legge prevede l’esclusiva per la SIAE, fatto salvo che i detentori dei diritti possano esercitarli direttamente. Gli artisti danno alla Rai i diritti. Noi rispettiamo la legge, come doveroso che sia.

Queste, invece, le dichiarazioni di Carlo Conti:

Sul cast e le canzoniDei tre Festival questo è il più completo. Il brano [di Ermal Meta] mi emoziona, ho visto un bambino con una situazione famigliare complicata. È un tema importantissimo. Anche negli anni passati ci sono stati temi così importanti.

Sul modello-talent per i GiovaniUn passo avanti per le Nuove Proposte lo abbiamo fatto grazie alla disponibilità dei direttori di Rai1 […]. Il fatto di mettere in testa i Giovani è ulteriore segno in questo senso. Questa è una opportunità, poi cosa faranno nella vita dipende da loro.

MARIA DE FILIPPI: “MAI PRESI SOLDI DALLA RAI”

Nella prima conferenza stampa, tenutasi ieri (lunedì 6 febbraioMaria de Filippi ha voluto mettere in chiaro la questione legata ai cachet. È ben noto, infatti, che la conduttrice pavese, temporaneamente strappata ai suoi feudi in quel di Mediaset, non percepirà nulla per questa sua co-conduzione.

Io non ho mai preso soldi dalla Rai. Io non ho mai chiesto un cachet in nessuna trasmissione in cui sono stata inviata come ospite, in Rai come a Mediaset. È un piacere essere ospite, in quelle rare volte in decido di farlo. E quando lo faccio è davvero un piacere. Quando lavoro a un mio programma io ci lavoro dalla A alla Z, completamente. In questo caso ritengo che il Festival di Sanremo lo abbia fatto Carlo […]. Qui, in fondo, si tratta solo di gestire qualcosa già preparato anche per me.

PAOLA FERRARI CONTRO DILETTA LEOTTA

Prosegue la diatriba di Paola Ferrari contro le giornaliste della concorrenza, già iniziata la scorsa settimana nel corso dell’ultima puntata di Sbandati, in cui erano state citate come eredi di Alba Parietti due giornaliste di Sky (Ilaria d’Amico Diletta Leotta) e una di Mediaset (Mikaela Calcagno). La giornalista di Rai Sport aveva, infatti, scritto sul suo profilo twitter che la Rai non rispetta i suoi giornalisti. Ovviamente, l’ospitata della giovane giornalista catanese a Sanremo non poteva lasciare indifferente la conduttrice di 90° Minuto, che ha dichiarato a Chi:

Certo che non sono contenta che abbiano invitato Diletta Leotta a Sanremo. C’è tanta gente che lavora in Rai, e non parlo solo di giornalisti, c’è ancora un orgoglio Rai e quindi ci restiamo un po’ male. Certo che in tante cose, se si badasse a quello che di buono fanno i giornalisti dell’azienda. A Sanremo non ci devo andare io. Il Festival l’ho fatto per tanti anni come giornalista. […] Abbiamo altre giornaliste molto brave […]. Abbiamo Giorgia Cardinaletti della “Domenica sportiva” che poteva essere in contrapposizione con un’immagine come quella della Leotta perché Giorgia ha 28 anni, è una bellissima ragazza, completamente diversa, arriva da Rai News e ha un approccio diverso dal punto di vista estetico e dell’immagine. Dico che bisogna fare più squadra e avendo un carattere fumantino, un po’ ribelle, è difficile per me tacere.

LE QUOTE PER LA VITTORIA

La SNAI ha diffuso le sue quote per la vittoria finale di questa 67° edizione. Favorita della vigilia risulta Fiorella Mannoia, quotata a 3,50, seguita da Al Bano con 5,50 e a breve distanza da Sergio Sylvestre con 6,00. Quindi, c’è Elodie con 10,00 Gigi d’Alessio con 12,00.

Si vede, poi, il resto del gruppo: la vittoria di Giusy FerreriFrancesco Gabbani Marco Masini pagherebbe 15 volte quanto scommesso, mentre a 18,00 ci sono Ron Michele Bravi. Totalmente sfavoriti, alla vigilia, sono ClementinoSamuel Alessio Bernabei, tutti quotati a 50,00.

LA CONTROPROGRAMMAZIONE

Per quanto quest’anno sarà il Sanremo di tutti, c’è sempre una buona fetta di pubblico che è totalmente indifferente al Festival per i più disparati motivi (disinteresse, snobismo, ragioni politiche o anagrafiche, ecc.). Noi di UnDueTre.com siamo attenti anche alle loro esigenze e vi diamo conto di ciò che andrà in onda stasera, 7 febbraio 2017.

  • Rai 2: i telefilm della serie Criminal Minds (episodi dal al 10 della sesta stagione);
  • Rai 3: il film E venne il giorno (IND 2008, di M. Night Shyamalan) e il documentario La teoria svedese per Doc 3;
  • Rete 4: i film Scarface (USA 1983, di B. De Palma) e Arancia meccanica (USA 1971, di S. Kubrick);
  • Canale 5: il film Il discorso del re (GBR 2010, di T. Hooper);
  • Italia 1: in prima visione, i telefilm delle serie Supergirl (seconda stagione), The Flash (terza stagione), Arrow (quinta stagione) e Gotham (seconda stagione);
  • LA 7: in diretta, l’approfondimento di diMartedì con Giovanni Floris;
  • TV 8: il film Sex Movie in 4D (USA 2008, di S. Anders);
  • N9ve: il factual (in replica) O Mare Mio con Antonino Cannavacciuolo e il reality Undressed (episodio inedito).

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter