Linea Bianca – Ottava puntata del 18 febbraio 2017 – Gressoney – Champoluc – Alagna.

BiancaIl pomeriggio del sabato di Raiuno vede alternarsi i colori: il blu di Linea Blu e del mare, lascia spazio, nei mesi invernali a quello bianco e a Linea Bianca, il programma dedicato alla montagna e a tutto ciò che la circonda, compresi i prodotti tipici e la gastronomia di quei luoghi.

Linea Bianca

Dopo il successo della scorse puntate, ottavo appuntamento oggi, come ogni sabato dalle 14 alle 15, con Linea Bianca, condotta da Massimiliano Ossini con la partecipazione di Alessandra Del Castello. Tremilaseicento piste da discesa per un totale di seimilasettecento chilometri, soffici distese bianche, imponenti vette innevate che fanno da sfondo a una natura incontaminata: si va alla scoperta delle montagne più belle ed affascinanti d’Italia.

BiancaNon solo neve, ma anche curiosità, sapori, personaggi e divertimento: dal dissesto idrogeologico al problema della sicurezza in montagna, alla tutela e difesa dell’ambiente; queste alcune delle interessanti tematiche, di grande attualità, che verranno affrontate nel corso dei quindici diversi appuntamenti che andranno avanti sino ai primi di Aprile.

Ottava puntata |Gressoney…

Da Gressoney a Champoluc, fino ad Alagna: la puntata è un viaggio nel comprensorio sciistico del MonteRosaSki, rinomata meta in tutto il mondo anche per lo sci fuori pista. Quota 4554 metri, la più alta mai raggiunta nelle puntate di Lineabianca: ai piedi del rifugio Margherita, il più alto d’Europa, con Michele Cucchi, la guida alpina che ha riportato l’Italia in vetta al K2 dopo 60 anni, una spettacolare apertura ed emozioni indescrivibili per Massimiliano Ossini e Lino Zani sulla vetta del Monte Rosa.

Affacciarsi sul paradiso ogni mattina per 365 giorni all’anno: presso Alpe Sattal a 2200 metri, la storia di Giuseppe Pozzi, eremita degli anni 2000, che ha girato per due anni in tenda tra queste montagne alla ricerca di una delle case più isolate e singolari del mondo.

… Champoluc | Alagna

Dallo zaino airbag al brillamento delle cariche esplosive per provocare valanghe: a Punta Indren, un tema di grande attualità, quello della sicurezza sulle piste da sci. Un antico dialetto, le caratteristiche abitazioni e le gustose ricette: a Gressoney, i sapori, i profumi e le antiche tradizioni delle popolazioni Walser.

Tutti a caccia d’oro: a Brusson, alla scoperta della Chamousira Fenilliaz, la più importante miniera d’oro della Valle d’Aosta, scoperta nel 1899, e meta rinomata di curiosi appassionati. Il “km zero” per la riscoperta dei vecchi sapori: a Gressoney, con due giovanissimi ragazzi dediti all’agricoltura di una volta, un’incredibile rassegna delle più “strane” patate di montagna.

IMG_1285 IMG_1288 IMG_1292 IMG_1293 IMG_1296 IMG_1299 IMG_1301 IMG_1302 IMG_1307 IMG_1309 IMG_1311 IMG_1313 IMG_1316 IMG_1319 IMG_1323 IMG_1324 IMG_1325 IMG_1328 IMG_1329 IMG_1332 IMG_1335 IMG_1338