La prova del cuoco – Puntata del 22 febbraio 2017 – Il menu di oggi.

antonellaMercoledì 22 febbraio 2017, come ogni giorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da sedici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. In anteprima il consueto almanacco di Antonella e la ricetta sprint.

p5Campanile italiano

La puntata si apre con Antonella che dopo la sigla si zittisce, è infastidita da qualcosa visto che si obbliga a mettersi come un  adesivo sulla bocca per non parlare, perchè se dice quello che pensa e che vorrebbe dire… beh meglio di no, quindi subito al via con il campanile italiano, da oggi al mercoledì. Prodotti, tradizioni, usi delle varie parti di Italia raccontati da Fabio Picchi.

p6Oggi abbiamo i campioni del Friuli, di Ragogna, Udine, con i colleghi Manuel e Alessandra che preparano le costine di maiale, e gli sfidanti del Lazio, Trevigiano romano con Massimo e Sara, padre e figlia, che preparano gli gnocchi con crema di broccoletti e guanciale croccante. Il televoto decreta che si confermano campioni ancora i concorrenti del Friuli, con il 58% di voti.

p7Stelle filanti in crema di formaggio e verdure | Daniele Persegani

Dopo il Campanile italiano, che ha visto trionfare il Friuli Venezia Giulia, voliamo in Emilia Romagna, con Daniele Persegani, che torna anche quest’oggi per una golosa doppietta. La specialità del giorno sono le tagliatelle arlecchino, stelle filanti in crema di formaggio e verdure.

  • Impasto verde: 150 g farina 00, 1 uovo, 50 g spinaci lessati e tritati
  • Impasto giallo: 200 g farina 00, 2 uova
  • Impasto rosso: 150 g farina 00, 1 uovo, 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • Impasto chiaro: 200 g farina, 2 uova, 1 cucchiaio di olio di semi

stelle

  • Per la salsa: 1 porro, 2 carote, 1 zucchina, 1 peperone rosso, 200 g piselli, 200 ml panna, 150 g formaggio grattugiato, olio evo, sale e pepe

stelle2Prepariamo la pasta all’uovo, impastando separatamente gli ingredienti sopra indicati. Attacchiamo i panetti variopinti, alternando rosso, giallo, verde, giallo chiaro e ancora rosso. Stendiamo il panetto variopinto. Una volta stesa, la facciamo asciugare un po’ all’aria. Quindi, pieghiamo e ritagliamo le tagliatelle.

Per il condimento, in padella, con un generoso filo d’olio, facciamo rosolare il porro tagliato a listarelle. Successivamente, aggiungiamo le zucchine ed i peperoni, anch’essi a listarelle. Intanto, scottiamo nell’acqua della pasta, quindi bollente e salata, le carote a listarelle ed i piselli. Dopo qualche minuto, le aggiungiamo alle altre verdure.

p8Per la salsa al formaggio, in un pentolino, facciamo bollire la panna. Uniamo il formaggio grattugiato e mescoliamo fino ad ottenere una salsa liscia. Lessiamo le tagliatelle in acqua salata. Le scoliamo e le saltiamo in padella con le verdure saltate. Serviamo con la crema panna e formaggio.

stelle3Bollito alla bekèr | Fabrizio Nonis

Ed ora un piatto per la domenica, la specialità del giorno a base di carne che ci propone Fabrizio Nonis. Oltre ad insegnarci a preparare un ottimo bollito ci insegna anche due splendide salse con cui accompagnarlo. Facciamo quindi il bollito alla bekèr.

  • 500 g di copertina di spalla, 500 g di muscolo di garretto, 2 gambi di sedano, 2 carote, 2 cipolle, 2 cucchiai di miele di acacia, 1 bacca di anice stellato, olio extravergine di oliva qb, 6 cespi di radicchio, sale qb 
  • per la salsa verde: 50 g di capperi dissalati, 2 pezzetti di limone confit, 1 uovo sodo, 500 g di mollica di pane raffermo, 4 gambi di prezzemolo, 1 rametto di menta, olio extravergine di oliva, sale qb 
  • per la salsa al cren: mezza radice di rafano, 500 g di mollica di pane raffermo, olio extravergine di liva qb, 150 g di radicchio, sale qb

p2Mettiamo sia il muscolo di garretto che la copertina di spalla a bolire in una pentola con acqua salata a cui uniamo il sedano, la carota e la cipolla. Facciamo bollie fino a quando la carne risulterà tenera, quindi la togliamo e l’aciughiamo. La tagliamo a fettine. Scaldiamo una padella antiaderente e facciamo caramellare le fettine di carne con il miele, l’anice stellato e un goccio di olio extravergine di oliva.

p1Facciamo la salsa verde frullando ad immersione i capperi con il limone confit, l’uovo sodo, il pane ammollato nell’acqua e strizzato, il prezzemolo e la menta. Uniamo un goccio di lio extravergine e aggiustiamo di sale.

p3Facciamo la salsa al cren sempre frullando ad immersione la radice di rafano grattugiata con il pane ammollato nell’acqua e strizzato, un goccio di olio e il radicchio e un pizzico di sale. Serviamo i cubotti di carne con le salse fatte e guarniamo con foglie di radicchio. Buon appetito.

p4Frappe | Anna Moroni

Chiudiamo il menu odierno… in dolcezza! Il dolce di oggi porta la firma di Annina Moroni, che prepara un dolcetto tipicamente carnevalesco… naturalmente, fritto! Prepariamo il classico dei classici, le frappe!

  • 500 g farina 00, 50 g burro, 2 uova intere, 2 cucchiai di zucchero, 50 g anice, limone grattugiato, 1 pizzico di sale, vino bianco q.b., 1 l olio di arachide, zucchero a velo

frappeIn un mixer capiente, mettiamo le uova intere, il burro morbido, due cucchiai di zucchero semolato, una presa di sale, il liquore all’anice (o altro, se preferite). Frulliamo per bene, in modo da emulsionare. Apriamo il mixer ed aggiungiamo la farina. Frulliamo, quindi aggiungiamo circa mezzo bicchiere di vino bianco (circa 50 g). Lo aggiungiamo mentre il mixer impasta, poco per volta, fino a quando il mixer cambia rumore e si forma la palla.

p9Il composto, infatti, non dev’essere troppo umido e non troppo omogeneo, ma bricioloso. Lo estraiamo dal mixer e lo compattiamo con le mani. Lasciamo riposare il panetto, avvolto nella pellicola, in frigorifero per mezz’ora almeno.

frappe3Stendiamo l’impasto con la macchinetta per la pasta all’uovo, la nonna papera. Con il mattarello verrebbero troppo spesse. Le dobbiamo stendere sottili sottili (devono essere quasi trasparenti). Le ritagliamo con una rotella dentellata, praticando delle incisioni in mezzo. Immergiamo in olio di arachide già bollente (intorno ai 170°). Lasciamo raffreddare sulla carta assorbente. Da fredde, le spolveriamo con zucchero a velo.

frappe2Gara dei cuochi

Pomodoro: Ivano Ricchebono con Michele abate

Peperone: Sara La Tagliata con Laura Rena

Giuria: Fede, Tinto, Paola Ricas. Vince il pomodoro, 500€ a Michele.

p10