“La febbre del sabato sera” – Capitolo 6 – Il caso Morgan (Parte 3).

News TV

Amici 16 2

Forse erano anni che non c’era un confronto così serrato tra Rai 1 Canale 5 ma, soprattutto, tra i relativi addetti ai lavori, in tema di ascolti, di contenuti e di dichiarazioni al vetriolo provenienti da una parte e dall’altra. La disfida in questione vede contrapporsi due eterni rivali: Ballando con le stelle, l’unico show dell’ammiraglia Rai rimasto a scontrarsi senza troppe remore contro le corazzate avversarie, e Amici, un talent show che, complice il sabato sera e varie questioni legate al mercato discografico, ha cercato di ripulirsi della cattiva fama costruitasi fino al 2009 o giù di lì.

Dopo qualche giorno di pausa, siamo pronti per raccontarvi il capitolo finale del caso Morgan, che ha interessato la terza e la quarta puntata di Amici, cercando di raccapezzarci in mezzo ai tanti accadimenti.

CAPITOLO 6.1 – È stato un fallimento

Amici 16 5

L’11 aprile, due giorni dopo la registrazione della quarta puntata, che ha segnato il ritorno alla vittoria per Amici, arriva l’insindacabile decisione di Maria de Filippi. Il rapporto con Morgan è da considerarsi concluso. La dichiarazione della conduttrice pavese è stata, poi, ripresa da vari organi di stampa e di cui vi riportiamo qualche stralcio.

Considero Morgan un artista a tutti gli effetti, un uomo pieno di cultura, pieno di ironia e di doppifondi […], di conoscenza e di esperienza. È un musicista e sa tanto di musica, doti eccezionali per ricoprire, credevo, il ruolo di coach, capitanando una delle due squadre che si fronteggiano durante la Fase Serale di Amici. E ho sbagliato […] perchè ho creduto che potessero bastare, non valutando che avrebbe anche dovuto ricoprire un altro aspetto purtroppo altrettanto necessario: corrispondere alle esigenze dei ragazzi.

Una situazione che avevamo già avuto modo di raccontarvi nel post precedente, coi continui dissidi che sono intercorsi tra il Castoldi e i componenti della squadra bianca. Una situazione che aveva portato anche ad una controproposta, per non perdere un elemento giudicato così importante per l’economia della trasmissione.

Dato lo stato dei fatti, e non volendo perdere una risorsa come Morgan, ho proposto ai ragazzi e a lui stesso, che la sua figura potesse rimanere a fare quello che spesso lui mi ha ricordato essere la miglior espressione di se: fare musica e parlare di musica. Svincolando lui dagli obblighi degli schemi che invece purtroppo servono a far andare avanti la macchina organizzativa.

Una proposta che il cantante non ha voluto accettare. Quindi, tutto finito (o quasi).

CAPITOLO 6.2 – Popolo bue

Amici 16 6

Nella quarta puntata è successo un po’ di tutto. L’arrivo (apparentemente immotivato) di Emma, già ospite della seconda puntata, è stato il preludio ad una puntata morgan-centrica, in cui il Castoldi ha anche abbandonato lo studio, lasciando il compito di fare da direttore artistico Maria de Filippi. Una scelta legata all’ennesimo scontro tra il coach Mike Bird, che si sta distinguendo più per una certa supponenza che per le sue doti artistiche.

All’indomani del comunicato di cui sopra, Morgan ha scritto un lungo messaggio su Facebook.

Voglio dire che sono stato offeso e trattato male, tutto qui. Che la lite coi ragazzi è sceneggiatura televisiva ma è l’unica cosa a cui potevano appigliarsi di fronte alla paura che hanno. La loro paura è fondamentalmente basata sull’enorme divergenza di stile: io credo nella qualità, nella cultura e nella comunicazione sana e intelligente, nell’arte e nel servizio pubblico, nell’istruzione. Loro nella televisione spicciola, nel mercato, nel denaro, nel mantenere bue il popolo e ben salde le poltrone. Hanno paura. Tutto qua.

CAPITOLO 6.3 – Burattino senza fili

Amici 16 9

Ma Morgan non si è preoccupato di sparare ad altezza zero contro la produzione di Amici, ma ha chiesto anche ospitalità a la Repubblica (l’ultimo, forse, dei giornali che ha parlato bene del talent di Canale 5) per lanciare un videomessaggio.

I ragazzi non sono assolutamente contro di me. Gli autori hanno costruito una realtà parallela. […] Maria per prima mi aveva consigliato di discutere con i ragazzi, io ci sono cascato senza capire a chi giovasse. I ragazzi sono condizionati, plagiati, filmati giorno e notte. […] L’ultima volta che ci siamo visti uno di loro mi ha dato una poesia per farne il testo di una canzone, un’altra un foglietto con i brani che avrebbe voluto fare in puntata e io lì stavo realizzando. Questo dimostra che tra noi c’era un’intesa segreta, evidentemente sono i Nemici di Maria De Filippi.
Ho mandato mille messaggi, li ho avvertiti che stavano distruggendo il mio lavoro e il mobbing è iniziato da lì, hanno cominciato a gasare i ragazzi contro di me. Non ho mai litigato con loro, forse si lamentavano ma anch’io mi lamentavo delle lezioni di greco o di quanto fosse difficile imparare Bach. Ma cosa vuol dire?

Ma pensate davvero che potesse finire tutto qui? Assolutamente no.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter