La prova del cuoco – Puntata del 16 maggio 2017 – Il menu di oggi.

antonellaMartedì 16 maggio 2017, come ogni giorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da sedici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. In anteprima il consueto almanacco di Antonella e la ricetta sprint.

cc1Garganelli con fiori di zucchina e dadolata di faraona al bacon

Con qualche minuto d’anticipo, Antonella ci introduce alle golosità del meno odierno. A preparare il primo piatto è l’emiliano Daniele Persegani, che ci propone i garganelli con fiori di zucchina e dadolata di faraona al bacon.

  • 300 g farina, 3 uova, 80 g bacon, 300 g petto di faraona, 12 fiori di zucchina, 1 scalogno, 150 g pomodori datterino, 1/2 bicchiere di vino bianco, 1 cucchiaio di prezzemolo tritato, burro, sale e pepe

garganelli2In una padella già calda, mettiamo la pelle della faraona, in modo da recuperarne il grasso. Dopo un paio di minuti, la togliamo e, al suo posto, mettiamo il petto di faraona a cubetti. Facciamo rosolare per bene, in modo che sia leggermente dorata. Sfumiamo con il vino bianco e lasciamo cuocere per bene. In un’altra padella, scaldiamo un filo d’olio ed aggiungiamo lo scalogno tritato ed il bacon. Dopo qualche minuto, aggiungiamo i pomodorini a metà. Uniamo la faraona rosolata. Lasciamo cuocere insieme per qualche minuto. Fuori dal fuoco, profumiamo con del basilico fresco spezzato.

cc2Stendiamo la pasta all’uovo, non troppo sottile. Tagliamo la sfoglia a rettangolini e ne ricaviamo i garganelli, avvolgendo la pasta su un bastoncino e pressandoli sull’apposito strumento, per rigarli (lo riga-gnocchi). Lessiamo in acqua bollente e salata. Scoliamo ed uniamo al condimento. Puliamo i fiori di zucca, li tagliamo a la julienne e li uniamo alla pasta, insieme al burro. Se serve, allunghiamo con un po’ d’acqua di cottura della pasta. Mescoliamo per bene e serviamo con una spolverata di formaggio grattugiato.garganelli

Scaloppine | Sergio Barzetti

Il secondo piatto, oggi, lo prepara Sergio Barzetti. Mister Alloro, protagonista anche del magazine de La prova del cuoco, ci regala un’altra delle sue lezioni. Oggi, scaloppine!

  • 600 g scaloppine di vitello, 2 cucchiai di farina, 50 g burro, 100 ml marsala, sale e pepe, alloro

scaloppine2Prendiamo le fettine di fesa di vitella e le battiamo con il batticarne, verso l’esterno (così non si sfibra, ma si allarga). Va bene anche la lonza di maiale, ma anche il pollo o il tacchino. Per i saltimbocca, prendiamo una fettina battuta; avvolgiamo una foglia di salvia in una fettina di prosciutto crudo; mettiamo il prosciutto sopra la fettina di carne e la fermiamo con uno stuzzicadenti. Per la cottura, vedi le scaloppine (di seguito).scaloppinePer le scaloppine, infariniamo le fettine battute, leggermente. In padella, sciogliamo un tocchetto di burro (abbondante). Quando è ben caldo, mettiamo a cuocere la carne, a fiamma vivace, 1 minuto per lato. Eliminiamo il grasso di cottura dalla padella. Rimettiamo dentro la carne e sfumiamo con il marsala (fiamma alta). Per i saltimbocca, usiamo il vino bianco. Se serve, allunghiamo con qualche cucchiaiata di brodo.

cc3Per il contorno, Sergio realizza delle tagliatelle di verdure. Con un pelapatate, affetta le carote e le zucchine e le condisce a piacere, con olio, aceto o limone e prezzemolo tritato.

scaloppine3I panini | Daniele Reponi

Il modenese Daniele Reponi ci propone anche oggi altri panini, stavolta utilizzando come ingrediente principe le acciughe sotto sale. Il primo panino, usando pane all’uvetta, lo facciamo con caciotta di pecora, acciughe dissalate, composta di zucca, pinoli e una grattugiata di scorza di limone.

cc4Il secondo panino, utilizzando del pane di grano tenero con sesamo, lo farciamo con fettine di uova sode, filetti di acciughe dissalate, pezzetti di asparagi sott’olio, scaglie di mandorle tostate.

cc5Torta soffice di pesche e limoncello | Anna Moroni

Infine, il dolce di Anna Moroni, oggi particolarmente arzilla… Una torta della nonna, classica e golosa, che ridesta ricordi dolcissimi. Prepariamo la torta soffice di pesche e limoncello.

  • 200 g farina 00, 100 g fecola di patate, 5 uova, 200 g zucchero, 100 g burro, 500 g ricotta, 3 cucchiai di limoncello, 3 pesche, 1 bustina di lievito per dolci

tortaMontiamo con le fruste elettriche le uova con lo zucchero. Dopo qualche minuto, quando le uova sono chiare ed hanno triplicato il loro volume iniziale (le fruste devono ‘scrivere’ sul composto…), uniamo il burro morbidissimo e la ricotta di mucca. Mescoliamo ancora con le fruste, fino ad ottenere una miscela omogenea.

cc6Profumiamo con 3 cucchiai di limoncello. A parte, misceliamo la farina con la fecola ed il lievito. Aggiungiamo al composto di liquidi e mescoliamo delicatamente con una spatola. Il composto non deve avere grumi.

torta3Tagliamo le pesche pulite a spicchi, mantenendo la buccia. Le infariniamo leggermente e le uniamo al composto (ne teniamo da parte un po’). Mescoliamo appena. Trasferiamo in una tortiera imburrata ed infarinata e disponiamo sopra le fettine di pesca tenute da parte. Inforniamo a 180° per 50 minuti.

limoncelloPer preparare il limoncello in casa, dobbiamo avere dei limoni non trattati. Laviamo per bene 8 limoni, li priviamo della parte gialla della buccia, usando un pelapatate. Mettiamo le scorzette dentro una caraffa, con 1 l di alcol. Chiudiamo per bene e lasciamo macerare 20 giorni al buio. In una ciotola, mescoliamo 1 Kg di zucchero ed 1 l di acqua. Quando lo zucchero si è sciolto. Filtriamo l’alcol al limone e lo uniamo allo sciroppo di acqua e zucchero. Filtriamo nuovamente il liquido ottenuto usando una garza alimentare. E’ meglio farlo riposare anche qualche tempo prima di consumarlo.

torta2Gara dei cuochi

Pomodoro: GianPiero Fava con Meris Spadaccini

Peperone: Cristian Bertol con Davide Zambelli

Giuria: Fede, Tinto, Lidia Bastianich. Vince il pomodoro, il punto va a Meris.

cc7