Voyager – Quarta puntata del 31 luglio 2017 – Lecce e la storia di Archimede.

VoyagerDopo gli ottimi ascolti delle prime tre puntate, quarta puntata questa sera in prima serata su Raidue con la XXXI^ serie di “Voyager – ai confini della conoscenza”. Stasera Roberto Giacobbo ci porta a Siracusa, una città che ha giocato un ruolo cruciale nella storia e nell’arte dell’Italia. Ci farà conoscere  la città siciliana come non è stata mai vista. Grazie alla tecnologia, Siracusa sarà riportata al momento del suo massimo splendore, quando era la più bella e la più grande fra le città greche. Cosa ha reso immortale questo luogo della nostra Italia straordinaria? Che cos’è l’Orecchio di Dioniso e perché c’è chi crede che sia addirittura collegato all’Arca dell’Alleanza?

Voyager | Quarta puntata | 31 luglio 2017

Una città attualmente quasi completamente nascosta dai cantieri delle soprintendenze e sotto la polvere delle importanti opere di restauro. E’ Lecce, la “perla del barocco”. Roberto Giacobbo, forte dei suoi “permessi speciali”, entra nelle aree ancora off limits di questi cantieri, alla scoperta di alcune delle meraviglie che vi sono nascoste, come gli affreschi nella Cappella dell’ex Ospedale di Santo Spirito, e i sotterranei del Castello Carlo V, svuotati dei detriti e delle immondizie accumulate in quasi sette secoli.

Le telecamere di Voyager si spingono fino alle prigioni della Torre Mozza dove trovò la morte l’architetto ideatore del Castello stesso, Gian Giacomo dell’Acaya, del quale vengono proposti momenti della vita grazie a immagini esclusive di un film trasmesso in anteprima in questa puntata. Si dice che Lecce “galleggi” sul suo passato, che la sua storia sia fatta di sovrapposizioni e trasformazioni che abbracciano un arco di tempo di oltre 2000 anni.

La storia che Giacobbo racconta, affrontando un percorso ipogeo, è quella di Luciano Faggiano che, nel ristrutturare la sua abitazione ha scoperto uno dei più importanti tesori storico-archeologici della città: tombe, nascondigli, cisterne, pozzi, silos per la raccolta del grano, altari, ossari, simboli riconducibili ai Cavalieri Templari.

Siracusa e la storia di Archimede

Sempre in questa puntata, tappa a Siracusa, città natale del più grande e multiforme genio dell’antichità: Archimede. Ingegnere e matematico, costruì quella che sarebbe stata la nave più grande e imponente del suo tempo. Ma non solo, costruì fortezze e macchine belliche che ancora adesso destano stupore. Chi era in realtà? Cosa lo ha reso immortale? Sappiamo già molto di lui, ma oggi sofisticate tecnologie potrebbero aiutarci a recuperare altri suoi scritti, finora considerati perduti.

Voyager – ai confini della conoscenza è un programma di Roberto Giacobbo, capo progetto Veronica Vetrulli, scritto con Davide Fiorani, Valeria Botta, Massimo Fraticelli, Nicola Sisto, Marco Zamparelli, Lucia Zorzi, produttore Esecutivo: Manuela Madonna.