“Buono a sapersi” – Torna Elisa Isoardi con lo stesso programma, ma con un nuovo nome.

buono a sapersiElisa Isoardi torna, per il quarto anno consecutivo, ad occupare la fascia del mattino di Raiuno, dal lunedì al venerd’, nell’orario che va dalle 11:05 alle 11:50. Quattro anni, un unico stesso programma, ma con quattro titoli diversi ogni anno. Prima “A conti fatti“, poi “A conti fatti la parola a voi“, infine “Tempo e denaro“. Ed ora il nuovo titolo è “Buono a sapersi“.

Buono a sapersi | Elisa Isoardi

Si trattta di un quotidiano di alimentazione e salute con particolare attenzione a tutto quanto fa spesa. Un contenitore, che mette al centro di ogni puntata un prodotto scelto per la sua straordinaria capacità di potersi trasformare in un “farmaco naturale”, ma anche un viaggio nel “pianeta nutrizione” che offre spunti e curiosità per raccontare un frutto della terra o un lavorato industriale – di quelli che sono in tavola tutti i giorni – e coglierne ogni singolo aspetto e proprietà.

Buono a sapersi | Di cosa si tratta | Argomenti

Tutto con il principale obiettivo di spiegare al telespettatore come “la salute vien mangiando”, ma più ancora come andare al mercato, alla scoperta della qualità, con un occhio attento alla sicurezza alimentare e l’altro al portafogli: un percorso tra primizie di stagione, alla ricerca delle risposte naturali per affrontare patologie e sindromi. Una “vetrina”, con dirette dalle filiere di produzione e dai mercati, per esaltare il meglio di ciò che la terra sa regalare ed acquistarlo al giusto prezzo: un programma, che accoglie al suo interno linguaggi e generi diversi, dall’intrattenimento all’informazione, con il ricorso ad esperti del settore: agronomi, nutrizionisti, dietologi, biologi e tecnologi alimentari, ai quali affiancare medici specialisti, esperti di consumo, produttori di eccellenza, maestri di cucina, pizzaioli, gelatai e sommelier.

Buono a sapersi | Struttura

Con l’obiettivo di “servire” una festa del mattino, colorata, sorprendente ed intrigante, nella quale scoprire sempre cose nuove, ricevere consigli per una alimentazione sana ed economica e trasformare il cibo nel più naturale dei rimedi a nostra disposizione. Imparando dagli abbinamenti ideali alle calorie, aprendo ai vari approcci regionali, monitorando giornalmente le quotazioni dei mercati e raccontando, dal produttore al consumatore, tutta la filiera del prodotto, i suoi “attori” principali, ma anche le “trappole” con le quali l’ingrediente “protagonista della puntata” è costretto a fare i conti.