“Chi l’ha visto?” – Al via l’edizione 2017-2018, la 30°, con Federica Sciarelli.

chi2Trentesima edizione per Chi l’ha visto?. Con Federica Sciarelli, al timone per il suo 14° anno, il programma torna per far luce su nuovi casi di scomparsa, cold case e misteri da risolvere con l’aiuto dei telespettatori e con uno sguardo sempre attento ai fatti dell’attualità. In onda dallo storico studio 2 di via Teulada che ospita in diretta il suo pubblico di affezionati, il programma si avvale di tutti i suoi  canali di comunicazione  potenziati per poter arrivare in tempo reale ai telespettatori con notizie ed aggiornamenti.

Il programma arrivato sinora a 541 puntate trasmesse, proporrà 42 nuove puntate settimanali, andando quindi in onda sino al prossimo luglio.

Chi l’ha visto? | Edizione 2017-2018

A Federica Sciarelli il compito di gestire, nel corso della diretta, testimonianze e contributi, anche dell’ultimo minuto, che arriveranno dai telespettatori  da telefono,  posta elettronica, messaggi vocali e video dei vari social network. Considerato fin dagli esordi uno strumento di comunicazione sociale, il programma non ha mai tradito la sua vocazione di servizio pubblico, rendendo gli spettatori sempre più partecipi di un progetto televisivo socialmente utile.

chiFederica Sciarelli al timone per il suo 14° anno, riparte per far luce su nuovi casi di scomparsa, cold case e misteri da risolvere con l’aiuto dei  telespettatori e con uno sguardo sempre attento ai fatti dell’attualità.

Chi l’ha visto? | Prima puntata di mercoledì 13 settembre 2017 | Temi e casi

Nella prima puntata di questa sera le storie di due adolescenti: Noemi e Rosa, due ragazzine in fuga dalla famiglia per rincorrere i loro sogni, aiutate da uomini più grandi. Rosa, 15  anni  esce per andare a scuola ma sparisce. Nello zaino ha messo vestiti e qualche libro.  Dopo quasi 4 mesi nessuna traccia. Noemi, 16 anni, si allontana in macchina col fidanzatino ma non porta con sé neanche il cellulare e non da notizie da 10 giorni.

A Federica Sciarelli il compito di gestire, nel corso della diretta, testimonianze e contributi, anche dell’ultimo minuto, che arriveranno dai telespettatori attraverso telefono,  posta elettronica, messaggi vocali e video dei vari social network.