La prova del cuoco – Puntata del 21 settembre 2017 – Le ricette di oggi.

antonellaGiovedì 21 settembre 2017, come ogni giorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da sedici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. 

pdc1

La gara | Primo round

Dopo la breve anteprima in cui Tinto era in esterna ancora in Trentino ed in particolare ad Andalo, si parte, entra Antonella, i saluti e al via con il 1° round della gara. I cuochi in gara oggi sono per il pomodoro GianPiero Fava e per il peperone Renato Salvatori. In 10 minuti, sul tema della canzone Roma non fa’ la stupida stasera GianPiero propone un fiore di zucca fritto con zupa di melone e guanciale croccante, mentre Renato il pollo con i peperoni. A giudicare poi la stessa Antonella, che assaggia e decreta un vincitore.

pdc2Chi perde avrà una penalità nella gara finale, scelta dallo sfidante vincitore tra cinque opzioni di scelta. E per Antonella le due proposte sono ottime ma per il suo gusto vince GianPiero. Qui non viene data la ricetta ma si seguono solo le gesta dei cuochi.

pdc3

Spaghettoni con fichi d’India | Anna Moroni

Quest’oggi, Annina ci prepara il primo piatto… e che piatto! La Moroni spiega che questo è il piatto dell’estate, il prediletto dal marito Tonino. Un piatto particolare, con i fichi d’India. Prepariamo gli spaghettoni con fichi d’India.

  • 400 g spaghettoni, 6 filetti di acciughe salate, 2 fichi d’India, 2 pomodori gialli, 1 spicchio d’aglio, prezzemolo, 2 cucchiai di vino bianco secco, 4 cucchiai di olio evo, pepe bianco, scorza di limone grattugiata, sale
  • Per le briciole: 2 fette di pane, aglio, olio evo

spaghettoniMettiamo a cuocere la pasta in acqua bollente e salata. Peliamo i fichi d’india, li frulliamo e li passiamo al setaccio, in modo da eliminare i semini. Prendiamo le fette di pane casereccio, le condiamo con olio ed aglio, che strofiniamo sul pane, e le inforniamo, in modo da farle tostare per bene.

pdc5Successivamente, le sbricioliamo al mortaio, in modo da ottenere delle briciole grosse. Dissaliamo i filetti di acciughe sotto sale (le mettiamo in ammollo per 10-30 minuti in una soluzione di 2 bicchieri d’acqua e mezzo di vino bianco o aceto).

pdc4In padella, scaldiamo un generoso filo d’olio con dell’aglio tritato. Uniamo i filetti di acciuga e facciamo soffriggere. Sfumiamo col vino bianco. Uniamo la polpa di fichi setacciata ed i pomodori freschi a cubettoni. Profumiamo con del prezzemolo tritato. Scoliamo la pasta al dente e la uniamo al sugo, in padella. Mescoliamo per bene. Uniamo le briciole di pane e finiamo con una grattugiata di scorza di limone.spaghettoni2

Pizza con i porcini | Gabriele Bonci

Torna Gabriele Bonci, con le sue fantasmagoriche creazioni di acqua e farina. Oggi, una focaccia ricchissima, con porcini e prosciutto. Prepariamo la pizza con i porcini.

  • 1 Kg farina Enkir, 5 g lievito di birra, 900 g acqua, 20 g di sale, 50 g olio evo

Mettiamo la farina in una ciotola. Uniamo il lievito fresco sbriciolato. Quindi Aggiungiamo l’acqua e mescoliamo con un mestolo. Ottenuto un composto omogeneo, aggiungiamo il sale. Impastiamo. Trasferiamo in una ciotola con l’olio evo (50 g). Con un leccapentole, pieghiamo delicatamente l’impasto, in modo da inglobare parte dell’olio. Copriamo e lasciamo riposare in frigorifero per 10 ore.

pdc6Trasferiamo in una teglia rettangolare unta d’olio. Stendiamo delicatamente e lasciamo lievitare ancora 1 ora e mezza. Inforniamo a 220°. Abbassiamo a 180° appena entra. Cuociamo fino a doratura. Lasciamo raffreddare del tutto, quindi sformiamo e tagliamo a metà, come fosse un pan di Spagna.pizza Farciamo con i porcini affettati e spadellati, delle fette di fontina e delle fette sottili di prosciutto cotto. Profumiamo con della salvia tritata e richiudiamo la focaccia. Inforniamo nuovamente a 180° per 25 minuti.

pizza2

Torta sandwich pesca e amaretto | Guido Castagna

Dal salato della focaccia di Bonci, al dolce del cioccolato di Guido Castagna. Il cioccolatiere bolognese prepara un dessert raffinato e semplice da preparare con le ultime pesche di stagione. Prepariamo un sandwich pesca amaretto.pesca2

  • Biscotto alla mandorla amara: 100 g tuorli, 185 g zucchero, 125 g mandorle bianche, 125 g mandorle armelline (amare), 60 g burro, 170 g albume, 50 g zucchero

pesca3

  • Cremoso cioccolato fondente 64%: 300 g crema pasticcera, 300 g panna liquida 50 °C, 240 g cioccolato fondente 64%
  • Gelatina di pesca: 500 g pesca, 150 g zucchero, 15 g gelatina

pesca5Prepariamo la base biscotto: in una ciotola, con una frusta manuale, lavoriamo i tuorli con lo zucchero. Quando lo zucchero si è sciolto, uniamo la polvere di mandorle dolci e di mandorle amare (sono quelle presenti nel nocciolo delle pesche o delle albicocche). Aggiungiamo il burro fuso e, infine, gli albumi montati a neve con 50 g di zucchero.

pesca4Mescoliamo fino ad ottenere un composto omogeneo. Trasferiamo in una teglietta rettangolare foderata con carta forno. Stendiamo in modo da ottenere uno strato di 2 cm. Inforniamo a 230° per 5 minuti e cuociamo altri 5 minuti a 190°. Da freddo, lo tagliamo a metà. Prepariamo la gelatina di pesche. In un pentolino, scaldiamo la purea di pesca con lo zucchero e la gelatina ammollata in acqua ed una spruzzata di succo di limone.

pdc7Il cremoso al cioccolato. In una ciotola mettiamo la crema pasticcera con la panna calda ed il cioccolato fuso. Mescoliamo il tutto con una frusta manuale e lasciamo intiepidire. All’interno di un anello quadrato metà del biscotto. Coliamo sopra metà del cremoso al cioccolato e mettiamo in freezer fino a farlo indurire un po’. Versiamo sopra la gelatina di pesca e rimettiamo in freezer. Versiamo sopra il cremoso rimasto e sovrapponiamo l’altra metà di biscotto. Congeliamo. Tagliamo a triangoli, in modo da ottenere dei tramezzini.

pesca

Gara dei cuochi

  • Pomodoro: GianPiero Fava / Franco Peschidi
  • Peperone: Renato Salvatori / Sabrina Segolini
  • Giurato Federico Francesco Ferrero.  Giudizi – Tecnica: 76 Gusto: 58  Impiattamento: 76  Per 20 a 19 vince il peperone.

 pdc8