Linea Blu – Ventiduesima puntata del 23 settembre 2017 – Il golfo dei Poeti.

blu5Linea Blu, il programma di Raiuno dedicato al mare, al suo ambiente e a tutto ciò che lo circonda, è tornato con la 23° edizione e oggi propone la ventiduesima puntata di questa serie.

Linea Blu | Ventiduesima puntata |23 settembre 2017 | Temi e mete

La puntata in onda oggi è un  viaggio nel Golfo dei Poeti, lungo la Riviera di Levante, in Liguria, da Lerici a Bocca di Magra. Si parte dalle coste rocciose a picco sul mare alle distese sabbiose della Versilia con una geologa, alla scoperta di una costa eterogenea e spettacolare dove il fiume Magra fa da spartiacque tra due realtà completamente differenti.

blu2Si andrà alla scoperta di un territorio ricco di valenze naturali, storiche e culturali che attraversa i confini di ben 20 comuni, incantevoli borghi marinari che lasciano il posto, nell’entroterra, a zone umide ricche di biodiversità e alle verdi colline della Val di Vara, un’ area fluviale di grande pregio naturalistico. Tutto nel suggestivo contesto della spiaggia di Punta Corvo, le bellezze del Parco di Montemarcello Magra. Ci si occuperà, inoltre, di uno strumento per valorizzare e promuovere gli sport acquatici e le attività marinare con un occhio di riguardo al territorio e all’ambiente.

Liguria | Il golfo dei Poeti

A dare man forte sarà una giornata tipo con gli allievi della Scuola di Mare di Santa Teresa che, grazie alla sua collocazione particolarmente protetta,  offre la possibilità di andar per mare tutto l’anno. E ancora, un’oasi di biodiversità e un potenziale mitigatore degli effetti del cambiamento climatico: con una biologa del Centro Ricerche Ambiente Marino ENEA di Santa Teresa, il progetto per testare l’idoneità di micro-reef artificiali e valutare l’effetto di mitigazione all’acidificazione delle acque esercitato dall’alga corallina Ellisolandia elongata sulla fauna associata.

blu3Invece, “Mostriamo i muscoli”, a bordo di un bellissimo leudo in navigazione verso gli impianti di mitilicoltura del Golfo di La Spezia, è il nome dei progetti per la reintroduzione dell’ostrica autoctona Ostrea edulis ed il recupero ed il riciclo della plastica derivante dalla retine con cui impacchettare i molluschi. Quattro giorni per trasformare l’energia del vento in potenza e divertimento: sul lago di Garda, con Fabio Gallo, incredibili evoluzioni al “Festival del Vento”.

blu1Per Donatella Bianchi, autrice e conduttrice del programma, l’obiettivo principale è quello di sviluppare la cultura del mare, ponendo sempre grande attenzione ai problemi ambientali ed alla sicurezza, valorizzando le diverse tradizioni marinare e i luoghi di un’Italia insulare talvolta dimenticata.