Linea Blu – Ventiseiesima puntata del 21 ottobre 2017 – Chioggia.

blu1Linea Blu, il programma di Raiuno dedicato al mare, al suo ambiente e a tutto ciò che lo circonda, è tornato con la 23° edizione e oggi propone la ventiseiesima puntata di questa serie.

Linea Blu

Per Donatella Bianchi, autrice e conduttrice del programma, l’obiettivo principale è quello di sviluppare la cultura del mare, ponendo sempre grande attenzione ai problemi ambientali ed alla sicurezza, valorizzando le diverse tradizioni marinare e i luoghi di un’Italia insulare talvolta dimenticata.

Linea Blu | 26° puntata |21 ottobre 2017 | Temi e mete

La puntata di oggi è un viaggio a Chioggia, considerata la piccola Venezia, a nord delle foci di Brenta ed Adige, al limite meridionale della laguna veneta. “L’occhio”, utilizzato per individuare i banchi di pesce, una rete calata da due imbarcazioni, la suddivisione del pescato, la vendita del prodotto, la richiesta del mercato estero: ad oltre 6 miglia dalla costa, la pesca del pesce azzurro con le volanti.

blu177 draghe attive sul territorio, oltre 300 e 1500 le tonnellate, rispettivamente, di vongole e fasolare pescate nel 2014: ad una distanza dalla costa di 4/5 miglia, su un fondale di 20/30 metri, la pesca dei molluschi nella laguna di Chioggia.

Una superficie di circa 11.000 mq., due grandi piazzali laterali scoperti dove attraccano i pescherecci direttamente dai porti canale, una straordinaria ricchezza dei prodotti: al primo giorno di attività dopo il fermo pesca, la tradizione e i numeri del glorioso Mercato ittico all’ingrosso di Chioggia, uno dei più importanti centri di stoccaggio, vendita e lavorazione del pesce, specializzato non solo nella commercializzazione di prodotti freschi nazionali ma anche di specialità che caratterizzano i mercati esteri.

blu214 cooperative con 1500 soci, dei quali 1000 posseggono delle quote, metà del personale rappresentato da donne, molte delle quali sono impegnate, sui pescherecci, nella selezione del pescato, cozze e soprattutto vongole, le principali specie bersaglio: a Scardovari, le potenzialità del Consorzio Cooperativa del Polesine, il più grande d’Europa, nato nel 1976.

Un’organizzazione di produttori formata da 38 soci, una flotta peschereccia costituita da 10 volanti, una barca che fa pesca con reti da posta ed un’altra che non è sottoposta al controllo delle regole OP: a Pila, in banchina, lo sbarco del pesce azzurro e la vendita all’asta.

80 anni e non sentirli: lungo il corso principale di Chioggia, con Fabio Gallo, sapori e colori della storica sagra del pesce, inaugurata nel 1938, e certamente uno degli eventi gastronomici di maggior richiamo del Veneto.

blu2