Linea Verde…va in città – Ottava puntata del 28 ottobre 2017 – Anticipazioni e temi.

lvs4Ottava puntata della nuova edizione del sabato di Linea Verde. Il programma, così come lo scorso anno, al sabato è condotto da Chiara Giallonardo, Marcello Masi e Federica De Denaro.

Si aggiunge solo un sottotitolo, per diversificarlo dalla classica puntata domenicale, e si chiama Linea Verde…va in città. Ogni puntata è un viaggio originale attraverso la nuova tendenza, che vede le città teatro di un rinnovato rapporto con l’agricoltura attraverso una accresciuta cultura dei cibi, delle tradizioni e dell’ambiente.

Linea Verde… va in vittà

Ogni puntata vede un racconto che partirà dai mercati, dagli orti, per arrivare nelle tavole dei ristoranti e delle famiglie fino alle botteghe degli artigiani. Innovazione, marketing del territorio, promozione di nuove culture del vivere saranno i punti di riferimento più importanti di questa nuova edizione del programma.

lvs3

Linea verde va in città |28 ottobre 2017 | Ottava puntata | I temi

Nella ottava puntata in onda oggi si va in Campania, alla scoperta di Napoli, città tra le più ricche di cultura, capace anche di mostrare (dimostrando di saperci convivere) contrasti evidentissimi. Napoli è tra le poche città dove i quartieri popolari si trovano ancora nel centro storico; e a Napoli le tradizioni culturali e gastronomiche fanno da contrappunto all’innovazione e alla ricerca scientifica.

lvs1A questo proposito, il viaggio fa tappa presso l’università di Portici, la prima facoltà di agraria di Italia, dove vengono studiati e realizzati materiali innovativi e coloranti di origine naturale per ottenere confezioni per alimenti assolutamente prive di tossicità. Ma la ricerca parte anche dalla tradizione: dagli antichi testi degli alchimisti, alla luce della scienza moderna, un ricercatore è riuscito ad ottenere dei profumi e dei cosmetici usando scarti alimentari. Una “strategia” che consente di ridurre i rifiuti traendone contemporaneamente reddito.

Napoli | Cibo di strada | Fritti

Ma Napoli è anche nota per la grande tradizione del cibo di strada, dei fritti, delle bancarelle di frutta e verdura ad ogni angolo delle strade: a fronte di questo aspetto, i più aggiornati artigiani, grazie alla tecnologia, stanno mettendo a punto prodotti capaci di conservare lo spirito e la cultura partenopea, pur essendo frutto della ricerca nel campo dell’innovazione agroalimentare.

lvs2