La prova del cuoco – Puntata del 3 gennaio 2018 – Le ricette di oggi.

pdc3Mercoledì 3 gennaio 2018, come ogni giorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quasi diciotto anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

pdc1La gara | Primo round

Dopo la breve anteprima in cui Tinto era in esterna a Roma, si parte, entra Antonella, i saluti e al via con il 1° round della gara. I cuochi in gara oggi sono per il pomodoro Riccardo Facchini  e per il peperone Natale Giunta. In 10 minuti, sul tema dei ravioli di magro, Riccardo propone i cravioli di ricotta e noci, mentre Natale propone i ravioli di carciofi e primo sale.

pdc2A giudicare poi la stessa Antonella, che assaggia e decreta un vincitore. Chi perde ha una penalità nella gara finale, scelta dallo sfidante vincitore tra cinque opzioni di scelta. E per Antonella, vince Riccardo. Belle idee, molto delicati quelle di Riccardo, quelli di Natale erano crudi. Qui non viene data la ricetta, con gli ingredienti precisi, ma si seguono solo le gesta dei cuochi.

pdc3Torroncini della Befana | Daniele Persegani

Il simpatico emiliano Daniele Persegani oggi ci propone dei dolcetti straordinari da mettere nela canza della Befana dei bambini, ma non solo, essendo adatti a qualsiasi occasione della festa dell’Epifania. Prepariamo i torroncini della Befana.

  • per lo sciroppo: 150 g di acqua, 525 g di zucchero, 50 g di glucosio
  • per la crema pasticcera: 400 ml di latte, 100 ml di panna, 4 tuorli, 150 g di zucchero, 60 g di amido di riso, vaniglia, scorza di limone
  • cioccolato bianco fuso qb, frutta candita a piacere, pistacchi a piacere

pdc1Facciamo uno sciroppo scaldando in un pentolino l’acqua con lo zucchero e il glucosio. Mescoliamo bene e portiamo a 145°.

pdc2Nella planetaria mettiamo 100 g di classica crema pasticcera con la buccia o l’essenza del bergamotto, la vaniglia, la farina di mandorle. Azioniamo e lasciamo amalgamare, poi uniamo a filo lo sciroppo fatto mentre la macchina continua ad impastare. Lasciamo andare il tutto per circa 5 minuti, fino a che la massa caldas non si raffredda a 40°.

pdc3Stendiamo il composto, alto 1 cm, tra due fogli di carta forno. Tagliamo in rettangolini e lasciamo ben raffreddare. Li immergiamo nel cioccolato bianco fuso, poi li mettiamo su una griglia, sopra ad ognuno mettiamo un pistacchio, o un’arancia candita o altra frutta candita a piacere e li lasciamo ben raffreddare. E i dolcetti sono pronti…

pdc4Arrosto della mamma | Andrea Mainardi

Andrea Mainardi si occupa del secondo, preparando un sontuoso arrosto che sua mamma, giovane perchè ha la stessa età di Antonela, prepara tutti gli anni in questo periodo delle feste. Facciamo quindi l’arrosto della mamma.

  • 1 petto di tacchino da 600g, 200 g di prosciutto cotto, 4 uova, 50 g di formaggio grattugiato, 100 g di emmenthal a fette, 200 g di spinacini, 1 scalogno, 50 g di burro, 100 ml di vino bianco, 1 spicchio di aglio, 1 rametto di rosmarino, 1 rametto di salvia, noce moscata qb, olio extravergine di oliva qb, sale qb

pdc7Apriamo il petto di tacchino a libro, lo appoggiamo sulla carta forno, lo battiamo bene con il batticarne in modo da aprirlo completamente e formare un bel rettangolo.

In una padella antiaderente sciogliamo un pezzetto di burro, uniamo la cipollla tagliata a fettine oppure lo scalogno, facciamo soffriggere, quindi aggiungiamo gli spinaci che prima lessiamo in acqua bollente e salata e poi scoliamo e strizziamo bene e li ripassiamo facendoli insaporire. Produmiamo con un po’ di noce moscata, un pizzico di sale e di pepe.

pdc5In un’altra padella facciamo due frittatine semplici ciascuna con due uova, formaggio grattugiato e un pizzico di sale.

pdc8Stendiamo sul petto di tacchino aperto a libro delle fette di prosciutto cotto, sopra mettiamo gli spinaci distribuendoli bene su tutta la superficie, quindi mettiamo le fette di emmental o di groviera, le frittatine.

pdc6Aiutandoci conla carta forno arrotoliamo formando un  rotolo, una specie di polpettone. Mettiamo in frigorifero per 1 ora. Togliamo la carta forno e lo leghiamo con lo spago e mettiamo in una teglia da forno.

pdc9Condiamo con un goccio di olio, un pochino di oglio rosmarino, aglio se piace, un goccio di vino bianco e cuociamo a 180° per ben 3 ore, glassandolo ogni tanto col sugo di cottura che si forma. Tagliamo a fettine e…buon appetito.

pdc10Quenelle di cotechino e lenticchie | Anna Moroni

Abbiamo avanzato lenticchie e cotechino e non sappiamo come riutilizzarli? Ci pensa Annina Moroni con un piatto del ricilo di queste due pietanze. Facciamo le quenelle di cotechino e lenticchie.

  • cotechino e lenticchie avanzate, 1 patata bollita, erbe aromatiche a piacere, pasta lievita, datteri e fichi secchi qb

Prendiamo il cotechino avanzato e tagliato a fettine e lo mettiamo nel mixer, uniamo 1 o 2 patate bollite e schiacciate, erbe aromatiche a piacere, un goccio di olio e frulliamo il tutto. Aiutandoci con due cucchiai formiamo delle quenelle.

pdc1Frulliamo anche le lenticchie avanzate, oppure fatte bollendole per 10/15 minuti partendio da acqua fredda e senza averle messe prima a bagno, quindi le insaporiamo unendole a cipolla e aglio rosolati in padella e profumiamo co una foglia di alloro.

Serviamo le quenelle di cotechino con la purea di lenticchie accompagnando con fettine di focaccia fatta amalgamando della pasta lievitata con fichi secchi e datteri e cotta in forno a 200° per 20/25 minuti.

pdc2Gara dei cuochi

  • Pomodoro: Riccardo Facchini/ Patricia Cirardi
  • Peperone: Natale Giunta/ Sara Romani
  • Giurato Cristina Bowerman.  Giudizi – Tecnica: 78  Gusto: 68  Impiattamento: 77 Per 23 a 20 vince il peperone.

pdc