La prova del cuoco – Puntata del 4 gennaio 2018 – Le ricette di oggi.

antonellaGiovedì 4 gennaio 2018, come ogni giorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quasi diciotto anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

pdc1La gara | Primo round

Dopo la breve anteprima in cui Tinto era in esterna a Roma, si parte, entra Antonella, i saluti e al via con il 1° round della gara. I cuochi in gara oggi sono per il pomodoro Katia Maccari  e per il peperone Ivano Ricchebono. In 10 minuti, sul tema del recupero dei dolci delle feste, Katia propone il millefoglie di panettone con crema di mascarpone e scaglie di cioccolato, mentre Ivano propone la sacripantina di pandoro farcita.

pdc2A giudicare poi la stessa Antonella, che assaggia e decreta un vincitore. Chi perde ha una penalità nella gara finale, scelta dallo sfidante vincitore tra cinque opzioni di scelta. E per Antonella, vince Ivano. Premia il gusto e piancendole il pandoro ma non il panettone non c’è storia… Qui non viene data la ricetta, con gli ingredienti precisi, ma si seguono solo le gesta dei cuochi.

pdc3Pizza vegetariana fresca | Gino Sorbillo

E’ tempo di pizza, con Gino Sorbillo. Il pizzaiolo partenopeo prepara una pizza senza carne, leggera e ‘fresca’. Ecco la pizza vegetariana fresca.

  • 160 g acqua, 2 g lievito naturale fresco, 7 g sale, 230 g farina 0 o 00, ricotta fresca, pesto fresco di basilico, foglie di scarola riccia, olive taggiasche denocciolate, mele verdi e rosse a fettine, pomodorini gialli a fettine, melanzane fritte a dadini, menta fresca, olio evo, sale

pizzaSciogliamo il lievito nell’acqua. Aggiungiamo il sale e mescoliamo ancora. Uniamo la farina a pioggia, mescolando ancora con il mestolo. Quindi, formato l’impasto, lavoriamo con le mani per 15 minuti circa. Lasciamo lievitare il panetto ottenuto in una scatola ermetica per circa 8 ore.

Stendiamo il panetto, in modo da ottenere un disco con i bordi leggermente più alti. Posizioniamo il disco su una teglia rotonda coperta con carta forno.

pdc4Passiamo la ricotta al setaccio e la mescoliamo con un paio di cucchiai di pesto di basilico. Aggiungiamo della scarola riccia a pezzetti. Mescoliamo e spalmiamo il composto sul disco di pizza. Inforniamo a 250° per 13 minuti circa.

Intanto, condiamo della scarola riccia a pezzetti con olive denocciolate, mela a cubetti, melanzane fritte a cubetti, pomodorini gialli a fettine. Mescoliamo il tutto per bene e disponiamo sulla pizza appena sfornata. Serviamo.

pizza2Spigola al sale | Gianfranco Pascucci

Dopo la pizza, il pesce. A cucinarcelo non poteva che essere Gianfranco Pascucci, massimo esperto in materia. Prepariamo la spigola al sale.

  • 1 Kg Spigola, 600 g sale, 200 g albumi, 100 g erbe e spezie
  • Ripieno: capperi, olive, pomodorini

spigolaEvisceriamo la spigola o la compriamo già pulita. In una ciotolina, mettiamo dei pomodorini a cubetti, olive denocciolate a pezzetti, dei capperi e del basilico fresco spezzettato. Inseriamo questo condimento, insieme ad una fettina di limone, all’interno della pancia del pesce eviscerato. Chiudiamo per bene la pancia, pressando con le mani.

pdc5In una ciotola, misceliamo il sale fino con il sale grosso (quest’ultimo dev’essere una minima parte). Uniamo le erbe e spezie a piacere (pascucci usa del pepe rosa, del finocchietto ed altre erbe) ed un goccio d’acqua. Mescoliamo, quindi incorporiamo l’albume montato a neve. Mescoliamo. Dobbiamo ottenere un composto simile ad una meringa.

Su una teglia, formiamo una base di crosta di sale. Appoggiamo sopra la spigola ripiena. Copriamo con la rimanente crosta la spigola, per intero. Inforniamo a 180° per 30 minuti. Uscita dal forno, avremo una crosta leggermente dorata. La tagliamo ai lati ed asportiamo la parte superiore, che nasconde la spigola. Serviamo.

spigola4Corona salata dei Re Magi | David Povedilla

Infine, chiudiamo in allegria con lo scatenato David Povedilla, che si propone di celebrare l’arrivo dei Re Magi, per l’Epifania, con un piatto della tradizione iberica. Ecco la corona salata dei Re Magi.

  • 750 g salmone fresco, 6 foglie di cavolo cappuccio, 150 g piselli, 100 g carote, 250 ml panna fresca, 250 g salsa di pomodoro, 4 uova, sale e pepe
  • Per guarnire: 100 g salmone affumicato, peperoni rossi sott’olio, maionese, aneto, capperi

Partiamo dalla farcia. In una ciotola, sbattiamo 4 uova intere con un po’ di sale. Trasferiamo in un mixer capiente con il salmone fresco a cubettoni (ne teniamo da parte un po’). Frulliamo finemente. Aggiungiamo la salsa di pomodoro e la panna; se vogliamo anche un po’ di aneto fresco. Frulliamo ancora.

corona2Foderiamo una teglia da ciambella con delle foglie di cavolo cappuccio o verza sbollentate. Versiamo all’interno una metà del composto al salmone. Mettiamo sopra alcuni tocchetti di salmone conditi con sale e pepe, piselli sbollentati e carote a fettine sbollentate. Copriamo con l’altra metà del composto al salmone e mettiamo altro salmone ed i rimanenti piselli e carote.

pdc6Copriamo con delle foglie di cavolo ed inforniamo, a bagnomaria (posizioniamo la ciambella in una teglia più grande con 2 dita di acqua), a 170° per 30 minuti. Decoriamo con del salmone affettato sottile, magari affumicato, peperoni arrostiti e spellati, maionese, aneto, ribes, capperi e quanto preferiamo.

corona4Gara dei cuochi

  • Pomodoro: Katia Maccari/ Patricia Cirardi
  • Peperone: Ivano Ricchebono/ Sara Romani
  • Giurato Cristina Bowerman.  Giudizi – Tecnica: 78  Gusto: 68  Impiattamento: 7 Per 24 a 20 vince il peperone.

 pdc7