La prova del cuoco – Puntata del 18 gennaio 2018 – Le ricette di oggi.

antonellaGiovedì 18 gennaio 2018, come ogni giorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quasi diciotto anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

6021AFBB-B313-4FDA-92AF-1E5711C28D75La gara | Primo round

Dopo la breve anteprima in cui Tinto era in esterna a Sulmona alla scoperta dei confetti, si parte, entra Antonella, i saluti inziali e al via con il 1° round della gara. I cuochi in gara oggi sono per il pomodoro Ivano Ricchebono  e per il peperone Marco Bottega. In 10 minuti, sul tema delle cipolle ripiene, Ivano propone le cipolle ripiene di carne con mascarpone, mentre Marco propone lei cipolle ripiene di cipolle.

4A37CAFF-3FEF-429A-8876-1673D52471DBA giudicare poi la stessa Antonella, che assaggia e decreta un vincitore. Chi perde ha una penalità nella gara finale, scelta dallo sfidante vincitore tra cinque opzioni di scelta. E per Antonella, vince Marco. Due idee meravigliose, sublime quella di Marco che ha riproprosto la ricetta di un noto chef. Qui non viene data la ricetta, con gli ingredienti precisi, ma si seguonosolo le gesta dei cuochi.

BE620ADB-F286-4CC7-A501-A096E5E351D2Pizza fantasia di pomodori | Gino Sorbillo

In vista del week end rubiamo qualche idea al re della pizza Gino Sorbillo. Oggi, un trionfo di pomodori made in Italy accolgono il pizzaiolo partenopeo, che si propone di utilizzarne una buona parte nella sua pizza. Prepariamo la pizza fantasia di pomodorini.

  • 170 g acqua temperatura ambiente, 2 g lievito di birra fresco, 7g sale, 230 g farina setacciata

Sciogliamo il lievito nell’acqua. Aggiungiamo il sale e mescoliamo ancora. Aggiungiamo la farina a pioggia, mescolando nel frattempo. Quando l’impasto è formato, lo lavoriamo su un piano per 13 minuti almeno, fino ad ottenere un panetto liscio e poco appiccicoso. Copriamo e lasciamo lievitare per 8 ore.

97ABB4D1-5FDA-48FC-9C73-A35ED5A7CF74Intanto prepariamo il condimento. Tagliamo i pomodorini di vario tipo a pezzetti. Li saltiamo in padella per pochi secondi con un filo d’olio, sale ed uno spicchio d’aglio. Quando li togliamo dalla padella, li lasciamo raffreddare su carta assorbente.

E9D6584B-D7BE-47F3-8274-B419A3675513Stendiamo il panetto lievitato su una teglia coperta da carta forno. Condiamo con dei pomodori San Marzano pelati e schiacciati con le mani. Inforniamo a 230° per 12 minuti circa. A cottura ultimata, mettiamo sopra i pomodorini spadellati, il basilico fresco e la mozzarella tritata finemente. In alternativa, possiamo mettere i pomodorini crudi sulla pizza prima di infornarla.

pizza

Smeraldini alla panna | Alessandra Spisni

Alessandra Spisni, in compagnia del suo inseparabile mattarello propone un primo piatto. Pasta fresca, gli smeraldini. Guai a confonderli con i tortellini o con i balanzoni, sono una via di mezzo. Prepariamo gli smeraldini alla panna.

  • 350 g farina, 3 uova, 30 g spinaci cotti e strizzati, 1 pizzico di noce moscata
  • 50 g filetto di maiale, 1 noce di burro, 1 tazzina da caffè di vino bianco, 100 g mortadella, 100 g prosciutto crudo, 100 g formaggio grattugiato, 50 g salsiccia ben condita, 1 uovo, sale, pepe, noce moscata, brodo
  • mezzo l panna fresca, 50 g burro, sale e pepe

Partiamo dal ripieno, simile a quello dei tortellini. In un tegame, facciamo rosolare la carne di maiale a tocchetti con una noce generosa di burro, sale, pepe e, successivamente, prosciutto crudo affettato. Quando la carne è ben rosolata, sfumiamo con il vino bianco e bagniamo con il brodo (poco, quanto il vino). Scoliamo la carne dai liquidi di cottura e la passiamo al trita carne.

1013137F-F77D-4330-B896-9935B15DE0EDIntanto, tritiamo la mortadella utilizzando un trita carne. Uniamo alla mortadella il formaggio grattugiato, la noce moscata, l’uovo intero. Uniamo anche la carne di maiale rosolata e tritata. Mescoliamo per bene il tutto.

506DD68C-6565-4105-B1F3-13BCE345B69APrepariamo la sfoglia impastando la farina con le uova e gli spinaci sbollentati e tritati finemente. Avvolgiamo nella pellicola e facciamo riposare mezz’ora. Tiriamo la sfoglia sottile. Ricaviamo dei quadratini. Formiamo al centro di ciascun quadratino una nocina di ripieno. Richiudiamo a formare un tortellino poco più grosso dell’originale. Lessiamo in acqua salata e bollente.

smeraldiniPer il condimento, in padella, scaldiamo la panna fresca con una noce di burro. Scoliamo la pasta e la ripassiamo in padella con la panna per qualche istante.

smeraldini2

Torta di cioccolato | Anna Moroni

Infine, come tradizione, il dolcetto di Anna Moroni, particolarmente provata dal ‘digiuno’ a cui si è costretta per motivi che non ci è dato sapere… Una torta meravigliosa, la torta di cioccolato più buona al mondo, assicura Annina, che le ha insegnato la sua maestra di ceramica. Ecco la torta di cioccolato di Madelaine.

  • 250 g di cioccolato fondente, 4 uova intere, 100 g di burro, 100 g di zucchero, 100 g di latte, 200 g di farina qb, 1 bustina di lievito, sale
  • Per la salsa: 100 g zucchero, 25 g acqua, 50 g miele, 250 g panna liquida
  • zucchero a velo

Per prima cosa, sciogliamo in un pentolino il burro con il cioccolato fondente a pezzetti, lo zucchero ed il latte. Facciamo sciogliere a fiamma bassa, mescolando. In una ciotola, intanto, mettiamo le uova intere. Uniamo la miscela di cioccolato e burro fusi insieme con zucchero e latte. Mescoliamo per bene con una frusta manuale. Incorporiamo la farina setacciata insieme al lievito. Trasferiamo in una tortiera di 24 cm imburrata ed infarinata.

1A114B31-DD12-4F17-9E2C-F958A6B7E448Inforniamo a 180°, forno statico e preriscaldato, per 18 minuti precisi: non di più, deve rimanere un po’ cruda al centro. Se vogliamo, una volta fredda, possiamo tagliarla a metà e farcirla con della confettura di albicocca. Inoltre, possiamo glassarla con del cioccolato fondente fuso a bagnomaria con una noce di burro. Per la salsa mou, sciogliamo in un pentolino lo zucchero semolato con il miele e l’acqua.

Portiamo a bollore, finchè non arriviamo alla temperatura della ‘prima palla’, ovvero quando prelevandone una goccia questa fila tra due dita bagnate. Aggiungiamo la panna a filo, mescolando energicamente: è un’operazione pericolosa! Lasciamo raffreddare e serviamo con la torta.

torta

Milanesine allo zenzero con finocchi all’orientale | Antonella Clerici

Antonella torna in cucina per proporre una ricetta del suo ultimo libro. Veloce e golosa, questa ricetta raccoglie tutti i sapori d’oriente… e di Milano! Ecco le milanesine allo zenzero con finocchi all’orientale.

  • 4 fettine di fesa di vitello, 1 uovo, pangrattato, 1 radice di zenzero, 1 cucchiaio di salsa di soia, 2 cucchiai di aceto balsamico, 100 g burro, olio evo, sale e pepe
  • Finocchi: 2 finocchi, 2 cucchiai di salsa di soia, 2 cucchiai di semi di sesamo tostati, radice di zenzero, olio di arachidi

Priviamo le fettine di carne del grasso. Se vogliamo, possiamo batterle un po’ e renderle più sottili. Le passiamo nell’uovo sbattuto e nel pangrattato aromatizzato con dello zenzero tritato. Facciamo aderire bene, pressando per bene il pangrattato. Friggiamo le fettine in padella con un tocco di burro già ben caldo. Per la salsina, mescoliamo lo zenzero fresco tritato con la salsa di soia, un goccio di aceto balsamico ed un filo d’olio. Mescoliamo per bene.

A23038E0-18B2-4246-832B-7D9E24189E75Infine, il contorno: i finocchi all’orientale. Tagliamo i finocchi sottilissimi, meglio se con la mandolina. Oppure, li sbollentiamo prima e li tagliamo un po’ più grossi. Successivamente, li ripassiamo in padella con una noce di burro ed un filo d’olio. Devono dorare e diventare un po’ croccanti. Per condirli, mescoliamo i semi di sesamo con la salsa di soia e lo zenzero tritato. Quando sono ben rosolati, uniamo la salsa e saltiamo ancora qualche istante. Serviamo le milanesine su un letto di finocchi e con la salsina di accompagnamento.

milanesine3Gara dei cuochi

  • Pomodoro: Ivano Ricchebono/ Gloria De Benedictis
  • Peperone: Marco Bottega/ Veronica Bervardi
  • Giurato Paolo Massobrio.  Giudizi – Tecnica: 97  Gusto: 86  Impiattamento: 78 Per 21 a 24 vince il pomodoro.

pdc1