La prova del cuoco – Puntata del 24 gennaio 2018 – Le ricette di oggi.

antonellaMercoledì 24 gennaio 2018, come ogni giorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quasi diciotto anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

pdc1La gara | Primo round

Dopo la breve anteprima in cui Tinto era in esterna in Toscana a Capalbio, si parte, entra Antonella, i saluti inziali e al via con il 1° round della gara. I cuochi in gara oggi sono per il pomodoro Francesca Marsetti  e per il peperone Diego Bongiovanni. In 10 minuti, sul tema delle costine di maiale, Francesca propone le costine di maiale glassate con purè di mele, mentre Diego propone le costine con salsa svicilli.

pdc2A giudicare poi la stessa Antonella, che assaggia e decreta un vincitore. Chi perde ha una penalità nella gara finale, scelta dallo sfidante vincitore tra cinque opzioni di scelta. E per Antonella, vince Francesca. Premia la morbidezza delle costine data dalla glassatura. Qui non viene data la ricetta, con gli ingredienti precisi, ma si seguono solo le gesta dei cuochi.

pdc3Spinacino ripieno di radicchio | Anna Moroni

Non c’è stagione de La prova del cuoco senza spinacino. Annina Moroni ripropone uno dei suoi piatti forti, il più versatile e gradito in famiglia. Ecco lo spinacino ripieno di radicchio.

  • 1 spinacino di vitella di 800 g, 250 g radicchio rosso, 100 g porri, 100 g pangrattato, 2 uova, 50 g formaggio grattugiato, 100 g burro, 1 spicchio d’aglio, mezzo bicchiere di vino bianco, brodo vegetale, olio evo, aceto di vino bianco, sale e pepe
  • Contorno: 800 g patate, pangrattato, rosmarino, sale e pepe

Tagliamo il cespo di radicchio in 4 spicchi. Condiamo con olio, sale e pepe e chiudiamo in un cartoccio di carta forno. Inforniamo per 40 minuti e, una volta ben cotto, lo tagliamo a pezzetti. In una padella, intanto, facciamo appassire il porro affettato con olio, sale e pepe.

pdc4Prendiamo lo spinacino di vitello e lo mettiamo a bagno con un po’ di aceto e acqua per un paio d’ore. In una ciotola, sbattiamo le uova intere con il formaggio grattugiato, il radicchio infornato e tagliato a pezzetti ed il porro appassito in padella. Aggiungiamo il pangrattato, in modo da ottenere un ripieno consistente. Infine, aggiustiamo di sale, pepe ed aggiungiamo il burro fuso. Se serve, aggiungiamo altro pangrattato.

spinacino2Asciughiamo lo spinacino, lo saliamo e lo pepiamo. Lo farciamo con il ripieno preparato. Cuciamo con ago e filo. Facciamo sigillare in padella con olio ed uno spicchio d’aglio. Quando è ben rosolato, sfumiamo con il vino bianco, trasferiamo su una teglia e facciamo cuocere per 1 ora e mezza.

Per il contorno, in una teglia, mettiamo le patate e le cipolle a cubettoni. Condiamo con olio, sale, pepe e pangrattato. Inforniamo fino a doratura.

spinacino4

Pasta patate e baccalà | Gianfranco Pascucci

Di mercoledì, arriva Gianfranco Pascucci, di ritorno dalle sue vacanze in Sud Africa. Lo chef stellato, con i ricordi della recente vacanza ancora negli occhi, prepara un primo piatto di casa, buonissimo. Ecco la pasta patate e baccalà.

  • 200 g baccalà diviso in 4 parti, 200 g tubetti rigati, 3 pomodori secchi, 100 g patate a cubetti e lessate, sedano, carota, cipolla, olio evo, 4 foglie di cavolo toscano sbianchite, pomodori secchi, Tandoori
  • Spuma di baccalà: 150 g scarti di baccalà, 30 ml latte, 30 ml panna, 1 spicchio di aglio, olio evo

Reidratiamo il baccalà nei giorni precedenti. Tagliamo a cubetti le patate e le sbollentiamo rapidamente in un brodo vegetale. In un altro tegame, intanto, facciamo appassire la cipolla affettata sottile con le carote tritate finissime ed il sedano ugualmente tritato. Quando il tutto è ben appassito, uniamo le patate a cubetti sbianchite. Facciamo rosolare qualche minuto. Sbianchiamo in brodo vegetale anche il cavolo nero. Lo aggiungiamo alle patate, insieme ai pomodori secchi reidratati. Lasciamo cuocere il tutto.

pdc5Priviamo il baccalà della pelle e lo tagliamo a tocchetti. Lo cuociamo immergendolo nell’olio freddo. Portiamo a 80°, togliamo dal fuoco e lasciamo raffreddare per 10 minuti. Scoliamo dall’olio. In alternativa, possiamo semplicemente saltare il baccalà in padella con olio e aglio. Mettiamo gli scarti del baccalà in un tegame con olio, aglio, alloro. Lasciamo rosolare per 10 minuti, quindi aggiungiamo il latte e la panna. Lasciamo cuocere altri 20 minuti. Frulliamo il tutto e filtriamo con un colino. Montiamo con le fruste. Uniamo la pasta già cotta e al dente al condimento di patate e cavolo. Lasciamo insaporire qualche istante. Serviamo con il baccalà cotto nell’olio a bassa temperatura e la spuma di baccalà. Spolveriamo con polvere Tandoori.

pasta3

Il benessere | Evelina Flachi

La Dottoressa Evelina Flachi oggi ci parla ancora di falsi miti in cucina, dando preziosi consigli alimentari. Una dieta senza glutine non aiuta a dimagrire, i formaggi fortificano le ossa. L’ananas dopo i pasti non aiuta a dimagrire, la caffeina non aumenta il rischio di malattie cardiovascolari. Un estratto sgonfiante e digestivo può essere fatto con ananas, mela, finocchio e zenzero.

pdc6Gara dei cuochi

  • Pomodoro: Francesca Marsetti/ Luigi Crocieri
  • Peperone: Diego Bongiovanni/ Coralba Martini
  • Giurato Guido Barenson.  Giudizi – Tecnica: 98  Gusto: 96  Impiattamento: 9 Per 22 a 27 vince il pomodoro.

pdc7