La prova del cuoco – Puntata del 29 gennaio 2018 – Le ricette di oggi.

la prova del cuocoLunedì 29 gennaio 2018, come ogni giorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quasi diciotto anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

37734B40-5484-4470-9D08-C755FBDE8086La gara | Primo round

Dopo la breve anteprima in cui Tinto era in esterna in Val D’Aosta a Saint Vincent, si parte, entra Antonella, i saluti inziali e al via con il 1° round della gara. I cuochi in gara oggi sono per il pomodoro Cesare Marretti  e per il peperone Cristian Bertol. In 10 minuti, sul tema dei medaglioni di carne, Cesare propone i medaglioni di vitello con arance e finocchi, mentre Cristian propone i medaglioni di maiale con mele caramellate e senape.

F8C0ADEB-8851-410C-812C-FFCDC0077E48A giudicare poi la stessa Antonella, che assaggia e decreta un vincitore. Chi perde ha una penalità nella gara finale, scelta dallo sfidante vincitore tra cinque opzioni di scelta. E per Antonella, vince Cristian. Premia il piatto più invernale rispetto a quello più leggero e primaverile di Marretti, anch’esso molto buono. Qui non viene data la ricetta, con gli ingredienti precisi, ma si seguono solo le gesta dei cuochi.

45055168-A447-45CC-899A-A7C5F437B6B2Gnocchi di ricotta e noci con salsa ai formaggi | Alessandra Spisni

Inizio di settimana scoppiettante con Alessandra Spisni. La cuoca bolognese prepara uno dei suoi imperdibili primi piatti. Oggi, gnocchi, ma non di patate! Prepariamo gli gnocchi di ricotta e noci con salsa ai formaggi.

  • 500 g ricotta vaccina, 300 g gherigli di noce, 1 uovo, 200 g farina, 60 g gorgonzola, 150 g camembert, 150 g mascarpone, un poco di panna fresca, sale e pepe

gnocchiSu un piano, disponiamo la farina a fontana. Mettiamo al centro la ricotta fresca, le noci in granella, e l’uovo. Saliamo, pepiamo e lavoriamo delicatamente, fino ad ottenere un impasto omogeneo. Basteranno pochi istanti.

CF402A78-D12E-455D-959C-BCD9CACD71B1Aiutandoci con la farina, formiamo dei salsicciotti di impasto. Tagliamo quest’ultimi a tocchetti, passiamo ciascun tocchetto sullo strumento per rigare gli gnocchi o su una semplice grattugia (al contrario). Lessiamo in acqua bollente e salata. Appena vengono a galla sono pronti.

gnocchi2Per la salsa: sciogliamo a bagnomaria i formaggi. In alternativa, in un tegame mettiamo la panna, il mascarpone, sale e pepe ed i formaggi a pezzi. Facciamo sciogliere il tutto a fiamma bassa. Scoliamo gli gnocchi e li passiamo in padella con il condimento.

gnocchi3

Risotto con puntarelle e uova al Cereghin | Sergio Barzetti

Un milanese che prepara le puntarelle romane… Accade a La prova del cuoco, con Sergio Barzetti, che oggi prepara il risotto con puntarelle e uova Cereghin.

  • 320 g riso Nano Vialone, 2 cespi di puntarelle, 1 limone non trattato, 150 g Toma blu di Cameri, 4 uova, 80 g burro, alloro, sale e pepe, brodo (carote, cipolla, cavolo cappuccio)

risottoTagliamo le puntarelle a metà e le scottiamo in acqua bollente con un filo d’olio per 6 minuti. Le scoliamo. Una piccola parte di puntarelle, invece, le tagliamo a filetti sottilissimi e le immergiamo in acqua ghiacciata. Lasciamo in ammollo per mezz’ora almeno.

86B4B194-26D7-4F75-A843-30057F3E66FDFacciamo partire il risotto. In un tegame ben caldo, facciamo tostare qualche istante il riso. Sfumiamo con il brodo (di cipolla, carote e cavolo cappuccio). A metà cottura, aggiungiamo le puntarelle sbollentate e a tocchetti e la scorza di limone grattugiata. Portiamo a cottura aggiungendo del brodo al bisogno.

Prepariamo le uova. Sciogliamo in padella un tocco di burro. Mettiamo a cuocere le uova intere. Quando la parte bianca è ben cotta, le togliamo dal fuoco. Quando il riso è cotto, spegniamo il fuoco e mantechiamo con la toma blu a tocchetti ed un tocchetto di burro. Serviamo adagiando sopra un uovo al tegamino e le puntarelle crude e arricciate in acqua ghiacciata.

risotto2

Girelle fritte alle mele | Natalia Cattelani

Dopo un menu ricco e composto da 2 primi piatti, arriviamo al dolce, con l’adorabile Natalia Cattelani. La cuoca, da qualche giorno in libreria con I dolci di casa, propone dei dolcetti perfetti per il Carnevale, da cuocere in forno o da friggere! Ecco le girelle fritte alle mele.

  • 250 g farina 0, 10 g lievito di birra fresco, 1 uovo, 60 g latte, buccia di limone, 25 g burro morbido, 60 g zucchero a velo, 20 g acqua, 2 mele golden, 4 cucchiai di zucchero semolato, 1 cucchiaino di cannella, olio per friggere

girelle2In una ciotola, mettiamo la farina a fontana. Aggiungiamo il latte al centro, il burro a pomata ed il lievito fresco sbriciolato. Uniamo l’uovo e cominciamo a girare con una forchetta, in modo da incorporare pian piano la farina e sciogliere il lievito. Aggiungiamo lo zucchero a velo, la buccia grattugiata del limone e, infine, l’acqua mentre continuiamo ad impastare, quel tanto che ne serve ad ottenere un impasto della giusta consistenza. Ottenuto un panetto liscio ed omogeneo (dopo circa 10 minuti di impasto), lo lasciamo lievitare coperto per 1 ora e mezza o per una notte in frigorifero (deve raddoppiare di volume).

D7AEE338-67CC-4871-87B6-662B1D183281Peliamo le mele e le tagliamo a fettine sottilissime. Stendiamo metà dell’impasto lievitato in modo da ottenere un rettangolo di circa 50 x 15 cm. Facciamo lo stesso con l’altra metà d’impasto. Disponiamo su entrambe le metà le fettine di mela, lasciando libero 1 cm dal bordo. Arrotoliamo, partendo dal lato lungo e stringendo con le mani, in modo che le mele aderiscano per bene all’impasto. Tagliamo a fette di 1,5 cm il rotolino ottenuto.

794B1C0F-C459-493A-97CC-0F9F33F09F77Lasciamo lievitare ancora 15 minuti su una teglia coperta di carta forno. Tuffiamo le girelle lievitate nell’olio a 170° (non troppo caldo). Devono cuocere 2 minuti per lato o comunque fino a doratura. Facciamo intiepidire su carta assorbente, quindi le passiamo nello zucchero aromatizzato con la cannella.

Possiamo anche cuocere in forno a 180° fino a doratura: in questo modo otterremo delle brioche per la colazione o la merenda. Alternativa: se vogliamo risparmiare tempo, possiamo usare la pasta da pizza già pronta che troviamo al supermercato. Tuttavia, quando la stendiamo, dobbiamo spennellarla con latte e spolverarla con dello zucchero.

girelle3Gara dei cuochi

  • Pomodoro: Cesare Marretti/ Daria Dipinto
  • Peperone: Cristian Bertol/ Orianna Spagni
  • Giurato Carlo Cambi.  Giudizi – Tecnica: 66  Gusto: 56  Impiattamento: 4 Per 19 a 15 vince il peperone.

56AE4A42-332E-45B7-99D5-78B409BFB6FB