La prova del cuoco – Puntata del 9 febbraio 2018 – Le ricette di oggi.

antonellaVenerdì 9 febbraio 2018, come ogni giorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quasi diciotto anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

49AD142A-F592-4D3E-B100-D95749878BE6

La gara | Primo round

Dopo la breve anteprima in cui Tinto era in esterna a SanRemo alla scoperta della farinata, si parte, entra Antonella, i saluti inziali e al via con il 1° round della gara. I cuochi in gara oggi sono per il pomodoro Riccardo Facchini  e per il peperone Roberto Valbuzzia. In 10 minuti, sul tema del grazie dei fior, Riccardo propone lerosette di sfoglia con prosciutto cotto e brie, mentre Roberto propone il girasole rustico.

E728D0C9-EA92-489E-9EA9-CAC947F64658A giudicare poi la stessa Antonella, che assaggia e decreta un vincitore. Chi perde ha una penalità nella gara finale, scelta dallo sfidante vincitore tra cinque opzioni di scelta. E per Antonella, vince Roberto.

1565AA9D-9DD9-419E-ABC9-942414609A1CE’ indecisa, ovviamente le piacciono entrambe le proposte e quindi premia la creatività. Qui non viene data la ricetta, con gli ingredienti precisi, ma si seguono solo le gesta dei cuochi.

53911E2D-A724-4D8F-8E0D-E9F1BCDB1DEA

Migliaccio arlecchino con crema al cioccolato | Sal De Riso

Carnevale è alle porte. Sal De Rso ci prepara un dolce napoletano tipico del Carnevale: il migliaccio arlecchino con crema al cioccolato.

  • Migliaccio: 500 g acqua, 500 g latte, 5 g sale, 40 g burro, 200 g semolino, 250 g uova intere, 250 g zucchero, 350 g ricotta setacciata, 100 g pinoli tostati, 100 g uva sultanina, 1 bacca di vaniglia, mezza stecca di cannella, scorza di mezzo limone, scorza di mezza arancia
  • Crema al cioccolato: 800 g acqua, 400 g zucchero, 200 g cacao amaro in polvere, 30 g amido di mais, 140 g cioccolato fondente 70%, 250 g latte condensato, 60 g burro, un pizzico di sale

In una pentola, scaldiamo il latte e l’acqua con la scorza d’arancia e di limone, la stecca di cannella, il baccello di vaniglia ed il burro. Quando il composto raggiunge il bollore, eliminiamo gli aromi ed uniamo, a pioggia, il semolino, mescolando nel frattempo con una frusta. Saliamo e facciamo cuocere, continuando a mescolare. Quando il composto si addensa ed otteniamo una sorta di polentina morbida, togliamo dal fuoco, trasferiamo in una ciotola e lasciamo intiepidire.

315F217E-1266-4824-94E5-AC11714DE5E1Quando è tiepido, lo mescoliamo con le fruste, quindi aggiungiamo la ricotta setacciata e mescoliamo ancora con le fruste, fino ad ottenere un composto omogeneo. Con le fruste elettriche, intanto, montiamo le uova con lo zucchero. Quando il composto è chiaro e spumoso (dopo circa 10 minuti), lo incorporiamo all’impasto di semolino e ricotta, in più riprese. A questo punto, aggiungiamo dell’uvetta e dei pinoli tostati. Finiamo di mescolare, aggiungendo l’ultima parte delle uova.

Trasferiamo l’impasto nelle tortiere imburrate ed infarinate, riempiendole per 3/4. Inforniamo a 180° per 40 minuti. Per la crema, in una ciotola mescoliamo zucchero, cacao amaro in polvere e amido. In un pentolino, intanto, portiamo a bollore l’acqua con il latte condensato. Uniamo le polveri e mescoliamo rapidamente con una frusta. Facciamo bollire per 2 minuti, quindi aggiungiamo il cioccolato fondente tritato, il burro ed il sale. Possiamo decorare il migliaccio ormai freddo con dei triangoli colorati di pasta di zucchero, a ricreare il costume di Arlecchino. Serviamo con la crema al cioccolato.

migliaccio6

 Speciale Campanile italiano

Vista la settimana sanremese in cui si parla solo di canzoni e anche della meravigliosa Liguria, dopo il collegamento con Annina Moroni e Lorenzo Branchetti che sono a Sanremo davanti all’Ariston, ecco uno speciale del Campanile italiano tutto dedicato alla Liguria.

Non una gara, ma un’esibizione. Levante e Ponente propongono i loro prodotti tipici narrando così la gastronomia del loro territorio. Per il Levante ecco Portovenere con Andrea Madonia e Milena che fanno le frittelle di rossetti con composta di cipolle in agrodolce. Il ponenete invece è rappresentato da Noli con Davide e Martina che fanno i tortelli ripieni di carciofi di Albenga con gambero viola.

I panini | Daniele Reponi

Ultimi panini in studio per Daniele Reponi che dalla prossima settimana va in esterna sul posto di turno ad acquistare gli ingredienti con cui poi farcirà i suoi panini. Oggi ne propone altri due dedicati alla Liguria, uno alla zona di levante e l’altro a quella di ponente.

C0E53FD1-5D7A-48DF-9F09-8A95BCAAB9FB

  1. Levante: farciamo del pane di grano duro con fettine di coppa di testa, mettiamo a scaldare, continuiamo con fettine di caciotta, indivia belga che prima scottiamo in padella, ketchup di finocchio e pomodoro verde, composta di rosa.
  2. Ponente: farciamo del pane comune con della zucca stufata, acciughe dissalate, chinotto candito, olive taggiasche e basilico.

Gara dei cuochi

  • Pomodoro: Riccardo Facchini/ GianPietro Lazzari
  • Peperone: Roberto Valbuzzi/ Marta Iacoponi
  • Giurato Fiordaliso.  Giudizi – Tecnica: 88  Gusto: 78  Impiattamento: 7 Per 24 a 22 vince il peperone.