Le Iene – Quinta puntata del 25 febbraio 2018 – Con Nadia Toffa, Nicola Savino, Giulio Golia, Matteo Viviani, Andrea Agresti.

iene2In prima serata su Italia1 sono tornate le Iene. Come ormai tradizione degli ultimi anni ancora due appuntamenti settimanali alla domenica e stavolta al mercoledì. Stasera va in onda la quinta puntata, la terza della domenica.

I conduttori

Alla domenica il programma è condotto da Nicola Savino, Nadia Toffa, Matteo Viviani e Giulio Golia, mentre al mercoledì la celebre coppia Ilary Blasi e Teo Mammucari con la voce fuori campio della Gialappa’s.

Temi e servizi di stasera |Quinta puntata

1 – Dopo l’inchiesta di Gaetano Pecoraro su presunti esorcismi e maltrattamenti ai danni di una minorenne, don Michele Barone è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale aggravata e maltrattamenti. Il Gip di Santa Maria Capua Vetere ha disposto per il sacerdote un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Ai domiciliari sono finiti, invece, i genitori della ragazzina e un dirigente di polizia che avrebbe cercato di convincere la sorella della presunta vittima a ritirare la denuncia nei confronti del religioso.

La Iena torna ad occuparsi della vicenda con nuovi ed eclatanti sviluppi e testimonianze.

2 – Il 16 luglio 2013, a Ono San Pietro (Brescia), Pasquale Iacovone ha soffocato i suoi due figli nel sonno per poi dare fuoco all’abitazione in cui si trovavano. Per questo, l’uomo è stato condannato all’ergastolo in via definitiva dalla Cassazione. Nadia Toffa intervista Erica Patti, madre delle due vittime, che racconta le minacce e le violenze subite negli anni dall’ex marito nonostante le ripetute denunce.

3 – Negli ultimi mesi José Mourinho, allenatore del Manchester United, e Antonio Conte, mister del Chelsea, sono stati spesso protagonisti di battibecchi e polemiche. Nella “disputa” tra i due intervengono “Le Iene”: le reazioni e le immagini esclusive degli incontri con i tecnici nel servizio di Stefano Corti e Alessandro Onnis.

4 – In un periodo come questo, cruciale per la politica italiana, si accentua l’attenzione sulla diffusione delle cosiddette fake news. Ma come nasce una “bufala”? E come si viralizza? Quanto si può arrivare a guadagnare dalla condivisione di una notizia falsa? Se ne occupa Matteo Viviani.