La prova del cuoco – Puntata del 26 febbraio 2018 – Il meglio delle ricette.

05279DAA-2AAB-4E14-B8BD-F1D430A2EF97Lunedì 26 febbraio 2018, come ogni giorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quasi diciotto anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

A causa della neve caduta copiosa su Roma e i conseguenti disagi dei mezzi di trasporto che non hanno permesso al cast fisso, ai tecnici, ai cuochi e ai concorrenti di arrivare in studio, è andato in onda un meglio di… con le migliori ricette realizzate.

Di seguito alcune delle ricette riproposte.

Crostata della zia Concetta | Natalia Cattelani

  • Per la frolla: 250 g farina 0, 50 g zucchero semolato, 50 g zucchero a velo, 100 g burro, 1 uovo intero, 1 pizzico di sale, mezzo cucchiaino di lievito per dolci
  • Per il ripieno: 1 cucchiaio di zucchero, 150 ml caffè espresso freddo, 200 g amaretti secchi, 100 g mandorle senza buccia, 100 g zucchero, 3 uova

Prepariamo la pasta frolla. In una ciotola, mettiamo la farina con il burro ammorbidito e a tocchetti. Lavoriamo con le mani, in modo da ‘sabbiare il composto’. Aggiungiamo il sale, lo zucchero a velo e semolato. Mescoliamo, quindi finiamo con il lievito e l’uovo intero. Lavoriamo fino ad ottenere un composto omogeneo ed un panetto compatto. Copriamo con la pellicola e lasciamo riposare in frigorifero per almeno 1 ora (meglio una notte intera).

Stendiamo la frolla all’interno di uno stampo per crostata imburrato ed infarinato (oppure usate lo staccante per teglia. Natalia usa il suo metodo per coprire lo stampo: tagliamo il panetto a fettine dello stesso spessore e disponiamo quest’ultime sul fondo e ai lati della tortiera, coprendo eventuali spazi vuoti con briciole di frolla (foto sotto).

Prepariamo il ripieno. In una ciotola, mettiamo le mandorle tritate finemente con un mixer, in modo da ottenere una sorta di farina. Uniamo i tuorli di 3 uova, lo zucchero e mescoliamo con un cucchiaio. A parte, montiamo leggermente gli albumi (non devono essere a neve ferma) e li incorporiamo al composto di mandorle e tuorli.

Facciamo il caffè e lo lasciamo raffreddare. Intingiamo velocemente gli amaretti secchi nel caffè (o nel rum) e li disponiamo sul fondo della crostata ancora crudo. Versiamo sopra il composto alle mandorle. Lo distribuiamo uniformemente ed inforniamo a 175° per 45 minuti.

pdc1

Crostata cachi e fichi | Guido Castagna

  • Frolla: 170 g zucchero, 220 g burro, 50 g uova, sale, vaniglia, 370 g farina 00, 30 g farina di mais fumetto
  • Gelatina di cachi: 500 g cachi, 150 g zucchero, 15 g gelatina, limone, lime scorza
  • Cremoso alla nocciola: 250 g latte, 350 g cioccolato bianco, 190 g pasta nocciola, 15 g burro di cacao, 10 g gelatina, 500 g panna liquida

Prepariamo la frolla. Lavoriamo il burro morbido con lo zucchero, le uova ed il sale. Ottenuto un composto omogeneo, uniamo le farine (di mais e normale). Se non trovate quella di mais, sostituite con la stessa dose di farina di frumento. Lavoriamo pochi secondi, giusto il tempo di amalgamare gli ingredienti. Compattiamo, copriamo e lasciamo riposare in frigorifero almeno mezz’ora. Stendiamo la frolla a 3-4 mm e copriamo il fondo ed i bordi di una tortiera ben imburrata. Copriamo con la carta forno e dei fagioli o riso o altri legumi. Inforniamo a 170° fino a doratura.

Passiamo alla gelatina di cachi. Scaldiamo leggermente la purea di cachi. Uniamo lo zucchero, un goccio di succo di limone e la gelatina reidratata. Mescoliamo il tutto ed emulsioniamo con un mixer ad immersione. Versiamo l’emulsione sul guscio di frolla cotto e freddo e spolveriamo con della scorza di lime grattugiata. Lasciamo indurire in frigorifero.

Prepariamo la mousse di nocciola. Scaldiamo il latte. Aggiungiamo la gelatina reidratata e mescoliamo. Uniamo al cioccolato bianco fuso ed al burro di cacao e mescoliamo. Uniamo la pasta di nocciola e, a filo (mescolando nel frattempo), la panna liquida. Mescoliamo e lasciamo raffreddare in frigorifero. Trasferiamo in una sacca da pasticciere. Formiamo una spirale di mousse sulla gelatina di cachi. Decoriamo con foglie di cioccolato fondente e caramello salato con nocciole.

pdc2

Lasagnette indivia e bufala | Alessandra Spisni

  • 400 g farina, 4 uova
  • 250 g panna fresca, 200 g mozzarella di bufala, 3 cespi di indivia, 1 spicchio d’aglio

Per prima cosa, prepariamo la sfoglia impastando uova e farina fino ad ottenere un panetto liscio. Lasciamo riposare, coperto, per mezz’ora. Tiriamo la sfoglia e ricaviamo dei quadratoni. Li sbollentiamo in acqua bollente e salata. Scoliamo al dente e tuffiamo in acqua ghiacciata e salata.

Tagliamo a listarelle l’indivia e la mettiamo ad appassire in padella con un filo d’olio ed uno spicchio d’aglio. Saliamo e pepiamo. Copriamo e lasciamo cuocere qualche minuto. In un’altra padella, sciogliamo il burro con un pizzico di cannella in polvere. Aggiungiamo il pangrattato e lo facciamo tostare per bene, mescolando. Mettiamo la mozzarella di bufala a bagno nella panna.

Imburriamo una pirofila. Mettiamo alla base uno strato di sfoglia sbollentata. Copriamo con un terzo di indivia saltata. Continuiamo con mozzarella stracciata e panna ed una spolverata di pangrattato tostato. Copriamo con la sfoglia e ripetiamo i passaggi (formeremo tre strati). Continuiamo fino ad esaurire gli ingredienti. Finiamo con una spolverata generosa di formaggio grattugiato e dei fiocchi di burro. Inforniamo per 15-20 minuti a 180 °.

 pdc3