Linea Bianca – Quindicesima puntata del 3 marzo 2018 – Abetone.

bianca4Nei sabati pomeriggio invernali di Raiuno è protagonista la montagna con Linea Bianca, giunta alla quarta edizione. Quindicesimo appuntamento (il dodicesimo del sabato più tre speciali andati in onda il 25 ,26 dicembre e 1 gennaio) oggi, come ogni sabato dalle 14 alle 15, con il programma, condotto da Massimiliano Ossini con la partecipazione della new entry Giulia Capocchi.

Tremilaseicento piste da discesa per un totale di seimilasettecento chilometri, soffici distese bianche, imponenti vette innevate che fanno da sfondo a una natura incontaminata: si va alla scoperta delle montagne più belle ed affascinanti d’Italia.

Quindicesima puntata | 3 marzo 2018

Dall’Abetone al Cimone:  un viaggio al confine tra Toscana ed Emilia Romagna. Un panorama mozzafiato a 360°: a quota 1890 metri sul livello del mare, sulla cima del Monte Dente della Vecchia, un’emozionante apertura del conduttore con Lino Zani e una guida alpina. Sulla vetta del monte Cimone, con i ricercatori del CNR di Bologna, alla scoperta del CAMM, il Centro Aeronautica Militare di Montagna, stazione meteo tra le più importanti in Europa.

bianca2Dalla scelta della legna da ardere ai trucchi per utilizzarla al meglio, alla corretta accensione del fuoco: in una meravigliosa abetaia, nella Val di Luce, l’economia circolare del caminetto. Cattivo per eccellenza nelle favole dei bambini, archetipo della bestia selvaggia che incarna male e distruzione, ma anche animale affascinante, in parte avvolto nel mistero: in un sentiero nel bosco, a Fiumalbo, dopo anni in cui è stato a rischio di estinzione, il ritorno del lupo sull’Appennino e, con i carabinieri del Comando Unità Tutela Forestale Ambientale ed Agroalimentare Carabinieri, l’operazione “Ave Lupo” inerente il traffico illegale di lupi selvatici incrociati con esemplari della pregiata razza Lupo Cecoslovacco.

Quota 1.798 metri sul livello del mare: tra la provincia di Modena e quella di Pistoia, il mitico passo di Annibale per ricordare, nel 217 a.C., il presunto viaggio del grande generale cartaginese durante la seconda guerra punica. 242 stazioni alpine, 27 stazioni speleologiche, un organico totale di circa 7000 volontari, 300 dei quali medici: sulle vette attorno alla Val di Luce, con il supporto  di un elicottero del 15° Stormo del comando Aeronautica di Cervia, una spettacolare simulazione con  le unità cinofile del Soccorso Alpino Toscano.