La prova del cuoco – Puntata del 22 marzo 2018 – Le ricette di oggi.

antonellaGiovedì 22 marzo 2018, come ogni giorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quasi diciotto anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

pdc1

La gara | Primo round

Dopo la breve anteprima in cui Tinto era in esterna a Tivoli si parte, entra Antonella, i saluti inziali e al via con il 1° round della gara. I cuochi in gara oggi sono per il pomodoro Francesca Marsetti  e per il peperone Renato Salvatori. In 10 minuti, sul tema del cacio e pepe, Francesca propone gli gnocchi cacio e pepe con salsiccia croccante, mentre Renato propone i tonnarelli cacio e pepe con cozze e pecorino.

pdc2A giudicare poi la stessa Antonella, che assaggia e decreta un vincitore. Chi perde ha una penalità nella gara finale, scelta dallo sfidante vincitore tra cinque opzioni di scelta. E per Antonella, vince Renato. Idee bellissime, gha apprezzato molto Francesca, ma erano troppo salati i suoi gnocchi. Francesca assaggia il suo piatto e nonè d’accordo. Antonella allora chiama anche Anna a dire la sua, che, assaggia e dà ragione a Francesca. Quindi Antonella sbaglia, ma questo è il suo giudizio. Qui non viene data la ricetta, con gli ingredienti precisi, ma si seguono solo le gesta dei cuochi.

pdc3Focaccia con prosciutto cotto e toma | Gabriele Bonci

Si avvicina il week end: è tempo di mettere le mani in pasta e preparare la pizza! A darci qualche idea, oggi, il maestro della pizza romana, Gabriele Bonci, che si accompagna al suo amico, il mugnaio Fulvio Marino, da poco diventato padre. Prepariamo la focaccia Enkir con prosciutto cotto e toma piemontese.

  • 1 Kg farina di Enkir, 5 g lievito di birra, 900 g acqua, sale q.b.

pdc4In una ciotola mettiamo la farina con il lievito sbriciolato. Aggiungiamo una prima parte d’acqua e cominciamo a mescolare con un mestolo. Aggiungiamo l’acqua rimasta ed impastiamo ancora con un mestolo, in modo da ottenere una sorta di pastella. Lavoriamo pochi istanti. Copriamo una teglia con la carta forno, ungiamo con un generoso filo d’olio e stendiamo sopra la focaccia, allargandola. Lasciamo lievitare. Infine, inforniamo a 200° per 25 minuti.

focaccia2Lasciamo raffreddare completamente. Tagliamo a metà e farciamo con la toma piemontese ed il prosciutto cotto. Copriamo ed inforniamo nuovamente qualche minuto, in modo che il formaggio si sciolga.

focaccia

Mazzancolle con carciofi | Gianfranco Pascucci

Giovedì gnocchi… ma anche pesce, con Gianfranco Pascucci. Lo chef stellato, maestro della cucina di mare, ci prepara un piatto a base di mazzancolle, un crostaceo italiano, economico e gustoso. Ecco le mazzancolle con i carciofi.

  • 5 mazzancolle, 2 carciofi, 1 foglia di alloro, fiori
  • Ristretto di mazzancolle: 1 scalogno, timo, maggiorana, olio evo, 2 pomodorini, 1 noce di burro, brodo vegetale

mzzancollePuliamo le mazzancolle, privandola del carapace, la testa e l’intestino. In un pentolino alto, scaldiamo un fondo d’olio con lo scalogno affettato, il timo, il rosmarino, qualche foglia di prezzemolo e le teste delle mazzancolle. Facciamo sudare, sfumiamo con il vino bianco e, a fiamma bassa, aggiungiamo i pomodorini a spicchi e un po’ di brodo vegetale (a coprire). Lasciamo cuocere 20 minuti. Frulliamo il tutto con un mixer ad immersione. Filtriamo,, facciamo intiepidire, aggiungiamo una noce di burro e frulliamo ancora con il mixer ad immersione, in modo da incorporare aria e creare una schiuma.

pdc5Puliamo i carciofi, li tagliamo a fettine sottilissime, meglio se con la mandolina, e li mettiamo a friggere in olio a 140°. Scottiamo le mazzancolle in padella con un filo d’olio, sale e pepe. Devono cuocere pochi minuti. Vedrete che cambieranno leggermente colore, diventando rosa. Impiattiamo le mazzancolle con i carciofi fritti, qualche fiore ed il ristretto di mazzancolle a gocce. Consiglio: per conservare le mazzancolle, immergetele in acqua, sale (20 g per litro d’acqua) e ghiaccio e tenetele in frigorifero.

mzzancolle2

Budino con salsa ai mirtilli | Anna Moroni

Dopo una magistrale lezione sulla cacio e pepe, Annina Moroni torna in cucina per preparare il dolce! Oggi, in vista della Pasqua, l’infaticabile cuoca propone un raffinato dessert. Prepariamo il burro di Milano con salsa ai mirtilli.

  • 1 l latte, 200 g farina, 180 g burro, 180 g zucchero, 6 uova
  • Salsa ai mirtilli: 300 g mirtilli, 200 g zucchero, acqua

burroIl dolce perfetto per recuperare il latte in scadenza. Cominciamo preparando una besciamella. In un pentolino sciogliamo il burro. Mettiamo la farina ed aggiungiamo il latte tiepido. Mescoliamo con la frusta e facciamo addensare sul fuoco, continuando a mescolare. Lasciamo raffreddare completamente in frigorifero. Meglio prepararla il giorno prima.

Separiamo i tuorli dagli albumi delle uova. Montiamo a neve gli albumi con metà dello zucchero. Sbattiamo i rossi con lo zucchero rimasto e li uniamo alla besciamella fredda. Mescoliamo per bene. Aggiungiamo 1/3 degli albumi montati e lavoriamo con le fruste elettriche, in modo da ammorbidire il composto. Aggiungiamo gli albumi rimasti e mescoliamo ancora con le fruste. Prepariamo il caramello. Mettiamo in un pentolino acqua e zucchero (non è quello indicato tra gli ingredienti: è in aggiunta). Lasciamo bollire fino a quando la miscela raggiunge un color ambrato. Non bisogna mescolare o si creeranno dei grumi.

pdc6All’interno di uno stampo a ciambella, coliamo il nostro caramello. Copriamo con il composto di latte e uova. Inseriamo lo stampo a ciambella all’interno di un’altra teglia coperta con carta assorbente. Versiamo l’acqua all’interno della seconda teglia e cuociamo in forno, a bagnomaria, a 160° per 1 ora e mezza. Scuotendo la teglia, il budino non deve ballare: è pronto! Per la salsa ai mirtilli: in un pentolino mettiamo lo zucchero e lo facciamo caramellare. Aggiungiamo i mirtilli e li facciamo cuocere per un po’. La salsa è pronta.

burro2Gara dei cuochi

  • Pomodoro: Francesca Marsetti/ Juri Virgili
  • Peperone: Renato Salvatori/ Isabella Mari
  • Giurato Enzo e Paolo Vizari.  Giudizi – Tecnica: 89  Gusto: 78  Impiattamento: 7 Per 24 a 22 vince il peperone.

pdc7