La prova del cuoco – Puntata del 29 marzo 2018 – Le ricette di oggi.

La prova del cuocoGiovedì 29 marzo 2018, come ogni giorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quasi diciotto anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

pdc1

La gara | Primo round

Dopo la breve anteprima in cui Tinto era in esterna a Macerata si parte, entra Antonella, i saluti inziali e al via con il 1° round della gara. I cuochi in gara oggi sono per il pomodoro Cesare Marretti  e per il peperone Diego Bongiovanni. In 10 minuti, sul tema delle torte rustiche, Cesare propone la torta rustica con asparagi, stracciatella e fiori di zucca, mentre Diego propone la torta rustica con boraggine e spinacini.

pdc2A giudicare poi la stessa Antonella, che assaggia e decreta un vincitore. Chi perde ha una penalità nella gara finale, scelta dallo sfidante vincitore tra cinque opzioni di scelta. E per Antonella, vince Diego. Per come è articolata e per il sapore più particolare e perchè più pasquale premia Diego. Qui non viene data la ricetta, con gli ingredienti precisi, ma si seguono solo le gesta dei cuochi.

pdc3

Cosciotto di agnello ripieno in crosta | Anna Moroni

Una ricetta pasquale firmata Anna Moroni. Un piatto veloce, a base di carne, da preparare con la pasta sfoglia già pronta. Ecco il cosciotto di agnello ripieno in crosta.

  • 1 cosciotto d’agnello disossato, 1 confezione di pasta sfoglia, 150 g prosciutto cotto, senape, aglio, rosmarino, olio, sale, uovo, mandorle a lamelle
  • Per il contorno: 1 mazzo di cicoria catalogna, aglio, pasta di acciughe, olio evo

agnello2Compriamo un cosciotto d’agnello già disossato. Lo battiamo con l’apposito attrezzo e lo condiamo con sale, rosmarino ed aglio tritato. Sul ‘rettangolo’ di agnello disponiamo il prosciutto cotto a listarelle. Arrotoliamo stretto e fermiamo le estremità della carta forno, in modo da ottenere una caramella. Inforniamo per 45 minuti a 180°. Possiamo preparare l’arrosto anche il giorno prima.

agnello1A questo punto spennelliamo un rotolo di pasta sfoglia con della senape. Posizioniamo sopra l’arrosto già cotto e raffreddato. Spennelliamo anche quest’ultimo con la senape. Avvolgiamo con la pasta sfoglia che dev’essere ben fredda e sigilliamo i bordi. Spennelliamo con l’uovo sbattuto con un po’ di latte, spolveriamo con le mandorle a lamelle ed inforniamo a 180° per 20 minuti, quindi alziamo a 200° fino a doratura.

pdc4Per le puntarelle, nel mortaio pestiamo l’aglio con le acciughe sott’olio o la pasta d’acciughe, un po’ d’aceto, gocce di limone e olio. Puliamo la catalogna e la ‘sfilettiamo’, immergendo le puntarelle ottenute in acqua e ghiaccio. Lasciamo per qualche minuto, in modo che perdano l’amaro. Le scoliamo, le asciughiamo e le condiamo con l’emulsione alle acciughe.

agnello3

Campanile italiano

Eccezionalmente al giovedì spazio al campanile italiano. Il narratore in studio con Antonella  è Federico Quaranta il voto per decretare la località vincitrice viene espresso attraverso facebook e ogni volta la squadra sfidante viene presentata in esterna e direttamente sul posto da  Lorenzo Branchetti.

pdc5Oggi abbiamo i campioni della Emilia Romagna contro il Veneto Compiano contro Pove del Grappa. Mario e Barbara, per la prima località, alle prese con la lasagnetta al ragù di trota e verdure di primavera. Enrico e Andrea del Veneto, invece, fanno gli avanotti del Brenta fritti in tempura di mais e con asparagi. E per il popolo del web a vincere stavolta è il Veneto.

Pizza fritta pasquale | Gino Sorbillo

Chiudiamo con la specialità partenopea preparata dal re della pizza napoletana, Gino Sorbillo. Ecco la pizza fritta in versione pasquale, con il ripieno del tortano.

  • 500 g acqua, 1 g lievito di birra fresco, 23 g sale marino, 750 g farina setacciata

pizza3Partiamo dall’impasto. Sciogliamo il lievito di birra fresco nell’acqua. Aggiungiamo il sale e, poca per volta, la farina. Mescoliamo, nel frattempo, con un cucchiaio. Impastiamo per 10-15 minuti a mano, fino ad ottenere un composto liscio ed elastico. Dividiamo in panetti, mettiamo in un contenitore ermetico e lasciamo lievitare per 8 ore: devono collassare.

Stendiamo ciascun panetto con le mani, in modo da ottenere dei dischi. Mettiamo al centro i salumi a cubetti piccoli, ovvero salame, prosciutto cotto, ciccioli di maiale e, infine, provolone piccante a cubettini e uova sode a pezzetti. Richiudiamo l’impasto sul ripieno e sigilliamo bene i bordi, in modo da ottenere una mezzaluna.

A questo punto possiamo friggere la pizza in olio bollente (190°), rigirandola spesso e nappandola con l’olio bollente. La facciamo sgocciolare su carta assorbente quando è ben dorata. Oppure, la spennelliamo con l’olio e la inforniamo al massimo della temperatura, fino a doratura.

pdc8

Gara dei cuochi

  • Pomodoro: Cesare Marretti/ Edda Pavanelli
  • Peperone: Diego Bongiovanni/ Alfonso Politano
  • Giurato Antonella Ricci.  Giudizi – Tecnica: 99  Gusto: 89  Impiattamento: 9 Per 27 a 26 vince il peperone.

pdc10