Russia 2018 – Partite e probabili formazioni del 16/06/2018: quattro incontri, tra cui Francia-Australia alle 12.

L’attesa lunga quattro anni è finita. Tornano i Mondiali di calcio, dopo ben 12 anni nel territorio europeo. Nel 2006, il cielo fu azzurro, in quel di Berlino. Nel 2018, sarà praticamente impossibile ripetere questa scena, a Mosca, in Russia. L’Italia, infatti, sarà assente per la prima volta dopo 60 anni dalla rassegna iridata e per la terza volta nella storia della competizione.

Un grande evento mediatico che, per la prima volta (forse complice l’assenza degli Azzurri?) sarà trasmesso integralmente dai canali di Mediaset. Non accadeva dal 2002 che la competizione si potesse vedere completamente in chiaro, per tutte le 64 partite. Noi di UnDueTre.com, invece, ve li racconteremo giorno dopo giorno.

RUSSIA 2018 | Francia-Australia

Si comincia prima del solito, già alle 12:00, con la sfida inaugurale del Girone C. La Francia, favorita del raggruppamento, affronta l’Australia, alla quarta partecipazione consecutiva (la terza come rappresentante del continente asiatico).

venti anni di distanza dal trionfo casalingo e a due dallo choc continentale in cui il titolo è stato soffiato loro dal Portogallo nei supplementari, la Francia si presenta, come di consueto, con i favori del pronostico e con un 7° posto nel ranking FIFA. Una squadra dal grandissimo potenziale, che vede nelle sue fila alcuni dei maggiori talenti del calcio internazionale: a centrocampo Paul Pogba (Manchester United) e N’Golo Kanté (Chelsea), in attacco Antoine Griezmann (Atletico Madrid), Kylian Mbappe (Paris Saint Germain) e Ousmane Dembele (Barcellona) sono solo alcuni dei nomi più attesi alla prova iridata.

Dall’altra parte c’è l’Australia. I Socceroos, come detto, sono al quarto mondiale consecutivo, il quinto in totale, e attualmente sono al 36° posto nel ranking FIFA. Soltanto nel 2006 sono riusciti a superare il primo turno, fermandosi agli ottavi contro l’Italia e un rigore dubbio conquistato da Fabio Grosso. A questo Mondiale, poi, si sono qualificati all’ultimo respiro, in uno spareggio intercontinentale contro l’Honduras. Fra i giocatori da tenere d’occhio c’è Daniel Arzani, classe 1999, che già si è messo in mostra nelle ultime amichevoli e che si candida ad essere successore di Tim Cahill, attaccante 38enne autentica leggenda del calcio australiano.

RUSSIA 2018 | Argentina-Islanda

Alle 15:00 ci sarà, invece, la prima delle due sfide valevoli per il Girone D e che vedrà contrapporsi la favorita Argentina contro la debuttante Islanda.

L’Argentina5° nel ranking FIFA, è giunta a questo Mondiale strappando la qualificazione all’ultima giornata in una sportivamente drammatica nottata in cui hanno colto una vittoria per 3-1 contro l’Ecuador. A trascinarla una delle stelle del calcio mondiale come Lionel Messi. L’attaccante del Barcellona è, di fatto, atteso all’ultima chiamata, visto che con la maglia della Nazionale non è mai stato realmente decisivo (se non nello scorso ottobre nella suddetta partita), né ha mai ottenuto un trofeo internazionale. Una squadra contraddittoria, fortissima davanti (l’attacco è completato da Angel di Maria Sergio Aguero, mentre Paulo Dybala Gonzalo Higuain partiranno come riserve), ma poco convincente dietro.

Dall’altra parte c’è l’Islanda. È la prima partecipazione iridata per un Paese di appena 300.000 abitanti che, però, ha trovato 23 fenomeni, in grado di conquistare i quarti di finale all’ultimo Europeo e di vincere il girone di qualificazione a questi Mondiali. Si presentano col 22° posto nel ranking FIFA e con la voglia di continuare a stupire. L’attacco composto da Gylfi Sigurdsson Alfred Finnbogason avranno il compito di realizzare l’ennesima impresa di questa piccola Nazionale, anche se l’ostacolo rappresentato dall’Argentina non sarà affatto semplice.

RUSSIA 2018 | Perù-Danimarca

L’altro incontro valido per il Girone C si gioca alle 18:00 italiane e vedrà contrapporsi Perù Danimarca, senza dubbio un incontro sulla carta molto equilibrato.

La formazione sudamericana torna al Mondiale dopo ben 32 anni e tantissime delusioni a livello di qualificazioni iridate e di competizioni continentali. Sono stati, inoltre, l’ultima formazione a qualificarsi al termine dello spareggio intercontinentale contro la Nuova Zelanda. Partono da 11° nel ranking FIFA e puntano tutto su Paolo Guerrero, attaccante che è tornato disponibile per la Nazionale a seguito di una dubbia squalifica per doping, e Jefferson Farfan, il giocatore con la maggiore esperienza internazionale nel gruppo e ora in forza alla Lokomotiv Mosca.

La Danimarca ritorna al Mondiale dopo un’edizione di assenza (nel 2010 non era riuscita a passare il primo turno) e per la quinta partecipazione complessiva. Sono attualmente al 12° posto nel ranking FIFA e si affidano al talento di Christian Eriksen, attaccante in forza al Tottenham ed eroe della qualificazione con una tripletta nello spareggio contro l’Irlanda (per lui uno score complessivo di 21 gol in 77 partite).

RUSSIA 2018 | Croazia-Nigeria

Chiuderà questa lunga giornata l’unica partita del programma prevista alle 21:00. Per il Girone D si affrontano Croazia Nigeria.

Per la Croazia si tratta della quinta partecipazione ad un Mondiale e nell’ultima edizione, in Brasile, la formazione balcanica era stata costretta a fermarsi al primo turno, dietro i padroni di casa e il Messico. Molto poco per una formazione di grandissimo talento che, per assurdo, potrebbe anche aspirare ad un piazzamento finale di rilievo, a patto di superare un girone che potrebbe riservare grosse sorprese. Luka Modric (Real Madrid), Ivan Perisic (Inter), Ivan Rakitic (Barcellona) e Mario Madzukic (Juventus) sono i talenti più luminosi di questa formazione, 20° nel ranking FIFA.

La Nigeria si presenta come una mina vagante e, probabilmente, è anche considerata la migliore fra le Nazionali africane qualificatesi a questa rassegna iridata. Per loro è la sesta partecipazione, la terza consecutiva, e giungono in Russia col 48° posto nel ranking FIFA. Tanti i giocatori che hanno (o hanno avuto) la possibilità di calcare i palcoscenici calcistici del Vecchio Continente, fra cui Mikel John Obi, ex Chelsea e ora in forza ai cinesi del Tianjin Teda, Viktor Moses (Chelsea) e Alex Iwobi (Arsenal).

RUSSIA 2018 | Gli appuntamenti su Mediaset

Grande impegno per Mediaset e il suo primo Mondiale in quasi quarant’anni di storia. Il gruppo di Cologno Monzese dedicherà quasi 1.000 ore di programmazione all’evento, interamente in chiaro sulle reti generaliste tematiche. Questi gli appuntamenti del 15 giugno.

  • 08:00 – 10:45 Buongiorno Mosca con Dario Donato (Mediaset Extra)
  • 11:15 – 12:00 – Casa Russia con Monica Bertini (Italia 1)
  • 12:00 – 14:00 – Francia-Australia (Italia 1  Mediaset Extra)
  • 14:00 – 14:40 – 17:00 – 20:00 – Mondiali Mediaset Live con Giorgia Rossi (Italia 1) – pre e postpartita
  • 15:00 – 17:00 – Argentina-Islanda (Italia 1  Mediaset Extra)
  • 18:00 – 20:00 – Perù-Danimarca (Italia 1  Mediaset Extra)
  • 21:00 – 23:00 – Croazia-Nigeria (Italia 1)
  • 21:00 – 23:00 – Mai Dire Mondiali con la Gialappa’s Band (Mediaset Extra)
  • 23:00 – 01:00 – Tiki Taka Russia con Pierluigi PardoAndrea PucciCristiano Militello Ria Antoniou (Italia 1)

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter