Russia 2018 – Partite e probabili formazioni del 17/06/2018: Germania-Messico alle 17 e Brasile-Svizzera alle 20.

L’attesa lunga quattro anni è finita. Tornano i Mondiali di calcio, dopo ben 12 anni nel territorio europeo. Nel 2006, il cielo fu azzurro, in quel di Berlino. Nel 2018, sarà praticamente impossibile ripetere questa scena, a Mosca, in Russia. L’Italia, infatti, sarà assente per la prima volta dopo 60 anni dalla rassegna iridata e per la terza volta nella storia della competizione.

Un grande evento mediatico che, per la prima volta (forse complice l’assenza degli Azzurri?) sarà trasmesso integralmente dai canali di Mediaset. Non accadeva dal 2002 che la competizione si potesse vedere completamente in chiaro, per tutte le 64 partite. Noi di UnDueTre.com, invece, ve li racconteremo giorno dopo giorno.

RUSSIA 2018 | Costa Rica-Serbia

Alle ore 14:00 apre il programma il Girone E con la sfida che vede contrapporsi Costa Rica Serbia.

La Costa Rica era stata la sorpresa di Brasile 2014, edizione in cui raggiunsero i quarti di finale, in cui furono eliminati dall’Olanda (assente, invece, in questa rassegna iridata). Tornano ai Mondiali per la quinta volta, forti del 23° posto nel ranking FIFA e di una qualificazione raggiunta in modo alquanto rocambolesco, con un gol al 95′ contro l’Honduras nell’ultima giornata del girone CONCACAF. Una formazione centroamericana che ha Keylor Navas, portiere del Real Madrid, come elemento di maggior spicco, mentre il peso dell’attacco è in mano a Bryan RuizJoel Campbell Marco Urena, tutti in doppia cifra con la maglia dei Ticos.

La Serbia ritorna al Mondiale per la seconda volta come nazione singola e per l’undicesima contando le partecipazioni come Jugoslavia (fino al 1998) e Serbia-Montenegro (2006). Una nazionale (34° nel ranking) che si presenta come una possibile mina vagante all’interno di un girone alquanto equilibrato. L’elemento di maggior spicco ed esperienza è Alexander Kolarov, ex difensore di Lazio e Manchester City ed ora in forza alla Roma, mentre in attacco ci sono altre due conoscenze del campionato italiano come Sergej Milinkovic Savic (Lazio) e Adem Ljajic (Torino).

RUSSIA 2018 | Germania-Messico

Alle 17:00 sarà il momento dei campioni del mondo in carica della Germania, che affronteranno il sempre ostico Messico.

La Germania si presenta, come di consueto, come una delle favorite per la vittoria finale ed è giunta a questa competizione iridata con un percorso netto nelle qualificazioni (unica nazionale a riuscirci in ambito europeo) e col 1° posto nel ranking. Il gruppo è sostanzialmente lo stesso di quattro anni fa, con l’innesto del giovane Timo Werner in attacco (dopo due stagioni straordinarie col RB Lipsia) e il ritorno in porta di Manuel Neuer dopo una stagione di sostanziale inattività a causa di un infortunio al piede. A completare la formazione titolare domani, elementi di caratura internazionale come Toni KroosThomas MullerMesut OzilSami Khedira Julian Draxler.

Il Messico è la solita formazione ostica e difficile da affrontare. Per loro si tratta della 15° partecipazione complessiva, la settima consecutiva dopo aver dominato il girone di qualificazione della CONCACAF. Anche nel ranking FIFA sono al 15° posto. Il peso della nazionale è sulle spalle di Javier Hernandez. Il Chicharito non ha giocato con continuità nel West Ham, in Inghilterra, ma ha uno score di ben 49 reti in 101 partite con la maglia della Tricolor. Dietro, troveremo ancora l’eterno Rafael Marquez39 anni, secondo giocatore più anziano di questa manifestazione dietro Essam El Haddary, secondo portiere dell’Egitto (45 anni).

RUSSIA 2018 | Brasile-Svizzera

Alle 20:00 italiane chiuderà il programma della giornata l’altra sfida del Girone E tra il Brasile e la Svizzera.

Il Brasile, unica Nazionale sempre presente nella competizione dal 1930 ad oggi, ha un unico obiettivo: vincere il Mondiale dopo ben 16 anni. Chiaro che non potrà certamente bastare questo per cancellare l’onta patita quattro anni fa, in quel tragico 1-7 contro la Germania che è passato alla storia come il Mineirazo, la peggior sconfitta nella storia della Nazionale verdeoro. A guidare la formazione Pentacampeao c’è Neymar, che nel 2016 ha portato i suoi ad uno storico oro olimpico. O Ney è rimasto fermo per diversi mesi a causa di un infortunio, ma ha fatto di tutto per essere fra i protagonisti di questa rassegna iridata.

La Svizzera6° nel ranking FIFA, è ormai un habitué della competizione iridata. Per i rossocrociati – una delle Nazionali più multietniche al mondo – si tratta della quarta partecipazione consecutiva, l’undicesima in totale. Giunti a questo Mondiale con un solo gol su rigore nello spareggio contro l’Irlanda del Nord, possono contare su vari elementi di esperienza internazionale, fra cui Haris SeferovicXherdan Shaqiri Granit Xhaka, insieme ad alcune conoscenze del campionato italiano quali Ricardo Rodriguez (Milan) e Blerim Dzemaili (Bologna).

RUSSIA 2018 | Gli appuntamenti su Mediaset

Grande impegno per Mediaset e il suo primo Mondiale in quasi quarant’anni di storia. Il gruppo di Cologno Monzese dedicherà quasi 1.000 ore di programmazione all’evento, interamente in chiaro sulle reti generaliste tematiche. Questi gli appuntamenti del 15 giugno.

  • 08:00 – 10:45 Buongiorno Mosca con Dario Donato (Mediaset Extra)
  • 11:15 – 12:20 – Casa Russia con Monica Bertini (Italia 1)
  • 13:00 – 13:40 – Sport Mediaset con Mikaela Calcagno (Italia 1)
  • 13:40 / 16:00 16:40 / 19:00 – Mondiali Mediaset Live con Giorgia Rossi (Italia 1) – pre e postpartita
  • 14:00 – 16:00 – Costa Rica-Serbia (Italia 1  Mediaset Extra)
  • 17:00 – 19:00 – Germania-Messico (Italia 1  Mediaset Extra)
  • 19:40 – Mondiali Mediaset Live con Giorgia Rossi (Canale 5) – pre e postpartita
  • 20:00 – 22:00 – Brasile-Svizzera (Canale 5)
  • 20:00 – 22:00 – Mai Dire Mondiali con la Gialappa’s Band (Mediaset Extra)
  • 22:00 – 00:20 – Balalaika – Dalla Russia col Pallone con Nicola SavinoIlary BlasiMago ForestDiego Abatantuono, la Gialappa’s Band Belen Rodriguez (Canale 5)

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter