Russia 2018 – Partite e probabili formazioni del 18/06/2018: il debutto dell’Inghilterra contro la Tunisia alle 20.

L’attesa lunga quattro anni è finita. Tornano i Mondiali di calcio, dopo ben 12 anni nel territorio europeo. Nel 2006, il cielo fu azzurro, in quel di Berlino. Nel 2018, sarà praticamente impossibile ripetere questa scena, a Mosca, in Russia. L’Italia, infatti, sarà assente per la prima volta dopo 60 anni dalla rassegna iridata e per la terza volta nella storia della competizione.

Un grande evento mediatico che, per la prima volta (forse complice l’assenza degli Azzurri?) sarà trasmesso integralmente dai canali di Mediaset. Non accadeva dal 2002 che la competizione si potesse vedere completamente in chiaro, per tutte le 64 partite. Noi di UnDueTre.com, invece, ve li racconteremo giorno dopo giorno.

RUSSIA 2018 | Svezia-Corea del Sud

Oggi si chiude il Girone F, che apre la giornata alle ore 14:00 italiane con la sfida tra Svezia Corea del Sud, due squadre certamente non simpatiche alle nostre latitudini.

La Svezia ci ha meritatamente lasciato a casa in quel drammatico doppio confronto dello scorso novembre. Non è una squadra dal livello tecnico altissimo, quella che arriva col 24° posto nel ranking FIFA. Ritiratosi il fuoriclasse Zlatan Ibrahimovic, l’elemento più pericoloso è Marcus Berg, autore dell’unica rete contro l’Italia. L’altro elemento di spicco è Emil Forsberg, attaccante del sorprendente RB Lipsia in Germania. Completano il quadro alcune vecchie e nuove conoscenze del campionato italiano come Emil KrafthAndreas Granqvist Albin Ekdal.

La Corea del Sud non salta una rassegna iridata dal 1986 ed è, quindi, alla nona partecipazione consecutiva. Una potenza storica del calcio asiatico e, normalmente, una delle prime a qualificarsi per il Mondiale, ma 57° nel ranking FIFA e priva di veri e propri elementi di grosso calibro, nonostante qualche giocatore presente nel vecchio continente. Uno di questi è Son Heungmin, in forza al Tottenham, autore di ben 21 gol con la maglia delle Tigri d’Oriente. Probabilmente, la vittima sacrificale di un girone piuttosto difficile.

RUSSIA 2018 | Belgio-Panama

Alle 17:00 sarà la volta del Gruppo G, con la sfida tra il favorito Belgio e la matricola Panama.

Il Belgio3° nel ranking FIFA, è ormai una potenza del calcio internazionale, ritornata alla ribalta internazionale grazie a Brasile 2014 dopo diversi anni di buio. Per loro si tratta della dodicesima partecipazione nella storia della rassegna iridata e vi arrivano rinunciando a centrocampo alla presenza di Radja Nainggolan per pesanti dissapori col CT Roberto Martinez. Non mancano, però, elementi di spicco come Dries Mertens (Napoli), Eden Hazard (Chelsea) e il bomber Romelu Lukaku (Manchester United), con ben 30 reti all’attivo con la maglia dei Diables Rouges.

Per Panama è già una favola trovarsi al Mondiale. Per loro si tratta della prima partecipazione in assoluto ad una competizione iridata (l’altra debuttante insieme con l’Islanda) e giunge fin qui col 55° posto nel ranking FIFA e al termine di un girone di qualificazione CONCACAF in cui hanno raggiunto il terzo posto valido per il passaggio diretto grazie ad un gol all’88′ di Roman Torres, mentre in contemporanea gli Stati Uniti perdevano contro Trinidad e Tobago. Molti giocatori militano nel campionato statunitense, tra cui Blas Perez, 37enne e 43 gol in maglia panamense, fra gli eroi di questa storica qualificazione.

RUSSIA 2018 | Tunisia-Inghilterra

Chiude la giornata alle 20:00 l’altra sfida valida per il Gruppo G, tra Tunisia ed Inghilterra.

La Tunisia ritorna a partecipare ad un Mondiale dopo dodici anni, per quella che sarà la loro quinta partecipazione. La formazione nordafricana è la 14° del ranking FIFA e nel loro girone di qualificazione non hanno incontrato reali difficoltà, se non un duello serrato fino all’ultima giornata contro la Repubblica Democratica del Congo. Una nazionale priva di grandi giocatori, che si basa sull’estro di Wahbi Khazri, attualmente in forza al Rennes ed unico fra gli elementi in rosa ad aver superato la doppia cifra.

L’Inghilterra è all’ennesima partecipazione ad un Mondiale e all’ennesima situazione di bivio. La Nazionale dei Tre Leoni13° nel ranking FIFA, ha vinto otto delle dieci partite di qualificazione, pareggiando le altre due. Come sempre, si è trattato di un ottimo cammino che, però, potrebbe tradursi nell’ennesima delusione internazionale. In avanti, due talenti come Harry Kane Dele Alli, autentici trascinatori del Tottenham come squadra di vertice della Premier League. Saranno gli inglesi a ribaltare la tendenza che sta vedendo tutte le grandi faticare nelle partite d’esordio?

RUSSIA 2018 | Gli appuntamenti su Mediaset

Grande impegno per Mediaset e il suo primo Mondiale in quasi quarant’anni di storia. Il gruppo di Cologno Monzese dedicherà quasi 1.000 ore di programmazione all’evento, interamente in chiaro sulle reti generaliste tematiche. Questi gli appuntamenti del 15 giugno.

  • 08:00 – 10:45 Buongiorno Mosca con Dario Donato (Mediaset Extra)
  • 11:15 – 12:20 – Casa Russia con Monica Bertini (Italia 1)
  • 13:00 – 13:40 – Sport Mediaset con Mikaela Calcagno (Italia 1)
  • 13:40 / 16:00 16:40 / 19:00 – Mondiali Mediaset Live con Giorgia Rossi (Italia 1) – pre e postpartita
  • 14:00 – 16:00 – Svezia-Corea del Sud (Italia 1  Mediaset Extra)
  • 17:00 – 19:00 – Belgio-Panama (Italia 1  Mediaset Extra)
  • 19:40 – Mondiali Mediaset Live con Giorgia Rossi (Canale 5) – pre e postpartita
  • 20:00 – 22:00 – Tunisia-Inghilterra (Canale 5)
  • 20:00 – 22:00 – Mai Dire Mondiali con la Gialappa’s Band (Mediaset Extra)
  • 22:00 – 00:20 – Balalaika – Dalla Russia col Pallone con Nicola SavinoIlary BlasiMago ForestDiego Abatantuono, la Gialappa’s Band Belen Rodriguez (Canale 5)

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter