Russia 2018 – Partite e probabili formazioni del 19/06/2018: Si chiude il primo turno e torna in campo la Russia alle 20.

L’attesa lunga quattro anni è finita. Tornano i Mondiali di calcio, dopo ben 12 anni nel territorio europeo. Nel 2006, il cielo fu azzurro, in quel di Berlino. Nel 2018, sarà praticamente impossibile ripetere questa scena, a Mosca, in Russia. L’Italia, infatti, sarà assente per la prima volta dopo 60 anni dalla rassegna iridata e per la terza volta nella storia della competizione.

Un grande evento mediatico che, per la prima volta (forse complice l’assenza degli Azzurri?) sarà trasmesso integralmente dai canali di Mediaset. Non accadeva dal 2002 che la competizione si potesse vedere completamente in chiaro, per tutte le 64 partite. Noi di UnDueTre.com, invece, ve li racconteremo giorno dopo giorno.

RUSSIA 2018 | Colombia-Giappone

Oggi inizia l’avventura anche per l’ultimo raggruppamento. Alle ore 14:00 aprirà le danze nel Gruppo H la sfida tra Colombia Giappone.

La Colombia è tornata, grazie all’ottima avventura di Brasile 2014, ad essere una delle nazionali più temibili ed ostiche al mondo. Per loro si tratta della seconda partecipazione consecutiva e della sesta partecipazione in totale. Attualmente si trova al 16° posto nel ranking FIFA e vanta diversi elementi di caratura internazionale, anche se all’ultima occasione nella loro carriera. Fra loro Radamel Falcao, tornato a segnare con continuità nelle ultime due stagioni al Monaco, dopo che gli infortuni avevano falcidiato le sue esperienze al Manchester United e al Chelsea. È il top scorer con la maglia amarilla della Colombia con 29 reti in 73 incontri.

Il Giappone60° nel ranking FIFA, arriva a questi Mondiali quasi di default, vista la sostanziale inconsistenza del calcio asiatico. Si tratta della sesta partecipazione consecutiva per i Blue Samurai, ottenuto sopravanzando di un punto Arabia Saudita ed Australia, entrambe presenti a questa rassegna iridata. Tanti sono i giocatori nipponici presenti nei campionati europei, fra cui Shinji Kagawa (Borussia Dortmund) o Shinji Okazaki (Leicester), che non partiranno titolari domani. Spazio, invece, a Keisuke Honda che, col portiere Eiji Kawashima, è fra gli elementi di maggiore esperienza.

RUSSIA 2018 | Polonia-Senegal

L’altro incrocio dell’equilibratissimo Girone H vede affrontarsi Polonia Senegal.

La Polonia torna al Mondiale dopo un’assenza lunga dodici anni per quella che è l’ottava partecipazione per le Aquile e si ritrova ad essere una sicura favorita in un girone clamorosamente equilibrato. Sono la formazione n.10 del ranking FIFA, che è giunta a questa rassegna iridata trascinata letteralmente dai gol di Robert Lewandowski. Il bomber ex Bayern Monaco, forte di 52 reti con la maglia della sua Nazionale, nella campagna di qualificazione ne ha segnati ben 16, andando a referto in tutte le partite e marcando ben tre triplette. Attesi in questo grande evento anche alcune conoscenze del nostro campionato, fra cui spicca Piotr Zielinski del Napoli.

Il Senegal ritorna ad una rassegna iridata dopo aver stupito il pianeta nell’edizione 2002 in cui raggiunsero i quarti di finale (perdendo con l’infame regola del golden gol contro la Turchia) e batterono gli allora campioni del mondo in carica della Francia. Una qualificazione piuttosto semplice, complicata dalla ripetizione dell’incontro col Sudafrica a causa di un arbitro che ha ammesso di aver indirizzato l’esito della partita. Sadio Mané è il giocatore più rappresentativo dei senegalesi, reduce da una grandissima stagione nel Liverpool, mentre in difesa troviamo Kalidou Koulibaly, anche lui protagonista nello scorso campionato con la maglia del Napoli.

RUSSIA 2018 | Russia-Egitto

Riparte il Girone A e riparte da Russia-Egitto.

Nella prima giornata, i padroni di casa hanno ottenuto un rotondo 5-0 nell’incontro inaugurale contro l’Arabia Saudita, mentre i Faraoni hanno subito all’ultimo minuto la beffa dall’Uruguay, al termine di un incontro piuttosto equilibrato. I russi in una sola partita hanno già siglato più reti che nelle due precedenti partecipazioni iridate (nel 2002 e nel 2014), mentre i nordafricani non siglano una rete dal loro primo incontro nell’edizione 1990.

Si tratta del primo incontro in assoluto fra Russia ed Egitto, nelle cui fila è probabile il rientro anticipato della stella Mohammed Salah, assente nella prima giornata per i postumi di un infortunio alla spalla. Dall’altra parte, scalpita la giovane stella Aleksandr Golovin, già sotto la lente d’ingrandimento della Juventus, autore di due assist un gol nella partita d’esordio contro l’Arabia Saudita. In caso di vittoria da parte dei padroni di casa, sarebbe per loro il primo passaggio dalla dissoluzione dell’Unione Sovietica.

RUSSIA 2018 | Gli appuntamenti su Mediaset

Grande impegno per Mediaset e il suo primo Mondiale in quasi quarant’anni di storia. Il gruppo di Cologno Monzese dedicherà quasi 1.000 ore di programmazione all’evento, interamente in chiaro sulle reti generaliste tematiche. Questi gli appuntamenti del 15 giugno.

  • 08:00 – 10:45 Buongiorno Mosca con Dario Donato (Mediaset Extra)
  • 11:15 – 12:20 – Casa Russia con Monica Bertini (Italia 1)
  • 13:00 – 13:40 – Sport Mediaset con Mikaela Calcagno (Italia 1)
  • 13:40 / 16:00 16:40 / 19:00 – Mondiali Mediaset Live con Giorgia Rossi (Italia 1) – pre e postpartita
  • 14:00 – 16:00 – Colombia-Giappone (Italia 1  Mediaset Extra)
  • 17:00 – 19:00 – Polonia-Senegal (Italia 1  Mediaset Extra)
  • 20:00 – 22:00 – Russia-Egitto (Italia 1)
  • 20:00 – 22:00 – Mai Dire Mondiali con la Gialappa’s Band (Mediaset Extra)
  • 22:00 – 00:20 Tiki Taka Russia con Pierluigi PardoAndrea PucciCristiano Militello Ria Antoniou

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter