Russia 2018 – Partite e probabili formazioni del 25/06/2018: Tempo di verdetti nei Gironi A (alle 16:00) e B (alle 20:00).

L’attesa lunga quattro anni è finita. Tornano i Mondiali di calcio, dopo ben 12 anni nel territorio europeo. Nel 2006, il cielo fu azzurro, in quel di Berlino. Nel 2018, sarà praticamente impossibile ripetere questa scena, a Mosca, in Russia. L’Italia, infatti, sarà assente per la prima volta dopo 60 anni dalla rassegna iridata e per la terza volta nella storia della competizione.

Un grande evento mediatico che, per la prima volta (forse complice l’assenza degli Azzurri?) sarà trasmesso integralmente dai canali di Mediaset. Non accadeva dal 2002 che la competizione si potesse vedere completamente in chiaro, per tutte le 64 partite. Noi di UnDueTre.com, invece, ve li racconteremo giorno dopo giorno.

RUSSIA 2018 | Uruguay-Russia

Alle 16:00 apre la giornata la sfida per il primo posto nel Girone A tra Uruguay Russia.

Per le due squadre si tratta del nono incontro (tenendo conto anche delle sfide che hanno visto coinvolta l’Unione Sovietica), con un bilancio nettamente a favore della Russiasei vittorieun pareggio una vittoria uruguaiana. Anche nella seconda giornata, i padroni di casa hanno fatto man bassa dei loro avversari: il 3-1 contro l’Egitto non ha ammesso molte repliche e ha costretto i nordafricani, guidati da un convalescente Mohammed Salah, alla resa intorno alle metà del secondo tempo. Uruguay, invece, ancora avanti col minimo sforzo, perché contro l’Arabia Saudita è bastato un gol di Luis Suarez per archiviare la pratica. Un attacco così poco prolifico potrebbe essere un problema, nella fase ad eliminazione diretta.

RUSSIA 2018 | Arabia Saudita-Egitto

Sempre alle 16:00, sarà la volta dell’inutile sfida tra Arabia Saudita ed Egitto.

Si tratta della seconda sfida tra le due formazioni: l’unico precedente risale alla Confederations Cup del 1999, in cui i sauditi vinsero per 5-1 contro i Faraoni, all’epoca ancora nettamente distanti dalle mappe del calcio che conta. Una partita, come detto, inutile ai fini della classifica del girone, in quanto entrambe le squadre sono state eliminate anzitempo dalla competizione. Il risultato che ne scaturirà servirà, più che altro, per le statistiche. Arabia che manca dal successo da ormai ben dodici partite, mentre non va a segno da quattro incontri (l’ultimo gol a Germania 2006, nel 2-2 contro la Tunisia); Egitto alla ricerca della prima vittoria iridata al settimo tentativo (solo l’Honduras ha fatto peggio – zero successi in nove partite).

RUSSIA 2018 | Iran-Portogallo

Alle 20:00 sarà la volta del Girone B, con l’importante sfida tra Iran Portogallo.

Le due formazioni si sono affrontate solo una volta, a Germania 2006: in quell’occasione andarono a segno, per i lusitani, Deco Cristiano Ronaldo. Il fuoriclasse del Real Madrid, all’epoca ventunenne, ma già in forza al Manchester United, segnò la sua prima rete iridata e mai avrebbe potuto pensare di entrare in quella cerchia di eletti in grado di andare a segno almeno una volta in ben quattro Mondiali consecutivi. Nello scorso turno, il Portogallo ha mandato a casa il Marocco ancora con una magia del campione di Madeira, mentre l’Iran ha complicato il suo percorso a causa della sconfitta (ampiamente preventivabile) contro la Spagna per 0-1.

RUSSIA 2018 | Spagna-Marocco

Sempre alle 20:00, la Spagna cercherà la qualificazione contro l’eliminato Marocco.

Gli unici due precedenti risalgono agli spareggi per Cile 1962, entrambi vinti dalla Spagna (1-0 all’andata, 3-2 al ritorno). La Spagna ha rimesso le cose a posto per quel che riguarda le possibilità di qualificazione a seguito della vittoria firmata da Diego Costa contro l’Iran, al termine di una partita in cui, dopo il gol, gran parte delle occasioni (sprecate) sono state appannaggio della formazione asiatica. Adesso le può bastare un pareggio per tornare alla fase ad eliminazione diretta da cui era clamorosamente mancata nel 2014. Di fronte, un Marocco apparso piuttosto debole ed inconsistente (più tiri in porta delle avversarie nei primi due incontri, ma pochissima mira visto che non c’è stato ancora un gol per i Leoni dell’Atlante) che, in caso di sconfitta, ripeterebbe l’esito del 1994, in cui uscì senza alcun punto all’attivo.

RUSSIA 2018 | Classifiche

Girone ARussia Uruguay già qualificate per la seconda fase, approfittano dello scontro diretto per determinare chi vincerà il girone. Attualmente, guidano i padroni di casa per la differenza reti (Russia +7Uruguay +2). I sudamericani possono andare al primo posto solo in caso di vittoria.

Girone B: Alla Spagna e al Portogallo basta un pareggio nei rispettivi incontri per ottenere il passaggio del turno (la Spagna è prima per la differenza reti). All’Iran serve una vittoria per potersi qualificare agli ottavi e, qualora la Spagna pareggiasse contro il Marocco, potrebbe portarsi a casa il girone.

RUSSIA 2018 | Gli appuntamenti su Mediaset

Grande impegno per Mediaset e il suo primo Mondiale in quasi quarant’anni di storia. Il gruppo di Cologno Monzese dedicherà quasi 1.000 ore di programmazione all’evento, interamente in chiaro sulle reti generaliste tematiche. Questi gli appuntamenti del 15 giugno.

  • 09:00 – 10:45 Buongiorno Mosca con Dario Donato (Mediaset Extra)
  • 11:15 – 12:20 – Casa Russia con Monica Bertini (Italia 1)
  • 13:00 – 13:40 – Sport Mediaset con Mikaela Calcagno (Italia 1)
  • 14:00 – 18:00 – 19:00 – Mondiali Mediaset Live con Giorgia Rossi (Italia 1) – pre e postpartita
  • 16:00 – 18:00 – Uruguay-Russia (Italia 1)
  • 16:00 – 18:00 – Arabia Saudita-Egitto (Venti)
  • 16:00 – 18:00 – Diretta Mondiali Extra (Mediaset Extra)
  • 20:00 – 22:00 – Iran-Portogallo (Italia 1)
  • 20:00 – 22:00 – Spagna-Marocco (Venti)
  • 20:00 – 22:00 – Mai Dire Mondiali con la Gialappa’s Band (Mediaset Extra)
  • 22:00 – 00:20 Tiki Taka Russia con Pierluigi PardoAndrea PucciCristiano Militello Ria Antoniou

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter