SuperQuark – Quinta puntata del 1° agosto 2018 – Anticipazioni, temi e servizi.

Estate= SuperQuark. Quinta puntata, in prima serata su Raiuno, con Piero Angela e il suo programma di divulgazione scientifica, tecnologica e storica, che torna con un nuovo ciclo di nove puntate e una novità: un altro programma in seconda serata, subito al termine della versione classica, intitolato SuperQuark Musica.

SuperQuark |Quinta puntata | 1 agosto 2018

La puntata si apre con un documentario della serie “Blu Planet” della BBC. Con “I mari verdi” si va nei caldi mari tropicali dove si trovano le barriere coralline, abitate da milioni di polpi che crescono, muoiono, depositano la loro base calcarea creando strutture a volte grandi come case.

Temi | Osteoporosi | Palombari

In Europa, decine di milioni di persone sono a rischio osteoporosi. Una ricerca affronta il problema in modo innovativo, grazie a un finanziamento del Consiglio Europeo delle Ricerche. Barbara Gallavotti e Daniela Franco al Politecnico di Torino. Nel servizio spiegano lo studio interdisciplinare nel quale convergono biologia, chimica e nanotecnologie.

A seguire, Alberto Angela condurrà i telespettatori nel mondo dei palombari, per vedere da vicino come le nuove tecnologie abbiano cambiato negli anni una professione quasi mitologica. Si scenderà sul fondo del mar ligure di fronte a Capo Noli, dove nel marzo del 1795 fu combattuta una battaglia navale che fu il battesimo del fuoco dell’ammiraglio Nelson. Con i palombari della nave della Marina Militare ANTEO si seguiranno le attività di ricerca e scavo subacqueo sul relitto di Capo Noli (SV).

In studio Piero Angela con l’ospite Mariano Golinelli, il filantropo che racconta la sua fondazione nata “per dare la possibilità ai giovani di accrescere la loro conoscenza, con i sogni che ognuno di loro coltiva…”

Temi | Inquinamento | Tecniche di salvataggio | Stress

E ancora: distruggere. A mazzate. Con l’esplosivo. La lancia termica. Sparando tronchi d’albero o proiettili d’acciaio. Con il fuoco. O ricreando venti da uragano tropicale. Esistono dei laboratori dove gli oggetti non si costruiscono, ma si annientano, per certificarne le prestazioni. Gli inviati di Superquark all’Istituto Giordano.

Ogni volta che usiamo l’automobile soffochiamo il pianeta con la sua anidride carbonica. In soccorso della nostra Terra arriva oggi una nuova tecnologia che promette di assorbire il CO2 in eccesso comportandosi come una vera spugna. Marco Visalberghi e Barbara Bernardini sono andati negli Stati Uniti per vedere come funziona.

Estrarre i sopravvissuti dalle macerie è una corsa contro il tempo in cui l’utilizzo delle tecnologie più avanzate fa spesso la differenza tra vivere e morire. Marco Visalberghi racconta tutte le tecniche usate per le catastrofi.

Che stress…ma esiste un modo per misurare lo stress? Barbara Gallavotti e Daniela Franco sono andate all’Università di Parma, dove si studia la fisiologia dello stress: da ufficio, o da competizione sportiva, o da esame o di qualsiasi altro tipo e l’efficacia delle strategie volte a contenerlo. Vengono presi in analisi dati diversissimi come quelli ormonali, frequenza cardiaca, livelli di salivazione, atteggiamenti corporei e facciali e risposte a questionari.

Rubriche:

  • Questione di ormoni” il professor Emmanuele Jannini e “l’amante in tasca”: come i nuovi media cambiano la sessualità;
  • Dietro le quinte della storia” con il professor Alessandro Barbero,  i collaborazionisti dell’antichità, dalla parte dei barbari;
  • Psicologia delle bufale”, con Massimo Polidoro, segretario del CICAP, si indagherà sulle scie chimiche,
  • con la dottoressa Elisabetta Bernardi, in “La scienza in cucina” per scoprire se è vero che magro vuol dire in salute e quale è la funzione di batteri nell’ ingrassamento.

SuperQuark Musica | In seconda serata

A partire dalle 23:45, terminata la classica puntata, ecco la nuova parte in …musica, attraverso gli strumenti e le loro potenzialità. La puntata di stasera è dedicata  gli strumenti in cui è la vibrazione delle corde a creare i suoni: la chitarra, il liuto, il mandolino e molti altri. Come sempre Piero Angela mostrerà filmati, registrazioni dal vivo e incontri in studio con famosi solisti, come Franco Cerri, l’arpista Elena Zamboni, il chitarrista classico Emanuele Segre.

Si incontrerà anche Renzo Arbore. Gli strumenti a corda sono antichissimi. Si parlerà della lira, dell’arpa e di uno  strumento  “a pizzico” molto diffuso, anzi il più diffuso, specialmente tra i giovani: la chitarra. Come in ogni puntata due grandi musicisti jazz: Franco Cerri e Gianni Basso in duetto e Piero Angela al pianoforte. Gli ospiti in studio in questo viaggio musicale sono ancora Giovanni Bietti per la musica classica e Adriano Mazzoletti per il jazz. Con loro per fare un percorso musicale tra musica classica e jazz, due generi differenti, ma che hanno anche molte cose in comune.