“Niagara – Quando la natura fa spettacolo” – Prima puntata di lunedì 24 settembre 2018, con Licia Colò.

Licia Colò torna in Rai, lo fa approdando su Raidue in prima serata con il nuovo programma “Niagara – Quando la natura fa spettacolo“.

Niagara – Quando la natura fa spettacolo

I capolavori della natura, i luoghi ancora incontaminati, gli angoli di paradiso del nostro pianeta saranno offerti da Licia allo stupore del grande pubblico. Ma protagonisti di Niagara saranno anche gli animali e lo sconvolgimento dei loro habitat naturali; e non mancheranno incontri con esploratori, naturalisti, zoologi che per passione mettono a repentaglio la loro vita in difesa dell’ambiente e del mondo animale.

Ognuna delle sei puntate puntata avrà il contributo scientifico di Valerio Rossi Albertini che spiegherà come cambia il nostro mondo ma anche come la natura ci offra ogni giorno nuove soluzioni tecnologiche. Due inviati, il giornalista Alessio Aversa e il biologo Raffaele di Placido, realizzeranno  inchieste per mostrare gli spettacoli della natura che stiamo rischiando di perdere. Un fotografo avventuroso Luca Bracali sarà il cacciatore di Emozioni e in ogni puntata avrà un appuntamento con la foto più difficile e spettacolare. Un piccolo tutorial per mostrare in poco tempo come fare la foto dei nostri sogni.

In ogni puntata anche il racconto del nostro Eroe della Terra, personaggi italiani e stranieri che hanno combattuto e, talvolta, perso la vita per difendere la natura e gli animali.

Niagara | Prima puntata lunedì 24 settembre 2018

Il filo conduttore sarà l’acqua, perché il nostro pianeta è il regno dell’acqua. La prima puntata prenderà il via dall’Islanda, regina dei ghiacci, del mare e degli iceberg. Un luogo avventuroso, impervio e spettacolare. Poi la linea dell’acqua porterà sottoterra, in Slovenia alla scoperta delle gallerie sotterranee delle Grotte di San Canziano, scavate dall’erosione del fiume Timavo, per concludere nel delta del Po, il fiume più importante d’Italia che nasconde un ecosistema unico oggi patrimonio dell’Umanità.

Ma anche l’assenza d’acqua fa parlare di sé: per questo le telecamere di Niagara si sposteranno su Lago d’Aral, fra Uzbekistan e Kazakistan, per testimoniare come la siccità e la mano dell’uomo in un cinquantennio abbiano trasformato in un deserto quello che era il quarto lago al mondo per estensione. Infine appuntamento con lo Stromboli per la caccia all’emozione più bella.