Amore Criminale – Sesta puntata del 14 ottobre 2018 – Veronica Pivetti racconta la tragica vicenda di Filomena.

La battaglia contro la violenza sulle donne continua, anche in televisione. E’ dal 2007, infatti, che Amore criminale racconta storie di donne brutalmente uccise da compagni o familiari.

Amore Criminale, a cui dalla prima messa in onda è associata una Campagna di denuncia contro la violenza sulle donne, è giunto al decimo anno di programmazione e si avvale come sempre della collaborazione dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato. Sette nuove puntate in prima serata, sempre con Veronica Pivetti. Stasera va in onda la quinta puntata.

Amore Criminale | Sesta puntata, 14 ottobre 2018

Veronica Pivetti racconta la storia di Filomena, una donna di 58 anni, che vive un lungo matrimonio infelice, fatto di sopraffazioni e violenze fisiche e morali. Filomena conosce Vittorio in una balera a Salerno, lei ha soltanto sedici anni, e se ne innamora perdutamente. Dal loro matrimonio nascono tre figli che diventano presto testimoni e vittime della violenza del padre.

Filomena è totalmente sottomessa a Vittorio, ossessionato dalla gelosia e dal controllo, che riduce presto la sua vita a una prigione, fatta di lavoro, casa e botte. Tutto questo per 35 anni. Ma c’è un episodio che cambia tutto. Quando il figlio maggiore dà uno schiaffo alla fidanzata, Filomena capisce che non può più accettare quella situazione e chiede la separazione. Vittorio sembra aver accettato questa decisione, ma non è così.

La notte del 28 aprile 2012, mentre Filomena è a letto, Vittorio le getta sul volto una bottiglia di acido. Filomena viene soccorsa da uno de tre figli e portata in ospedale in condizioni disperate. Mentre Filomena lotta tra la vita e la morte, Vittorio viene arrestato. Durante il processo per direttissima, l’uomo patteggia la pena e viene condannato a 18 mesi per maltrattamenti in famiglia, ma ne sconta soltanto quindici in carcere. Oggi è libero.

Amore Criminale 2018

Una delle novità di questa edizione è l’anteprima del programma, uno spazio che precede la sigla, che renderà omaggio alle donne che nella storia si sono battute, anche sacrificando la proprio vita, per i diritti civili delle altre donne. Non solo. Ad introdurre la puntata, sarà una lettura di Veronica Pivetti degli atti processuali della storia protagonista della puntata.