Linea Blu – Trentunesima puntata del 10 novembre 2018 – Calabria, terra grecanica.

Linea Blu, il programma di Raiuno dedicato al mare, al suo ambiente e a tutto ciò che lo circonda, è tornato con la 24° edizione, sempre con Donatella Bianchi e Fabio Gallo. L’appuntamento è per tutti i sabati dalle 14 alle 15:30 fino alla fine del mese di novembre. Oggi va in onda la trentunesima puntata.

Linea Blu 2018 | Trentunesima puntata | 10 novembre 2018 | Temi e mete

La puntata di oggi è un viaggio sulla costa grecanica della Calabria, da Reggio Calabria a Condofuri, per raccontare il mare d’inverno. A Melito di Porto Salvo si scoprirà la più importante comunità di pescatori della costa Reggina. Seguendo la tradizione del luogo, la flotta di circa 50 barche ogni mattina viene tirata in secca sulla spiaggia nel borgo dei Pescatori. Per questa operazione si usano mezzi artigianali come argani mossi da motori di scooter e motocicli.

A Condofuri Marina si conosceranno Rocco e Sebastiano, due fratelli che da 30 anni, con la loro barca da sei metri e 70 nasse, pescano gamberi e seppie. Il primo piano della loro casa, di fronte alla bellissima spiaggia di Condofuri, è stato adibito a pescheria. Tutto intorno, trionfa la natura calabrese più pura, fatta di orti e alberi di bergamotto. Risalendo la fiumara di Amendolea si farà un tuffo nella storia.

Antiche fonti, quali gli storici Erodoto e Strabone, raccontano che le fiumare un tempo erano delle vie navigabili e hanno costituito per secoli una delle pochissime vie di comunicazione tra la montagna e il mare.

Linea Blu | Calabria | Terra grecanica

Quella dell’Amendolea nasce nel cuore del Parco Nazionale dell’Aspromonte, dove crea meravigliose cascate, prima di sfociare nel Mar Jonio, nei pressi di Condofuri.  Ma il litorale di Reggio è anche terra di tartarughe. Il 70% delle tartarughe Caretta Caretta in Italia nidifica in questo tratto di costa. A Condofuri assisteremo al rilascio di due tartarughe che hanno terminato la loro degenza al Centro Recupero Tartarughe Marine di Brancaleone Marina.

Con Fabio Gallo si andrà a punta Pellaro, una lingua di sabbia che è stata soprannominata la “spiaggia più ventosa d’Italia”. Lì si insegnano windsurf, kitesurf e Sup. Tra sport e divertimento, Fabio con i ragazzi delle scuole incontrerà sia chi muove i primi passi di questi sport, sia chi sa esibirsi in evoluzioni anche molto complesse.