Linea Bianca – Sesta puntata del 12 gennaio 2019 – Il comprensorio sciistico dell’Alpe Cermis, in Val di Fiemme.

Nei sabati pomeriggio invernali di Raiuno è protagonista la montagna con Linea Bianca, giunta alla quinta edizione. Sesto appuntamento oggi, e ogni sabato dalle 14 alle 15, con il programma, condotto da Massimiliano Ossini con la partecipazione di Giulia Capocchi e Lino Zani.

Tremilaseicento piste da discesa per un totale di seimilasettecento chilometri, soffici distese bianche, imponenti vette innevate che fanno da sfondo a una natura incontaminata: si va alla scoperta delle montagne più belle ed affascinanti d’Italia.

Linea Bianca | Sesta puntata | 12 gennaio 2019

23 km di piste da sci che si snodano tra un’altitudine compresa tra gli 860 e i 2.250 metri, una decina di impianti di risalita, meravigliosi scenari naturali:  un viaggio nel comprensorio sciistico dell’Alpe Cermis, in Val di Fiemme, una tra le più belle valli dell’arco alpino, in Trentino Alto Adige. Quota 2.548 metri sul livello del mare: su Cima Litegosa, nella spettacolare cornice della Catena del Lagorai, il “Tibet delle Dolomiti”, patrimonio Unesco, tra la Valle del Vanoi e la Val di Fiemme, un’emozionante apertura del conduttore con Lino Zani ed una guida alpina.

Chilometri di trincee ovunque, fortificazioni, resti di baracche e accampamenti militari, postazioni di artiglieria, grotte, gallerie, cunicoli e una fittissima rete di sentieri, camminamenti e mulattiere che percorre ogni versante della catena: alla scoperta dell’immenso patrimonio storico, tuttavia poco valorizzato, del Lagorai, gigantesco campo di battaglia durante i primi due anni della Grande Guerra.

Linea Bianca | Val di Fiemme

Dalla preistoria all’età del bronzo, dagli antichi Romani all’alto Medioevo, al Rinascimento, fino ai giorni nostri: con un giornalista del TGR Trentino, storie, personaggi, aneddoti e curiosità di Cavalese, piccolo paradiso soleggiato ai piedi del Lagorai. 20.000 ettari di bosco e pascoli, di cui 11.000 costituiti da foresta, una foresta che ha un dono, quello di dare vita a strumenti musicali unici e preziosi, e per questo conosciuta al mondo come “la Foresta dei Violini”: in un prestigioso palazzo rinascimentale nel cuore di Cavalese, la Magnifica Comunità di Fiemme, l’ente che da mille anni, programmando tagli di legname e rimboschimenti, gestisce il patrimonio boschivo della valle.

103 corsi d’istruzione frequentati da oltre 45.000 finanzieri: a Predazzo, la gloriosa tradizione della Scuola Alpina Regia Guardia di Finanza, la più antica scuola militare alpina del mondo istituita alla fine del 1920 come distaccamento dipendente dalla Legione di Trento, al fine di addestrare le giovani reclute alle fatiche della montagna.