“La prima volta” – Le storie della quindicesima puntata di domenica 13 gennaio 2019.

Cristina Parodi quest’anno televisivo è in onda alla domenica pomeriggio, al termine di Domenica In, con un nuovo programma, La prima volta, andando ad occupare la fascia oraria che va dalle 17:35 alle 18:45 che lo scorso anno era rimasta scoperta e occupata da film. Il programma, però, ad ora non è propriamente un successo: ascolti in calo nel corso delle varie puntate e nettamente inferiori al traino lasciato da Mara Venier.

La prima volta | Storie quindicesima puntata domenica 13 gennaio 2019

Nella puntata tre racconti differenti, tre percorsi di vita: la storia di Rosetta, una mamma che dopo la perdita del marito ha cercato conforto nel cibo fino ad arrivare a pesare 150 kg perdendo la stima in se stessa e la voglia di fare qualunque cosa. Poi la sofferta decisione di sottoporsi all’intervento

di chirurgia bariatrica, per riappropriarsi del proprio corpo e della propria salute. Per la Prima volta in studio si vedrà una Rosetta indossare finalmente un abito di una nuova taglia.

Ospiti in studio durante questa puntata, i giovani e talentuosi musicisti protagonisti de La Compagnia del Cigno, l’ultima fiction di successo dell’autore e regista Ivan Cotroneo in onda su Rai1. I ragazzi racconteranno di questa loro Prima volta sullo schermo e insieme al regista sveleranno qualche aneddoto e retroscena divertente della popolare serie. Inoltre, si vedranno alcune immagini inedite di Mika, la star internazionale, che oltre ad aver scritto e interpretato il brano di apertura della fiction, si è cimentata nel ruolo di attore in una parte della serie.

Dulcis in fundo, vedrete Emanuela Folliero, presentatrice tv amatissima dal pubblico, in una veste completamente nuova ed insolita confrontarsi ‘eroicamente’ per la Prima volta con la sua più grande fobia.

La prima volta

Il programma si propone non solo di intrattenere, ma anche di far riflettere e stuzzicare la fantasia dei telespettatori, perché ogni domenica Cristina racconterà la “prima volta” di persone comuni, per dimostrare – in uno studio dove tutto può succedere – che non è mai troppo tardi per sperare, per vincere, per amare, per ricordare, per sorridere.

Storie toccanti, imprese incredibili, piccole sfide, ospiti e grandi traguardi, racconti dal finale mai scontato: il programma si articola tra esperienze che mettono alla prova, sfide che si vincono solo superando le proprie paure, sogni da realizzare che sembrano impossibili fino ad un momento prima. Il format è strutturato secondo un intreccio narrativo fatto di traguardi, sorprese, “non è mai troppo tardi” o “non è mai troppo presto”.

Attraverso filmati emozionanti e interviste, il pubblico potrà ripercorrere passo dopo passo il percorso dei protagonisti tra ostacoli e conquiste. L’esito di queste storie non è mai certo. Lo studio è il nucleo del racconto, il luogo in cui si vive l’attesa del “grande momento” e dove finalmente si scopre se il protagonista è riuscito o meno a raggiungere il suo traguardo: la sua “prima volta”.