#Sanremo2019 è Sanremo #3 – Gli ascolti della seconda serata e le dichiarazioni della conferenza stampa.

Perché Sanremo è Sanremo, no?. Il brano scritto e cantato da Maurizio Lauzi e divenuto colonna sonora ufficiosa dei Festival della Canzone Italiana dal 1995 ad oggi parte dall’assunto fondamentale per cui noi italiani non sappiamo rinunciare al chiacchiericcio che ronza intorno alla più importante kermesse canora d’Italia. Sulle pagine di UnDueTre.com vi riportiamo i rumors che trapelano dalla cittadina ligure, giorno per giorno, ora per ora, minuto per minuto. Ecco il nostro terzo appuntamento con Sanremo è Sanremo.

UN SANREMO DA FYVRY | Quarta puntata

Anche quest’anno torna l’appuntamento con Un Sanremo da Fyvry, l’editoriale che commenta, in modo semplice, talora caustico, ma comunque simpatico, il Festival di Sanremo.

SANREMO 2019 | Gli ascolti della seconda serata

La seconda serata ha totalizzato i seguenti dati:

  • Sanremo Start (dalle 20:45): 10.805.000 spettatori per il 38,79% di share;
  • Prima parte (dalle 21:25): 10.959.000 spettatori per il 46,36% di share;
  • Seconda parte (dalle 23:55): 5.260.000 spettatori per il 51,98% di share.

Il dato complessivo è di 9.144.000 spettatori per il 47,30% di share. Dato in linea con la prima serata ma, soprattutto, stabile rispetto al 2018, in cui erano stati raggiunti 9.768.000 spettatori per il 47,77%.

GLI OSPITI DELLA TERZA SERATA

Chiamati superospiti dagli organizzatori (perché cantante italiano in promozione che non se la sente di andare in gara magari risultava troppo lungo), questa sera saliranno sul palco del Teatro Ariston anche Alessandra AmorosoAntonello VendittiRaf e Umberto Tozzi e Ornella Vanoni.

  • La Amoroso è salita sul palco dell’Ariston in due occasioni, entrambe nella serata dei duetti: nel 2010 con Valerio Scanu e nel 2012 con Emma, successivamente vincitori della manifestazione. Festeggia i dieci anni di carriera ed eseguirà il suo nuovo brano Dalla tua parte.
  • Venditti non è mai stato in gara al Festival ed è stato ospite, dopo quasi trent’anni di carriera, soltanto nel 2000.
  • Raf e Tozzi mancano dall’Ariston, rispettivamente, dal 2015 e dal 2005 e, quest’anno, festeggiano i trent’anni da Gente di mare, la loro più importante collaborazione.
  • La Vanoni era stata protagonista dello scorso Sanremo, col brano Imparare ad amarsi cantato con Bungaro Pacifico.

Saranno anche ospiti Serena Rossi (prossimamente su Rai 1 con la fiction Io sono Mia, dedicata a Mia Martini), Paolo Cevoli Fabio Rovazzi.

BAGLIONI: “Al momento escludo un tris”

Claudio Baglioni ha i numeri dalla sua parte per ipotizzare un tris come il suo più immediato predecessore, Carlo Conti. Tuttavia, la conferenza stampa di oggi sembra far capire che il cantautore romano abbia ben altri progetti, per il 2020.

Mi auguro che il Festival si possa allargare ed avere contemporaneamente retrospettive, penso sia giusto e naturale che sia così. Sarei felice di aver indicato una linea per il futuro. Il [prossimo] Festival? Lo faccio io con Pio e Amedeo. […] Il fatto di essere l’aggressore artistico del Festival mi farebbe piacere. Bisogna sempre di fare di più. Forse per una missione verso la parte musicale la voglia ci potrebbe essere ma penso che bisogna terminare prima un tratto di strada per poi ripartire.

Più intraprendente Teresa de Santis, direttrice di Rai 1, sulla possibilità di un Baglioni III.

Quando ho parlato di coralità non ho escluso che ad occuparsene possa essere Claudio. Questo deve riguardare un progetto che è il 70° del Festival. Ritengo sia un po’ prematuro parlarne. Se ci date il tempo di arrivare alla fine di questa kermesse magari avremo tempo di sederci e riflettere.

C’è armonia tra Bisio e la Raffaele?

I più attenti hanno notato, nel corso delle scorse serate, della mancanza di sintonia tra Virginia Raffaele Claudio Bisio, che hanno reso meglio singolarmente che nei momenti in cui sono stati insieme sul palco. Alla domanda dei giornalisti, lei ha risposto così:

Io e Claudio non avevamo mai lavorato insieme, siamo al servizio del festival e laddove c’è più spazio cerchiamo di fare intrattenimento, la dove ce n’è meno ci mettiamo al servizio. Quando ti chiedono di esserci come conduzioni sai già che farai meno spettacolo che in uno show.

L’ex conduttore di Zelig, invece, ha risposto:

Tutti stimano le imitazioni di Virginia che qui non si possono fare per motivi di tempo, ma vi invito a guardare le gag che faceva con Lillo e Greg. Io sto studiando i loro ritmi. Vorrà dire che sabato sarò Lillo e Greg.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter