“La prima volta” – Le storie della ventiduesima puntata di domenica 10 marzo 2019.

Cristina Parodi quest’anno televisivo è in onda alla domenica pomeriggio, al termine di Domenica In, con un nuovo programma, La prima volta, andando ad occupare la fascia oraria che va dalle 17:35 alle 18:45 che lo scorso anno era rimasta scoperta e occupata da film. Il programma, però, ad ora non è propriamente un successo: ascolti in calo nel corso delle varie puntate e nettamente inferiori al traino lasciato da Mara Venier.

La prima volta | Storie ventiduesima puntata domenica 10 marzo 2019

Questa settimana si celebra la donna con una puntata tutta dedicata all’universo femminile, grazie a tre protagoniste davvero eccezionali. La prima giovane donna si chiama Claudia, è foggiana e ha 24 anni. Quattro anni fa la sua vita è cambiata, dopo aver girato molti ospedali per capire cosa avesse ha finalmente ricevuto una diagnosi

parziale: neuropatia delle piccole fibre. Una malattia con la quale convive e che combatte grazie alla fotografia, passione che coltiva sin da giovanissima.  Il più grande sogno di Claudia è quello di incontrare il grande fotografo Giovanni Gastel e per la prima volta, immortalarlo in un suo scatto.

Anche la protagonista della seconda storia è una donna forte ed eccezionale. Amatissima del pubblico di Rai1, mamma, donna e ballerina straordinaria, la bellissima Samanta Togni affronterà una prima volta di grande coraggio, adrenalina e un pizzico d’incoscienza. Samanta si siederà poi con Cristina, per raccontarle dei momenti indimenticabili ma anche dolorosi della sua vita e della sua carriera. E non mancheranno retroscena e aneddoti divertenti sui suoi partner nel dance show di Rai1, Ballando con le stelle.

Si concluderà la puntata con un’esplosione di colore e vitalità grazie alla storia di Alice Papa, 25 anni, di Brescia.  Alice ha sempre amato la danza, ma non essendosi mai riconosciuta nelle ballerine ‘classiche’, per via della sua fisicità curvy, con l’hip hop ha trovato invece il suo mondo, la sua dimensione, e per la prima volta si esibirà davanti al pubblico di Rai1 per dimostrando ancora una volta che il ballo è per tutti.

La prima volta

Il programma si propone non solo di intrattenere, ma anche di far riflettere e stuzzicare la fantasia dei telespettatori, perché ogni domenica Cristina racconterà la “prima volta” di persone comuni, per dimostrare – in uno studio dove tutto può succedere – che non è mai troppo tardi per sperare, per vincere, per amare, per ricordare, per sorridere.

Storie toccanti, imprese incredibili, piccole sfide, ospiti e grandi traguardi, racconti dal finale mai scontato: il programma si articola tra esperienze che mettono alla prova, sfide che si vincono solo superando le proprie paure, sogni da realizzare che sembrano impossibili fino ad un momento prima. Il format è strutturato secondo un intreccio narrativo fatto di traguardi, sorprese, “non è mai troppo tardi” o “non è mai troppo presto”.

Attraverso filmati emozionanti e interviste, il pubblico potrà ripercorrere passo dopo passo il percorso dei protagonisti tra ostacoli e conquiste. L’esito di queste storie non è mai certo. Lo studio è il nucleo del racconto, il luogo in cui si vive l’attesa del “grande momento” e dove finalmente si scopre se il protagonista è riuscito o meno a raggiungere il suo traguardo: la sua “prima volta”.